Videosorveglianza sui luoghi di lavoro: 5 cose da sapere

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Sempre più spesso siamo soggetti, anche involontariamente, di riprese fatte da apparecchiature di videosorveglianza installate per garantire la sicurezza o più semplicemente per motivi organizzativi o produttivi. Basti pensare a tutte le telecamere che incontriamo ogni giorno, come quelle poste al supermercato per contrastare le attività di taccheggio; o quelle poste nelle piazze a fine di controllo della criminalità; o ancora quelle poste da noi stessi nella nostra casa per riprendere i ladri che malauguratamente dovessero presentarsi. Infine le troviamo anche nel luogo in cui lavoriamo: a questo proposito, con questa guida cercheremo di stabilire le 5 cose che è necessario sapere in tema di videosorveglianza sul posto di lavoro.

26

Informativa circa l'uso di telecamere

È obbligatorio da parte del datore di lavoro informare i propri dipendenti con appositi cartelli ben visibili, circa la presenza e l'utilizzo a distanza di apparecchiature di videosorveglianza. Ovviamente tali registrazioni non dovranno essere utilizzare a scapito dei lavoratori, ma solo per necessità organizzative e produttive, nonché per la sicurezza sul posto di lavoro. Inoltre, le immagini raccolte non dovranno essere conservate per più di 24 ore, salvo specifiche esigenze.

36

Posizione delle telecamere

Le apparecchiature di videosorveglianza devono essere posizionate unicamente verso le zone a rischio, e non devono riprendere in modo unidirezionale il lavoratore nel pieno delle sue attività. Inoltre, è severamente vietato posizionare telecamere nei luoghi non destinati al lavoro, come i bagni, la sala mensa aziendale o i luoghi ricreativi.

Continua la lettura
46

Pubblicità dell'attività imprenditoriale

Se il datore di lavoro volesse pubblicizzare la sua attività imprenditoriale attraverso riprese televisive che inquadrino oltre il luogo di lavoro, anche gli stessi lavoratori, è necessaria l'autorizzazione di questi ultimi. I lavoratori hanno la possibilità anche di opporsi a tali riprese.

56

Riprese sui mezzi di trasporto

Per quanto riguarda i mezzi di trasporto, come taxi o autobus, è necessario che le telecamere non inquadrino in modo stabile il conducente. Ciò è dato dal fatto che le riprese sono atte a garantire la sicurezza su tali mezzi e per accertare illeciti da parte dei fruitori del servizio di trasporto. Quindi non è plausibile l'utilizzo di telecamere per controllare il reale svolgimento lavorativo degli addetti, in questo caso l'autista del mezzo.

66

Sanzioni

Per quanto riguarda il mancato rispetto degli obblighi e dei doveri in materia di videosorveglianza sul posto di lavoro, è prevista per il responsabile delle riprese, una sanzione amministrativa pecuniaria che va dai tremila euro ai centottantamila euro, come prevede il codice della Privacy all'articolo 162.
Mentre, per quanto riguarda il reato, previsto dal decreto legislativo del 2003 n°196, si avrà un'ammenda da centocinquanta euro sino a millecinquecento euro o l'arresto da quindici giorni sino ad un intero anno.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

10 cose da sapere sul burnout da lavoro

La sindrome del Burnout è causata da stress lavorativo e tutti i problemi che esso comporta. Questa malattia porta problemi di salute come il deterioramento cardiovascolare, ansia, insonnia, palpitazioni e molti altri ancora. In questa guida vi elenco...
Lavoro e Carriera

Tfr in busta paga: 10 cose da sapere

lI TFR (Trattamento di Fine Rapporto) è un corrispettivo in denaro che spetta ad ogni lavoratore quando cessa la sua attività. Qualsiasi lavoratore ha sempre diritto al TFR quando il rapporto di lavoro termina, anche se il lavoro è casuale, occasionale...
Lavoro e Carriera

Come trovare lavoro alle Canarie

Trasferirsi è sempre un processo che richiede sacrifici, fisici, mentali ed emotivi. Ci si deve separare dalla famiglia e dagli amici, per la prospettiva di un futuro migliore (più lucroso) di quello che ci aspetta, stando nella nostra amata regione....
Lavoro e Carriera

Come trovare lavoro in Indonesia

L'Indonesia è un arcipelago dell'India insulare, formato da più di 17.500 isole. È una repubblica, con capitale la città di Giacarta e rappresenta uno degli Stati più ricchi del mondo, grazie alla sue risorse minerarie ed energetiche. Le sue risorse,...
Lavoro e Carriera

Lavorare all'estero: consigli e cose da sapere

La crisi economica iniziata nel 2008 ha avuto conseguenze funeste sull'occupazione. Quest'ultima è calata in modo vertiginoso fino a raggiungere i livelli attuali. Questo stato di cose ha favorito l'emigrazione all'estero per lavorare. In questo tutorial...
Lavoro e Carriera

Come migliorare le relazioni di lavoro

Quante volte vi è capitato di avere un capo egocentrico, pieno di sé e che non riusciva proprio ad andarvi a genio? E purtroppo non sono solo capi o superiori a poter dare dei problemi sul lavoro, ma anche colleghi e sottoposti. Se siete appena entrati...
Lavoro e Carriera

Come trovare lavoro in California

La California non è rappresentata soltanto dal sole, dalle attrazioni turistiche e dal mare, ma è anche una località degli Stati Uniti che nel corso dei secoli ha registrato una massiccia immigrazione per le tante opportunità lavorative che offre...
Lavoro e Carriera

Le domande da non fare al primo colloquio di lavoro

Affrontare un colloquio di lavoro non è facile. Nonostante le numerose esperienze lavorative, può essere stressante sottoporsi ad una candidatura. Chi ha fatto molta esperienza in questo campo, conosce già le regole di base. Tra queste ci sono le norme...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.