Sicurezza: la normativa sui lavori in quota

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

L'articolo 107 del D. Lgs. 81/08 definisce i lavori in quota come quelle mansioni che espongono il lavoratore al rischio di una caduta, da un'altezza minima di due metri, calcolata da un qualsiasi piano considerato come stabile, sono comprese anche le attività di scavo che prevedono profondità superiori a quella sopra indicata. Dunque, i lavori in quota possono esporre i lavoratori a rischi particolarmente gravi per la loro salute e sicurezza, essi rappresentano una percentuale altissima di infortuni, soprattutto mortali, sui luoghi di lavoro. Ecco perché è importante prendere in considerazione la normativa vigente sui lavori in quota, soprattutto in termini di sicurezza del lavoratore.

25

Adeguata formazione del lavoratore

Le norme che regolano la sicurezza sul lavoro in quota prevedono, data la maggiore pericolosità di queste mansioni, regole molto ferree per ciò che riguarda soprattutto la formazione dei lavoratori che andranno ad essere impiegati in tali attività. A tal proposito è previsto un obbligo specifico nei confronti del datore di lavoro nel fornire adeguata formazione relativa ai lavori in quota. L'articolo 77, comma 4, regola la formazione per le attività di pulizia dei camini, lattoniere, carpentiere e antennista. L'articolo 116, invece, regola la formazione per le attività di pulitura esterna di edifici, posizionamento di reti di sicurezza su pareti rocciose e attività di manutenzione delle piante, come potatura. La somministrazione della formazione spetta allo stesso datore di lavoro, in possesso di determinati requisiti, oppure a enti o professionisti qualificati.

35

Le misure di sicurezza e protezione

Al fine di garantire la massima protezione dei lavoratori, la legge disciplina ed elenca i principali tipi di protezione che il datore di lavoro deve fornire al lavoratore. Abbiamo, protezioni collettive quali il ponteggio metallico fisso, i parapetti, le reti di sicurezza. Protezioni personali, come elmetti di protezione, dispositivi anticaduta, dispositivi di ancoraggio, imbracatura per il corpo. Protezioni temporanee, quali il ponteggio metallico fisso e i parapetti mobili. Infine, abbiamo protezioni fisse come, ad esempio, i parapetti e sistemi fissi di ancoraggio. Sarà compito ed onere del datore di lavoro scegliere le misure di volta in volta più idonee per garantire l'incolumità al dipendente.

Continua la lettura
45

I principali pericoli

Il lavoratore può incorrere, nelle lavorazioni in quota, in molteplici pericoli. I principali incidenti, così come trattati da numerose sentenze della Cassazione, sono: la caduta dall'alto, la sospensione inerte e altre lesioni generiche. La casistica giurisprudenziale in tema di incidenti da caduta dall'alto, inoltre, ci insegna che questo tipo di lavorazioni sono caratterizzate da un altissimo grado di pericolosità e da un altissimo tasso di mortalità.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Smart working: normativa per la sicurezza

Viene definito smart working (cioè, lavoro agile) quella forma di rapporto di lavoro subordinato che persegue una duplice finalità: incrementare la produttività del lavoratore e al contempo consentire allo stesso la possibilità di conciliare gli impegni...
Aziende e Imprese

Come Impostare Una Fattura Per Lavori Di Traduzione

Se siamo proprietari di una attività, sicuramente ci sarà già capito di dovere emettere una fattura in che varia in base al servizio emesso. Su internet, comunque, potremo trovare molto facilmente tantissime guide che ci mostreranno come fare per emettere...
Aziende e Imprese

Come calcolare quante tasse paghiamo sui buoni pasto

I buoni pasto sono delle agevolazioni che molto spesso spettano ai lavoratori dipendenti che hanno un orario che include la pausa pranzo. Questi consentono di acquistare prodotti alimentari, oppure di pranzare in locali convenzionati. Solitamente l'importo...
Aziende e Imprese

Come aprire un'attività di investigazione e sicurezza

In questa guida, passo dopo passo, darò tutte le indicazioni utili su come aprire un'attività di investigazione e di sicurezza. Sicuramente aprire questo tipo di attività è piuttosto complesso, ma con il passare del tempo può essere un qualcosa che...
Aziende e Imprese

Come misurare le performance aziendali sui social media

Se per la vostra azienda avete adottato alcune strategie di marketing per misurare le performance e quindi per verificare se hanno sortito l’effetto sperato, potete trovare la riposta che cercate sui social media. Infatti in questo mondo è possibile...
Aziende e Imprese

Come ottenere l'attestazione SOA

La vostra azienda desidera veramente partecipare alle importanti gare d'appalto per l'esecuzione di lavori pubblici aventi un importo maggiore di "150.000€" oppure lavori in subappalto per importi anche superiori a questo limite??Per riuscire a fare...
Aziende e Imprese

Come calcolare e contabilizzare l'accantonamento Tfr

Il TFR, acronimo di Trattamento di Fine Rapporto, consiste in una liquidazione o buonuscita, maturata dal lavoratore dipendente presso un unico datore di lavoro e pagato al termine del rapporto lavorativo dal proprio sostituto. Essenzialmente il trattamento...
Aziende e Imprese

Come determinare lo stato di avanzamento con il Metodo delle ore lavorate

Una metodologia utilizzata nella determinazione dello stato di avanzamento di una commessa, è il cosiddetto metodo delle ore lavorate. Con riferimento al metodo in argomento, nella presente guida vengono forniti le basi teoriche nonché uno schema pratico...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.