Tutela dell'ambiente di lavoro: misure di prevenzione

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La tutela dell'ambiente di lavoro è responsabilità del datore di lavoro, il quale si deve attenere a quanto prescritto dalla legge (Decreto Legislativo 9 aprile 2008, nr. 81). Gli art. 15 - 54 chiariscono maggiormente il tema della tutela dell'ambiente di lavoro e le misure di prevenzione. Principalmente si rende necessario eliminare o ridurre se possibile qualunque rischio individuato all'interno dell'azienda che possa ledere la salute psicofisica dei lavoratori. A partire dal 1 giugno 2013 anche le aziende con meno di 10 dipendenti devono redarre il "documento generale sui rischi" prima dell'inizio dell'attività.

26

Formare i lavoratori in materia di sicurezza

Il datore di lavoro ha l'obbligo di indire corsi di formazione e aggiornamento per i dipendenti in tema di prevenzione dei rischi all'interno dell'azienda; prevalentemente in materia di primo soccorso, antincendio ed evacuazione. Con le informazione acquisite i lavoratori sono in grado di riconoscere e talvolta controllare eventuali rischi all'interno dell'azienda.

36

Creare postazioni di lavoro ergonomiche

Le attrezzature e gli impianti di lavoro e i metodi di lavoro e di produzione devono tendere alla riduzione (o eliminazione ove possibile) degli effetti negativi del lavoro ripetitivo sulla salute della persona. Banalmente, all'interno di un ufficio si dovrebbe prestare attenzione all'altezza della scrivania e a quella della sedia affinché il lavoratore non si rovini la postura.

Continua la lettura
46

Predisporre il controllo sanitario dei lavoratori

Il controllo sanitario dei lavoratori ha scopo di accertamento circa l'idoneità della persona a svolgere una determinata mansione senza incorrere in rischi per sè o per gli altri collaboratori ma anche per monitorare lo stato di salute del lavoratore nel tempo. A fine della visita di controllo, il medico competente ne esprime un giudizio di idoneità o meno.

56

Effettuare controlli e riparazioni su impianti o attrezzi

I luoghi lavorativi, gli impianti, le attrezzature, i dispositivi devono essere sottoposti a regolare manutenzione tecnica ma anche di pulitura. Gli eventuali pezzi difettosi di un impianto vanno sostituiti affinché non danneggino il lavoratore per via del suo utilizzo. Se ciò non bastasse, l'attrezzo andrebbe eliminato.

66

Sgombrare le uscite di sicurezza

Le vie di circolazione interne ed esterne all'azienda devono essere sgombere da qualsiasi cosa impedisca il loro ottimale utilizzo durante un'eventuale emergenza. E necessario pertanto che i lavoratori vengano periodicamente sottoposti a simulazioni di rischio (ed esempio rischio di incendio) per memorizzare il percorso di uscita di sicurezza. All'interno dell'edificio è obbligatorio segnalare i percorsi delle uscite di emergenza attraverso cartine che indichino l'uscita più prossima a seconda di dove ci si trova.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Sicurezza sul lavoro: il corso RSPP

La sicurezza sul lavoro è un tema molto importante che tutte le ditte dovrebbero rispettare mantenendo sempre informati e aggiornati i propri dipendenti, dotandoli di tutti gli strumenti previsti dalla normativa vigente in materia di sicurezza sul lavoro....
Aziende e Imprese

Sicurezza sul lavoro: obblighi del datore di lavoro

In tutte le aziende sono i datori di lavoro (dirigenti o persone con incarichi dirigenziali) le prime figure che devono saper garantire la sicurezza: sono infatti i soggetti sui quali ricade appunto l’obbligo di mantenerne alti i livelli! Tali figure...
Aziende e Imprese

Cos'è il macro-ambiente di un'azienda

Carissimi lettori, nella guida che avrete la possibilità di leggere, andremo a parlare di aziende, occupandoci di spiegare un concetto particolare: che cos'è il macro-ambiente di un'azienda.Cercheremo di offrirvi una risposta semplice, sintetica, ma...
Aziende e Imprese

10 accorgimenti per migliorare la sicurezza sul lavoro

Ogni anno, più di 2 milioni di lavoratori sono vittime di incidenti fatali che avvengono sul posto di lavoro; 153 sono invece le persone che ogni 15 secondi finiscono per farsi male in modo più o meno serio, all'interno del proprio contesto lavorativo....
Aziende e Imprese

Benessere a lavoro: l'ufficio ideale

L'ufficio è il luogo dove si trascorre la maggior parte delle giornate, in genere si passa più tempo lì che a casa e proprio per questa ragione, è necessario imparare a convivere con questo ambiente, anche se in realtà sarebbe il caso che sia "lui"...
Aziende e Imprese

Smart working: normativa per la sicurezza

Viene definito smart working (cioè, lavoro agile) quella forma di rapporto di lavoro subordinato che persegue una duplice finalità: incrementare la produttività del lavoratore e al contempo consentire allo stesso la possibilità di conciliare gli impegni...
Aziende e Imprese

Come motivare un gruppo di lavoro

Per gruppo di lavoro si intende un team formato da persone con professionalità diverse che si riuniscono per operare assieme, in maniera coordinata al fine di affrontare e risolvere un problema che non sarebbe, altrimenti, risolvibile dai singoli componenti...
Aziende e Imprese

Come regolarizzare il lavoro saltuario

Il mondo del lavoro, specialmente negli ultimi anni, ha subito notevoli cambiamenti. Infatti sono presenti diverse tipologie di contrattato che configurano determinati rapporti di lavoro. In questa guida porremo maggiormente l'attenzione su un particolare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.