Supply chain: i principali step

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il processo di gestione della supply chain ha un enorme significato nell'esecuzione di operazioni chiave per quasi tutte le organizzazioni. Senza una supply chain di successo, i processi potrebbero fermarsi ad un livello basso e ridurre i risultati. Con le catene di fornitura in continua evoluzione, il processo di gestione della supply chain è diventato una funzione dedicata. Ai responsabili della filiera viene data la responsabilità di garantire che la catena di approvvigionamento, sia essa esterna o interna, sia efficiente ed economica. Ecco allora quali sono i principali step.

26

La pianificazione

La pianificazione è la parte strategica del processo di gestione della supply chain, per trovare il miglior progetto possibile su come soddisfare il requisito finale. I manager dovrebbero identificare un elenco di componenti chiave come la posizione e le dimensioni dell'impianto, la progettazione del magazzino, i modelli di consegna e la gestione delle soluzioni. Ma non solo, il processo di gestione della supply chain sarebbe incompleto se le matrici chiave come la modellizzazione dei costi di trasporto e i modelli di efficienza del magazzino non fossero sviluppati.

36

Le fonti

In questa fase della gestione della supply chain, l'accento è posto sull'accertamento dei fornitori più affidabili di materie prime, in modo che il processo produttivo non possa mai essere messo a rischio. Tuttavia, se durante le operazioni si verificano condizioni difficili, i responsabili della supply chain devono garantire che i punti critici del ciclo di fornitura vengano sempre monitorati.

Continua la lettura
46

L'esecuzione

Questa è la fase in cui vengono implementati i processi ben progettati in modo che venga data una forma percepibile ai piani esistenti sotto forma di prodotti fabbricati pronti per il collaudo, l'imballaggio e la consegna. Non solo, i risultati in questa fase vengono quantificati in modo tale da ottenere la massima efficienza possibile.

56

La consegna

In una supply chain, quando si raggiunge questa fase i manager hanno il compito di consegnare il prodotto / servizio nella giusta quantità, nel posto giusto e nel momento giusto, impiegando i vettori adatti. I responsabili della supply chain dovrebbero essere completamente equipaggiati con moderni strumenti informatici per tenere traccia della, nonché della fatturazione e delle ricevute di pagamento.

66

Il reso

La gestione dei resi è l'ultima fase del processo di gestione della supply chain. Non si tratta solo di rivedere i prodotti restituiti per scopi di qualità, ma anche di gestire il loro inventario. I responsabili della supply chain dovrebbero implementare le proprie risorse supportandole con trasporti più veloci e sostituzioni più rapide. La gestione dei resi dovrebbe essere una misura di miglioramento del valore agli occhi dei responsabili della supply chain e devono garantire che ogni misura auspicabile venga presa al massimo dell'efficienza.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come ottimizzare la Supply Chain

Se abbiamo a che fare con un'azienda che ha continui contatti con fornitore e soprattutto un grande magazzino, sappiamo benissimo di cosa stiamo parlando. Mentre se il termine inglese "Supply Chain" vi è poco chiaro, eccovi una guida utile. Intanto chiariamo...
Aziende e Imprese

La supply-side economics o economia dell’offerta

La supply-side economics, o economia dell'offerta, è una teoria che si basa sulla premessa che le aliquote fiscali elevate possono danneggiare l'economia nazionale, scoraggiando il lavoro, la produzione e l'innovazione. L'adozione del presidente Ronald...
Aziende e Imprese

Le principali regole per avviare un agriturismo

L'apertura di un agriturismo può essere un'ottima formula per ottenere guadagni molto interessanti. Un'idea di questo tipo non deve fermarsi di fronte alla burocrazia e alle questioni puramente economiche. Al giorno d'oggi, sono oltre 20 mila le attività...
Aziende e Imprese

Come Determinare I Principali Aggregati Economici Di Bilancio

Comunemente il bilancio, per fattori culturali, è visto come un aspetto amministrativo. Il fine della presente guida è di indicare le modalità di Determinare dei principali aggregati economici partendo dal volume d'affari fino ad arrivare all'utile...
Aziende e Imprese

Le principali differenze tra impresa individuale e società

Quali sono le principali caratteristiche che separano la ditta individuale dalla società? E cosa intendiamo, nello specifico, quando ci riferiamo a ciascuna di queste due forme societarie? In questa guida vogliamo illustrarvi le più importanti differenze...
Aziende e Imprese

Le principali attività in un supermercato

Carissimi lettori, all'interno della guida che seguirà e si svilupperà nei passi successivi andremo a cercare di comprendere quali siano le principali attività interne in un supermercato.Svilupperemo questo tema in modo tale da rendere il complesso...
Aziende e Imprese

I 10 errori principali in fase di colloquio

Il lavoro è ormai qualcosa di davvero difficile da trovare. Con la disoccupazione altissima che sta colpendo migliaia e migliaia di giovani, quando si presenta l'occasione di un colloquio, non bisogna lasciarsi perdere questa importante opportunità...
Aziende e Imprese

I principali obblighi del venditore e del compratore

Quando avviene una compravendita ci sono degli obblighi precisi che vanno rispettati, sia dalla parte del venditore che di colui che compra il bene in questione. Perché la compravendita sia valida occorre prima di tutto che le due parti siano in grado...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.