Smart working: normativa per la sicurezza

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Viene definito smart working (cioè, lavoro agile) quella forma di rapporto di lavoro subordinato che persegue una duplice finalità: incrementare la produttività del lavoratore e al contempo consentire allo stesso la possibilità di conciliare gli impegni derivanti dall'attività lavorativa con le esigenze familiari e più in generale con la propria vita privata.
Lo smartworker potrà infatti scegliere di lavorare in un luogo di lavoro diverso da quello aziendale: per questo motivo è importante che vengano garantite al lavoratore che opta per questa forma di lavoro flessibile le stesse tutele previste per coloro che lavorano nei locali aziendali.
Di recente il Legislatore è intervenuto con la legge 81/2017 (il cosiddetto Jobs Act autonomi) per regolamentare anche in materia smart working.
In materia di normativa sulla sicurezza del lavoro agile si fa anche riferimento al d. Lgs. 81/2007.

26

Obblighi informativi del datore di lavoro

Il datore di lavoro è tenuto a consegnare al lavoratore e al rappresentante dei lavori per la sicurezza, con cadenza annuale, un'informativa scritta in cui vengono individuati i rischi, generali e specifici, legati allo svolgimento dell'attività lavorativa.
Il lavoratore è tenuto a cooperare al fine di attuare le misure di protezione predisposte dal datore di lavoro.

36

Obblighi formativi del datore di lavoro

Il datore di lavoro deve inoltre fornire una formazione specifica e un'adeguata informativa circa l'utilizzo di eventuali strumenti messi a disposizione dello smartworker e necessari allo svolgimento del lavoro; egli dovrà inoltre assicurarsi che la strumentazione in oggetto sia conforme alle disposizioni di legge (cfr. D.lgs. 81/2008, Titolo III) e alle normative comunitarie in materia.
La finalità è quella di attuare le misure di prevenzione utili per limitare i rischi connessi allo svolgimento delle attività lavorative fuori dai locali aziendali per garantire la salute e la sicurezza del lavoratore agile.

Continua la lettura
46

Tutela contro gli infortuni

Lo smartworker ha diritto di godere delle mededsime tutele previste in caso di infortuni e malattie professionali dipendenti dai rischi connessi allo svolgimento dell'attività professionale nei locali aziendali; ha inoltre diritto alle tutele previste contro gli infortuni occorsi durante il normale percorso, di andata e ritorno, che collega l'abitazione al luogo prescelto per il lavoro fuori dai locali aziendali.

56

Ulteriori obblighi a carico del datore di lavoro

Il datore di lavoro, di regola, non ha l'obbligo di denuncia ai fini assicurativi, se i lavoratori, già assicurati per lo svolgimento in ambito aziendiale di specifiche attività lavorative, vengono destinati a svogere il medesimo impiego in forma di lavoro agile; al contrario, se non sussiste un rapporto assicurativo con l'INAIL, sono tenuti a presentare denuncia di esercizio.

66

L'Accordo scritto tra lavoratore e datore di lavoro

La Legge 81/2017 ha previsto che l'opzione del lavoro agile dovrà avvenire mediante la stipula di un accordo scritto tra le parti che dovrà contenere dei requisiti essenziali quali: 1) Durata dell'accordo;2) Termini di preavviso per il diritto di recesso;3) Disciplina dell'esecuzione dell'attività lavorativa;4) Aspetti relativi al potere di controllo e disciplinare.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come calcolare i costi della sicurezza aziendale

Il punto di forza di una qualunque impresa è da sempre l'efficienza del gruppo aziendale. Dal datore di lavoro fino ai dipendenti, passando per collaboratori e funzionari, tutti sono responsabili dell'andamento societario. Gestire un'azienda non è facile,...
Aziende e Imprese

Sicurezza: misure di prevenzione per i lavori in quota

Il datore di lavoro è tenuto all'osservanza delle misure generali (art. 2087 cc) di tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori e deve valutare nella scelta delle attrezzature di lavoro e delle sostanze o dei preparati chimici impiegati, nonché...
Aziende e Imprese

Come aprire un'attività di investigazione e sicurezza

In questa guida, passo dopo passo, darò tutte le indicazioni utili su come aprire un'attività di investigazione e di sicurezza. Sicuramente aprire questo tipo di attività è piuttosto complesso, ma con il passare del tempo può essere un qualcosa che...
Aziende e Imprese

Come Determinare Il Ccno

Come facilmente intuibile dal titolo della guida, ora ci dedicheremo a spiegarvi Come determinare il CCNO. Partiamo dal definire questo acronimo: per CCNO, intendiamo il Capitale Circolante Netto. In sostanza, esso è utilissimo per analizzare il bilancio...
Aziende e Imprese

Come Impostare Un Sistema Di Controllo Di Gestione

I sistemi di controllo della gestione comportano molti benefici sia per quanto concerne la produttività sia per quanto riguarda i costi e i loro controlli. Molte aziende hanno recentemente adottato questi sistemi ottenendo enormi benefici e riuscire...
Aziende e Imprese

Come assumere un disabile

La normativa italiana sul lavoro è molto attenta al tema della disabilità in ambito lavorativa. Quella italiana è una delle legislazioni più evolute d’Europa e regola in ogni minimo dettaglio tutte le norme e i requisiti che ogni singola azienda...
Aziende e Imprese

Consigli per la gestione di un Bed & Breakfast

Una volta soddisfatti i requisiti della normativa regionale per quanto riguarda le norme di sicurezza, di confort e di abitabilità, rimane il compito, tutt'altro che banale, dell'organizzazione della gestione dell'attività. Spirito di imprenditorialità...
Aziende e Imprese

Come ottenere l'attestato haccp

In base alla normativa (allegato del D.Lgs. 155/97 – capitolo X) , ricorre l’obbligo di essere in possesso di un attestato HACCP. In quando gli operatori alimentari devono assicurare che ogni loro addetto sia controllato e abbiano ricevuto un addestramento...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.