Tutela sanitaria per badanti e colf

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Le figure professionali della badante e colf sono sempre più diffuse e, giustamente devono essere tutelati anche dal punto di vista assistenziale. Per questo motivo, il momento in cui è stato sottoscritto il contratto nazionale per i lavoratori domestici, le associazioni dei datori di lavoro hanno dato vita ad un organo governato dalle stesse associazioni la "Cassacolf", la quale si impegna a fornire un'assicurazione sanitaria alle badanti e colf e, che nello stesso tempo tutela i datori di lavoro in caso d'infortunio del dipendente. Cassacolf mette a disposizione trattamenti sanitari integrativi per infortunio e ricovero ospedaliero, rimborsa integralmente i ticket per le visite specialistiche. Per usufruire dei trattamenti previsti occorrerà dimostrare di essere iscritti e, di aver versato i contributi previsti per un anno. Vediamo insieme di approfondire l'argomento sulla tutela sanitaria per badanti e colf.

27

Iscrizione

L'iscrizione è automatica al momento in cui il lavoratore viene regolarizzato presso l'INPS e va provata semplicemente esibendo la ricevuta dei versamenti dei contributi, contributi che vengono erogati dall'Ente di Previdenza Nazionale e poi da esso girati a Cassacolf. L'importo previsto è nella misura di 3 centesimi di euro per ogni ora di lavoro, a carico del datore di lavoro e di 1 centesimo a carico del lavoratore.

37

Contributi

Per avere diritto alle prestazioni di Cassacolf tuttavia, è necessario che l'intero ammontare dei contributi versati sia di almeno 25 euro, cifra che si raggiunge dopo lo svolgimento di 834 ore di lavoro e che solitamente viene raggiunta dopo due anni di rapporto continuativo.

Continua la lettura
47

Indennità

Il lavoratore che sia in regola con i versamenti prescritti ha diritto a un'indennità giornaliera di 20 euro per ogni giorno di ricovero presso un ospedale a partire dal terzo giorno di degenza e per un periodo massimo di 20 giorni per anno solare. Anche la conseguente convalescenza viene integrata con 20 euro giornalieri per un massimo dieci giorni per ogni anno. La tutela sanitaria per colf e badanti si estende anche al rimborso integrale dei ticket che vengono pagati per ottenere prestazioni altamente specializzate presso ospedali pubblici.

57

Cassacolf

L'iscrizione a Cassacolf è prevista anche per il datore di lavoro che deve tutelarsi da eventuali incidenti in cui possano incorrere i dipendenti per sua responsabilità civile. Per questo motivo viene stipulata in suo favore una polizza assicurativa di RC che risarcisca gli infortuni, anche mortali, di colf e badanti fino a un massimale di 50.000 euro. Questa particolare polizza ha anche la clausola "in itinere", ciò significa che tutela anche nel caso in cui i dipendenti incorrano in infortuni lungo il tragitto che li conduce da casa propria al luogo di lavoro.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Previdenza e Pensioni

Come calcolare i contributi INPS di una badante

Quando qualcuno in famiglia non è più autosufficiente, si cerca di trovare un aiuto in quanto tra lavoro e famiglia non ci si può dedicare alla loro cura come si vorrebbe. In questo caso, l'ideale sarebbe quella di assumere una badante a tempo pieno...
Previdenza e Pensioni

Come richiedere gli assegni familiari per i lavoratori domestici

Gli assegni familiari rappresentano sicuramente un sostegno molto importante per le famiglie in difficoltà e vengono riconosciuti in favore di tutti i lavoratori regolarmente assunti, per i quali vengono versati i contributi. Un diritto che spetta, dunque,...
Previdenza e Pensioni

5 cose da sapere sulla maternità obbligatoria

La maternità obbligatoria rappresenta il periodo in cui la madre lavoratrice deve esimersi dal lavoro. Qui di seguito, verranno riportate le 5 cose più importanti da sapere sul congedo obbligatorio, trascritte nel decreto legislativo n. 151 del 26 marzo...
Previdenza e Pensioni

Come formalizzare l'assunzione di un lavoratore domestico

Vengono considerati lavoratori domestici tutti coloro che svolgono un servizio nell'ambito familiare, come i cuochi, le baby sitter, le badanti, ecc. La procedura che deve essere seguita per regolarizzare l'assunzione di queste figure lavorative non...
Previdenza e Pensioni

Come assicurarsi il rimborso delle spese mediche con il Fondo Est

Tra i tanti fondi assicurativi relativi all'assistenza sanitaria, possiamo trovare il Fondo Est. Grazie all'accordo stipulato fra il Fondo Est e la società Unisalute, è possibile, da parte di tutti gli iscritti, usufruire di una vasta gamma di servizi...
Previdenza e Pensioni

I lavori usuranti ai fini dell'età pensionabile

Il legislatore aveva già previsto, nel 1999, una tutela per i lavoratori impegnati in mansioni usuranti. Nel 2012, tale legge è stata modificata, dando la possibilità di accedere alla pensione anticipata per determinate categorie di lavoratori per...
Previdenza e Pensioni

Come calcolare i contributi da versare alla domestica

In questo tutorial vi spieghiamo come calcolare i contributi da versare alla domestica. L'assunzione di una collaboratrice domestica, oppure una colf, da parte della famiglia implica la sottoscrizione di un contratto regolare di lavoro, dove dovranno...
Previdenza e Pensioni

Come richiedere il permesso di soggiorno per motivi familiari

Un immigrato con regolare permesso di soggiorno per l’Italia, se in un secondo momento ne richiede uno anche per un familiare allo scopo di ricongiungersi, deve dimostrare con dei documenti che la richiesta si fonda su validi motivi. In questo caso,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.