Tares: come si calcola

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il Tributo comunale sui rifiuti e sui servizi (TARES) non è altro che una tassa entrata in vigore nel 2013 e consiste in un’imposta calcolata in proporzione alla superficie dell’immobile. Grazie alla sua raccolta, ogni Comune potrà far fronte alle spese di raccolta e smaltimento rifiuti, dato che fino allo scorso anno, i costi era in parte coperti anche da finanziamenti statali. Solitamente, il Comune invia ai cittadini un modulo (F24) precompilato con l’importo già calcolato da versare, ma è bene verificare se la somma corrisponde al dovuto. Nella seguente guida, infatti, attraverso pochi e semplici passaggi, vi illustrerò come si calcola la TARES. Vediamo quindi come procedere.

26

Occorrente

  • modulo (F24) precompilato
  • visura catastale
  • quota per i servizi indivisibili
36

Ogni singolo Comune

Ogni singolo Comune potrebbe apportare delle riduzioni sulle tariffe da applicare in funzione della congruità rispetto ai servizi offerti e dalla capienza delle casse comunali. La riduzione potrebbe essere al massimo del 30%. Se il regolamento comunale lo prevede, ulteriori “sconti” possono essere applicati in caso l’immobile sia provvisto di autonoma “compostiera” o, nel caso il caso il Comune effettui una raccolta differenziata domestica, può essere applicata una riduzione per la singola tipologia di rifiuto prodotto.

46

I parametri

Entrano nei parametri anche il numero di occupanti/residenti nell'abitazione, la destinazione d’uso dell’immobile ed il volume di rifiuti prodotti. Successivamente, all'importo così calcolato, va aggiunta la quota per i servizi indivisibili, rappresentata da 0,30 € per metro quadrato. Per le percentuali specifiche da adottare, ogni comune ha delle tariffe proprie a cui pertanto si rimanda per la determinazione corretta dell’importo da versare. Sono assoggettabili a questa imposta tutti i locali “coperti”, pertanto sono incluse le rimesse, le taverne, le cantine, i garage, i porticati coperti, le verande chiuse e altro, ma anche i sottotetti qualora siano rifiniti e pavimentati; mentre sono escluse le terrazze, i balconi ed i portici/pergolati privi di copertura fissa.

Continua la lettura
56

Il calcolo

Il calcolo della TARES in sé è piuttosto semplice e la modalità e simile alla determinazione della TARSU o della TIA a cui è necessario aggiungere anche un quota fissa proporzionale alla superficie abitata per i servizi indivisibili. L’imponibile su cui effettuare il calcolo rimane la superficie catastale. Per gli immobili ad uso ordinario è necessario calcolare l’80% di questo valore. Se non dovesse essere disponibile la visura catastale per un immobile ad uso civile, essa dovrà essere dichiarata dall'occupante medesimo o dal proprietario stesso.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Rivolgersi all'Ufficio Ambiente del comune di appartenenza.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

UIC: come funziona e come si paga

La UIC o IUC, Imposta Unica Comunale, è una tassa tassa che ha avuto la sua applicazione quest'anno. Il sistema fiscale, a livello nazionale e comunale, è cambiato ed attualmente le tasse relative all'abitazione sono state unificate nella IUC. Questa...
Finanza Personale

TARI: cos'è e come pagarla

La Tari rientra nella IUC, ovvero l'imposta unica comunale. Tramite la Tari ci è possibile pagare le tasse per garantire la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti urbani. Nonostante il cambiamento nel nome, non ci sono grandi differenze rispetto alla...
Finanza Personale

Come pagare i bollettini postali online

Se ci si dimentica di pagare determinati bollettini (della luce, del gas, del canone RAI, della Tares, ecc.) e gli Uffici postali sono chiusi, non bisogna agitarsi, perché avendo una carta prepagata "Postepay" o un "Conto BancoPosta" (di qualunque tipologia)...
Richieste e Moduli

Come compilare il modello F24 per la Tari

Attualmente, per pagare la Tari, la tassa rifiuti istituita dall'articolo 1, l'Agenzia delle entrate ha emesso una ridenominazione dei codici tributo usati prima per la Tares. Sono molte le domande che si compongono i cittadini riguardo questa tassa:...
Finanza Personale

Come si calcola la rendita catastale degli immobili

Il Catasto stabilisce la rendita degli immobili che possiede un proprietario. Per sapere a quanto ammonta la rendita catastale, basterà ottenere i documenti necessari e consegnarli agli uffici del Catasto. Ciò è utile per calcolare l'IMU di un immobile,...
Finanza Personale

Come si calcola la rendita catastale per il pagamento dell’imu

Da qualche anno a questa parte è stata introdotta l'IMU. Tale tassa altro non è che la vecchia ICI, ovvero la tassa sugli immobili che tutti i contribuenti possessori di beni immobili devono pagare. Ciò che differenzia l'IMU però, oltre ad essere...
Finanza Personale

Come fare un piano di investimento

Nonostante il periodo di crisi, tanti "risparmiatori" guardano al futuro auspicando un andamento economico migliore e vorrebbero investire anche soltanto delle piccole somme di denaro, ma non sanno a chi rivolgersi oppure come occorre procedere efficacemente....
Lavoro e Carriera

Come compilare il modello F24 semplificato

Il modello F24 semplificato, introdotto il 1 Giugno 2012, è uno strumento volto ad agevolare i contribuenti per il pagamento delle imposte regionali e degli Enti Locali, compreso il pagamento dell' Imu. Si tratta di un modello semplice. Composto da una...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.