Voucher asilo nido: come restituire i buoni non utilizzati

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Oggigiorno tante sono le donne che si devono dividere tra la cura della propria famiglia e l'impegno nel proprio lavoro. Ecco che per questo motivo da un paio di anni a questa parte sono stati stanziati dei fondi per aiutare le neo mamme a poter tornare al proprio lavoro, lasciando però i propri piccoli a delle baby sitter o assicurandosi un posto presso asili nidi.
Infatti con l'art. 4, comma 3, lettera b), della legge del 28/06/2012 n, 92, è stata introdotta, in via del tutto sperimentale, nel triennio che va dal 2013 al 2015, la possibilità per le neo mamme che lavorano di usufruire di un voucher per asilo nido o per l'acquisto di servizi di baby sitting, per un periodo massimo di 6 mesi.
Per poter usufruire di tale beneficio bisogna fare un'apposita richiesta e nel caso in cui si è provveduti a ritirare il buono ma non lo si è utilizzato bisogna che voi lo restituiate.
In questa guida spiegheremo in cosa consiste il buono e come poter fare per restituire i buoni non utilizzati.

25

Questa iniziativa promossa dall'Inps prevede la possibilità alle mamme di compilare un'apposita domanda da inoltrare all'ente stesso rispettando determinate scadenze. Le domande verranno accettate fin quando non verranno esauriti i fondi stanziati che ammontano alla cifra di 20 milioni di euro. Con tale domanda una neo mamma avrà la possibilità di ricevere 600 euro di buono per i servizi di baby sitting o per l'asilo nido in sostituzione del congedo parentale, fino ad un massimo di 6 mensilità, quindi fino ad un massimo di 6 mesi.

35

Un elemento da tenere bene a mente è che non possono accedervi le donne che sono ancora in gravidanza. L'importo è di 600 euro mensile per ogni mese di congedo parentale a cui la mamma lavoratrice rinuncia. Inoltre tale importo è ridotto in base le ore previste nel proprio contratto, dunque ad un contratto part. Time corrisponde un importo di soli 300 euro.

Continua la lettura
45

La rinuncia del bonus potrà essere effettuato dal giorno dopo in cui la domanda di partecipazione è stata accolta. La domanda dovrà pervenire all'ente previdenziale esclusivamente in via telematica attraverso la stessa procedura svolta per la compilazione della domanda di partecipazione. Nel caso in cui siano già stati ritirati i buoni e dopo si vuole effettuare la rinuncia, tali buoni ancora non utilizzati, dovranno esser restituiti nella sede INPS, presso la quale sono stati ritirati, e così potranno essere annullati. È importante sottolineare che se i voucher non vengono restituiti in caso di rinuncia del bonus, questi verranno considerati come già utilizzati e non si avrà più diritto al congedo parentale.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se volete rinunciare al bonus, restituite i voucher
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come aprire un asilo nido

In questo articolo vedremo come aprire un asilo nido. I bambini sono quanto di più magnifico ci possa essere e vedere la loro crescita è una gioia enorme. Tante persone che hanno una passione immensa verso i bambini vogliono aprire un asilo nido, proprio...
Aziende e Imprese

Come aprire un asilo nido in casa

In tempi di crisi e di difficoltà economici come questi, per poter fronteggiare nel migliore dei modi la situazione che ci ha coinvolti e per trovare una valida occupazione, è molto spesso opportuno puntare sulle proprie forze. Un'attività che sta...
Lavoro e Carriera

Come diventare amministratore di un asilo nido

L'asilo nido è una struttura educativa destinata ai bambini di età compresa tra i 3 mesi ed i 3 anni e che precede l'ingresso alla scuola materna. L'asilo nido è una istituzione di carattere assistenziale ed educativo, derivante da esigenze della società...
Aziende e Imprese

Come gestire un asilo nido aziendale

La gestione di un asilo nido aziendale è abbastanza difficile in quanto bisogna soddisfare sia le esigenze dei lavoratori che quelle dei loro bambini. In questo modo oltre a creare una buona immagine dell'azienda si ha anche la possibilità di creare...
Lavoro e Carriera

Come lavorare in un asilo nido

Se avete una spiccata predisposizione per i bambini, passereste con loro tutto il vostro tempo e amate starvene sedute per terra a fare con loro giochi e attività manuali, allora la vostra strada potrebbe essere quella di aprire o lavorare in un asilo...
Lavoro e Carriera

Come realizzare un asilo nido aziendale

Quando si diventa genitori, la vita lavorativa deve, necessariamente, adattarsi alle nuove esigenze familiari. Non è semplice reperire servizi di supporto adeguati, le cui caratteristiche soddisfino le nostre esigenze in termini di orari, costi e locazione....
Lavoro e Carriera

Come Aprire Un Asilo Nido In Proprio

Gli asili nido accolgono i bambini nella fascia di età compresa tra i 3 e i 36 mesi. Possono essere comunali o privati ma in entrambi i casi devono rispettare delle regole precise per poter essere aperti. Difatti, come qualsiasi altra attività imprenditoriale,...
Aziende e Imprese

Requisiti essenziali per aprire un asilo nido

Aprire un asilo nido può rappresentare, ai giorni d'oggi, un'ottima opportunità imprenditoriale. Il settore dedicato ai servizi per i bambini è infatti in forte crescita. Molti genitori hanno necessità di poter lasciare i propri figli a persone fidate,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.