TFR: termini di pagamento e mancato pagamento

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il TFR rappresenta un tesoretto che viene messo a disposizione di ogni lavoratore, nel caso in cui quest' ultimo lascia il posto di lavoro oppure venga licenziato. Il TFR è dunque il trattamento di fine rapporto che spetta al lavoratore e che viene concesso dal datore di lavoro. Molte volte il TFR può essere accumulato e retribuito anche poco alla volta dopo un certo numero di anni che il lavoratore offre la propia prestazione ad una determinata azienda. Nei momenti di difficoltà infatti, è possibile richiedere il TFR, tutto dipende dal datore di lavoro. Ecco quali sono nello specifico i termini di pagamento e il mancato pagamento nel TFR..

25

Occorrente

  • busta paga
35

Pagamento del TFR.

Il pagamento del TFR consiste praticamente in una somma di denaro che è stata accumulata nel corso degli anni lavorativi. Il calcolo di esso viene effettuato svolgendo una somma relativa ad ogni anno di lavoro divisa per un coefficiente pari a 13,5. Questo valore deve essere elargito al lavoratore, immediatamente nel momento in cui cessa il rapporto di lavoro in modo tale da garantire il rispetto di ciò che è previsto dai Contratti collettivi nazionali di categoria.

45

Mancato pagamento.

I termini per definire il mancato pagamento del TFR, sono stabiliti dalla legge, poiché la legge stabilisce i tempi entro i quali il datore deve procedere alla liquidazione del TFR al lavoratore. Gli interessi vanno calcolati fino al momento dell'effettivo pagamento quindi l'ex datore deve affrettarsi ad elargire la somma che spetta al ex dipendente. Se non si dovesse giungere a tale risultato, si potrà procedere attraverso azioni legali per risolvere la controversia. Infatti il datore di lavoro può andare in contro a spiacevoli situazioni, per esempio: può essere messo in mora dal dipendente, può ricevere un decreto ingiuntivo di pagamento e ritrovarsi contro un' azione di pignoramento, può subentrare l' INPS che potrà rivolgersi al datore con tutte le risorse necessarie per recuperare la somma che spetta al dipendente. Il trattamento di fine rapporto può anche essere richiesto prima dell'effettiva cessazione dello stesso ma devono essere stati effettuati almeno 8 anni di servizio e si può chiedere un'anticipazione che non sia maggiore del 70% del totale.

Continua la lettura
55

Calcolo TFR

Il TFR viene calcolato, dunque valutando un importo pari alla retribuzione annua divisa per 13,5 e il risultato ottenuto va sommarsi alle quote degli anni precedenti. Ogni quota deve essere decurtata dello 0,5% al fine di essere destinato all'INPS come contributo riguardante la pensione.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come inoltrare una vertenza sindacale

Nella guida che segue vi saranno spiegati i vari passaggi che consentono di inoltrare una vertenza sindacale, compresi i pre-requisiti necessari per potersi affidare a lei e le situazioni nelle quali normalmente si procede. Una vertenza sindacale è di...
Lavoro e Carriera

Come richiedere il TFR non corrisposto

L'attuale periodo di crisi economica, che sta attanagliando l'Italia e in generale tutta l'Europa, mette in difficoltà ogni giorno tantissime aziende. Molto spesso infatti, alcune di esse, a causa di tutto questo, non hanno alcuna possibilità di versare...
Lavoro e Carriera

Come dare le dimissioni per giusta causa

Talvolta alcune problematiche personali, motivi di salute o cambi di città, possono indurre a rinunciare al posto di lavoro. Questa azione, rientra nel programma stilato dallo statuto del lavoratore, e si chiama "dimissioni per giusta causa", per cui,...
Richieste e Moduli

Come accedere al fondo di garanzia INPS

Quando si parla di Fondo di Garanzia INPS ci si riferisce a quello strumento che l'Istituto Nazionale della Previdenza Sociale mette a disposizione dei lavoratori per la riscossione del TFR (Trattamento di Fine Rapporto) e dei crediti di lavoro in caso...
Lavoro e Carriera

Licenziamento e dimissioni

Per estinguere un rapporto di lavoro, è necessario che entrambe le parti cioè sia il datore di lavoro che il dipendente, recedano da un rapporto lavorativo con un licenziamento o con delle dimissioni. Tutte e due le cose, sono disciplinate con le leggi...
Lavoro e Carriera

Come comportarsi quando lo stipendio viene pagato in ritardo

Un lavoratore per legge deve essere retribuito con un regolare stipendio in una data ben precisa, ma un eventuale ritardo può creargli problemi di diversa natura; infatti, il denaro oltre che per comprare il cibo, gli serve anche per pagare le utenze,...
Richieste e Moduli

Mancata retribuzione: come procedere

Il lavoratore, in cambio della propria attività lavorativa, riceve un controvalore economico, solitamente mensile, denominato retribuzione. Capita talvolta che questo compenso non venga pagato dal datore di lavoro nei tempi previsti. Le cause per tale...
Lavoro e Carriera

Come gestire una lettera di richiamo

Quando si parla di una lettera di richiamo, si fa riferimento ad un provvedimento disciplinare che viene presentato per iscritto da un superiore ad un dipendente. Si tratta sostanzialmente di un richiamo che il lavoratore riceve a seguito di un comportamento...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.