Smart Working: pro e contro per il lavoratore

Tramite: O2O 27/08/2020
Difficoltà: media
16

Introduzione

Smart Working o lavoro agile è il termine che indica l'alternativa al consueto lavoro in sede aziendale o negli pubblici uffici. Venuto alla ribalta nel drammatico periodo del lockdown, ha consentito in alcuni settori lavorativi, un minimo di continuità per migliaia di lavoratori. Grazie a questa opportunità, favorita dalle diffusione capillare di strumenti informatici e digitali, molti lavoratori hanno fatto l'esperienza dello Smart Working direttamente nelle proprie abitazioni. Tutto questo a vantaggio o svantaggio per il datore di lavoro, ma soprattutto per il lavoratore. Ecco i principali pro e contro dello Smart Working per il lavoratore.

26

Flessibilità oraria

Tra i pro dello Smart Working per il lavoratore vi è la flessibilità oraria che rappresenta il sogno dei lavoratori che, ad esempio, hanno degli orari molto scomodi. Lavorando da casa il lavoratore ha maggiore libertà di gestione del proprio tempo. Alcuni lavori si possono eseguire anche nelle ore notturne. In questo caso c'è un incentivo ad una maggiore produzione o rendimento. Un lavoratore più sereno garantisce risultati migliori ai fini personali e all'azienda. Lo Smart Working consente la continuità lavorativa che assicura un regolare stipendio anche in tempi difficili come è accaduto nel lockdown.

36

Risparmio economico

Un aspetto molto apprezzato dal lavoratore durante lo Smart Working è il consistente risparmio economico. La maggior parte delle persone si reca al lavoro con l'auto personale o con i mezzi pubblici. In alcuni casi utilizzano il treno o l'aereo. Si evince che queste modalità di spostamento verso la sede lavorativa hanno un costo più o meno oneroso. Le spese di viaggio per alcune categorie di lavoratori rappresentano un'uscita considerevole. Lavorare da casa azzera completamente questa questa somma necessaria per recarsi al lavoro. Un'altra spesa che si riduce nello svolgimento dello Smart Working è quella per abbigliamento e calzature. A secondo della sede lavorativa si utilizza un tipo di abbigliamento consono all'ambiente, come una banca o un ufficio della pubblica amministrazione. Lavorando nella propria abitazione si possono utilizzare capi di abbigliamento più comodi, soprattutto se non si fanno collegamenti video con il datore di lavoro o con i clienti.

Continua la lettura
46

Difficoltà lavorative in contesti familiari particolari

Tra i contro dello Smart Working per il lavoratore ha una certa rilevanza la difficoltà di lavorare in contesti familiari particolari. Innanzitutto per lavorare da casa con profitto occorre uno spazio indipendente da adibire a studio per posizionare il computer ed altra strumentazione utile per lo svolgimento dell'attività. Alcune abitazioni sono molto piccole e inadatte allo Smart Working. Poi si deve tenere conto della eventuale presenza di bimbi piccoli o anziani non auto sufficienti. Per espletare le varie pratiche serve concentrazione e silenzio. In questi casi, il lavoratore sarà soggetto a continue distrazioni che potrebbero pregiudicare il rendimento, la qualità e la quantità del lavoro da casa.

56

Difficoltà per carenza di strumentazione tecnologica

La carenza di strumentazione tecnologica è una difficoltà oggettiva che impedisce lo Smart Working o lo compromette in maniera considerevole. Per lavorare da casa occorre una connessione internet veloce e potente. Occorrono computer professionali e l'installazione di diversi programmi utili a svolgere i vari compiti. Per alcune attività serve anche strumentazione digitale come i tablet per poter utilizzare i servizi digitali, impossibili per il software dei comuni computer. Le pubbliche amministrazioni utilizzano degli accessori che digitalizzano i computer per utilizzare documenti digitali come la carta d'identità elettronica.

66

Assenza di rapporti umani con colleghi e datore di lavoro

Lo Smart Working penalizza il lavoratore in un ambito molto sensibile come quello dei rapporti umani. Diversi lavori offrono risultati eccellenti se fatti da un team di professionisti. L'empatia che si genera in questi contesti porta a confronti molto produttivi ai fini del raggiungimento di ottimi risultati. La solitudine del lavoro da casa amplifica le distanze e rallenta le comunicazioni. Questa freddezza generata dall'interazione tramite schermo influisce negativamente sui risultati. Alcuni lavoratori necessitano di continuo sostegno e di conferme sulla correttezza del compito svolto in tempo reale.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Gestire e ottimizzare lo smart working: consigli utili

Lo smart working (letteralmente lavoro agile) viene utilizzato nel business per indicare una modalità di lavoro non vincolata ad orari oppure da luoghi. Esso viene stabilito mediante un accordo tra dipendente e datore di lavoro. Questa pratica responsabilizza...
Lavoro e Carriera

Smart working: come organizzare una postazione

Lo smart working (lavoro agile) è una nuova filosofia manageriale caratterizzata dall'assenza di vincoli orari e spaziali. La sua organizzazione viene stabilita tramite accordo tra dipendente e datore di lavoro. È una modalità che aiuta il dipendente...
Lavoro e Carriera

Contratto di apprendistato: pro e contro

L'apprendistato è una fase pre-lavorativa, che consente all'aspirante lavoratore di imparare il mestiere che si è proposto di svolgere in futuro. Proprio per questo motivo, una delle forme più impiegate per l'inserimento dei giovani nel mondo dei lavoratori...
Lavoro e Carriera

I pro e i contro del lavoro notturno

Molto spesso può capitare di essere indecisi se accettare o meno la proposta di un lavoro che si svolge di notte. In questi casi, diventa sempre fondamentale comprendere quali siano gli aspetti positivi e negativi da considerare con attenzione, prima...
Lavoro e Carriera

Liberi professionisti: i pro e i contro

Il libero professionista è un individuo in grado di prestare un servizio specifico in cambio di un corrispettivo in denaro. Nella maggior parte dei casi, il libero professionista è iscritto ad un albo e lavora con partita IVA. Dall'idraulico al giornalista...
Lavoro e Carriera

Dimissioni del lavoratore: il principio di libera recedibilità

Il lavoro è una delle attività più importanti per la vita di ogni persona ma, sebbene ci si trovi in un periodo di profonda crisi economica, può capitare di voler smettere di lavorare, o di cambiare lavoro. In ambedue i casi, la legge prevede il diritto...
Lavoro e Carriera

Come regolarizzare un lavoratore straniero

In Italia il lavoro scarseggia, ma ci sono comunque molti immigrati che, spinti dalla speranza di una vita migliore, arrivano nel nostro paese alla ricerca di qualche impiego. Le domande pervenute finora al Ministero sono poche quelle relative al lavoro...
Lavoro e Carriera

Differenze tra Co.Co.Co e Co.Co.Pro

In questo articolo cercheremo di capire bene "Differenze tra Co. Co. Co e Co. Co. Pro". Parliamo di una collaborazione che dura a lungo nel tempo, tutto coordinato ed organizzato con il nostro datore di lavoro, in tal caso non ci sono dei vincoli. Trattasi...