Tutto sul modello di sussidio REI

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il reddito di inclusione (abbreviato, REI) è una misura di contrasto alla povertà, introdotta dal decreto legislativo 15 settembre 2017, n. 147, emanato in attuazione della legge-delega 15 marzo 2017. Il modello è stato messo a disposizione dall'INPS con la circolare 22 novembre 2017, n. 172. Trattasi di un vero e proprio sussidio che le famiglie residenti in Italia che si trovano in stato di difficoltà economica possono richiedere a particolari condizioni personali e reddituali, compilando un apposito modello. Tutto quanto è necessario per ottenerlo è esposto nei passi che seguono.

26

In cosa consiste

Il sussidio REI è caratterizzato da due tipologie di misure distinte: un contributo economico ed un progetto ad hoc. Il contributo economico è costituito da una somma di denaro (che può variare da un minimo di circa centottantasette euro a un massimo di circa quattrocentottantacinque euro, a seconda del numero di componenti il nucleo familiare) che viene erogata mensilmente per il tramite di una carta di pagamento elettronica (dello stesso tipo della carta regionale dei servizi), per un periodo massimo di diciotto mesi. Il progetto ad hoc è un percorso organizzato a livello locale, da parte dei servizi sociali comunali, volto al reinserimento lavorativo e sociale della persona in difficoltà e degli altri componenti il nucleo familiare della stessa.

36

I requisiti familiari

Per poter accedere al sussidio REI è necessario che la famiglia del richiedente possegga almeno una delle seguenti condizioni: presenza di un minorenne; presenza di un diversamente abile, oltre che di un suo genitore e/o tutore; presenza di una donna in stato di gravidanza; presenza di un ultracinquantacinquenne in stato di disoccupazione.

Continua la lettura
46

I requisiti economici

Oltre ai requisiti soggettivi, il nucleo familiare del richiedente deve possedere tutti i seguenti requisiti: un valore ISEE relativo all'ultimo periodo non superiore a seimila euro; un valore ISRE relativo all'ultimo periodo non superiore a tremila euro; un patrimonio immobiliare, diverso dalla prima casa, di valore non superiore a ventimila euro; un patrimonio mobiliare di valore non superiore a diecimila euro (ridotto a ottomila euro in caso di nucleo composto da due persone e a seimila euro in caso di nucleo composto da una sola persona).

56

Come richiederlo

Il richiedente deve compilare un'apposita domanda, consistente in un modello di dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà (la cosiddetta "autocertificazione"), contenente, oltre a tutti i dati personali e a quelli dei componenti il nucleo familiare, la descrizione dei requisiti soggettivi posseduti e la sussistenza di tutti i requisiti economici. È possibile presentare la domanda a partire dal primo dicembre 2017.

66

Il modulo di domanda

Il modulo è reperibile sul sito internet istituzionale del ministero del lavoro e del welfare, nonché sul sito web dell'INPS, ricercandolo tra i documenti disponibili al download, col codice MV56. Una volta compilato, il modulo va presentato presso il comune di residenza del richiedente, ovvero presso altri punti di accesso indicati dal comune.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come ottenere il sussidio di disoccupazione per i precari

Per i lavoratori dipendenti che perdono il lavoro perché licenziati o per sospensione dal lavoro per cause non imputabili la lavoratore e né al datore di lavoro, in presenza di determinati requisiti l'Inps garantisce l'erogazione di un assegno di disoccupazione...
Richieste e Moduli

Come fare l'integrazione del modello 730

Il modello 730 è un documento che deve essere compilato per fare la dichiarazione dei redditi. Fino a quest'anno la compilazione del modello 730 era competenza di ragionieri e Caf, ovvero il Centro assistenza fiscale. Dal 15 aprile 2015, invece, il modello...
Richieste e Moduli

Come e quando presentare il modello 730

Il modello 730, utilizzato in larga parte dai lavoratori dipendenti, dai pensionati e da tutta una categoria di soggetti aventi reddito, è un modello che viene presentato per poter effettuare la dichiarazione dei suddetti redditi maturati nel corso dell'anno...
Richieste e Moduli

Come consegnare il modello Eas

Il modello EAS è un modulo necessario ad effettuare la trasmissione di dati rilevanti ai fini fiscali che deve essere compilato dagli enti associativi. La trasmissione del modello EAS all'agenzia delle Entrate locale è importante al fine di usufruire...
Richieste e Moduli

Come compilare il modello F23 per pagare l'Imposta registro trasferimento terreni

Se per caso si deve fare il modello F23 per pagare l'Imposta di registro sul trasferimento dei terreni e non si hanno le idee chiare e poca pratica sulla sua compilazione qualche consiglio diventa proprio necessario. Nel documento si troveranno i vari...
Richieste e Moduli

Consigli per la corretta compilazione del modello Unico

Il modello di dichiarazione unificato compensativo (conosciuto meglio con il nome di "Modello Unico") rappresenta un mezzo attraverso cui il contribuente (come un lavoratore dipendente che deve dichiarare o autonomo, un Ente Non Commerciale che possiede...
Richieste e Moduli

Come fare il ravvedimento per errata indicazione importo su Modello F24

Il modello F24 è un modulo, ovvero un documento in parte già compilato con il quale si possono pagare diverse tasse. Tempo fa infatti, per ogni tassa c'era un modello specifico, ora esiste un modello unico che è appunto il modello F24. Quindi, da questo...
Richieste e Moduli

Errori comuni da evitare nella compilazione del modello 730

Il modello 730, così come il modello Unico, rappresenta sicuramente uno dei certificati più importanti nella dichiarazione dei redditi. Si tratta di un documento indubbiamente fondamentale, la cui compilazione può portare però spesso a commettere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.