Sconto in fattura e cessione del credito: ecco come funziona

Tramite: O2O 18/06/2021
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il Decreto Rilancio (Legge77/2020) ha previsto lo sconto immediato in fattura e la cessione del credito non soltanto per gli interventi agevolati con il Superbonus 110%. Infatti, è possibile esercitare questa opzione anche per gli interventi che rientrano nell'ecobonus tradizionale, nel bonus ristrutturazioni e nel bonus facciate. Leggendo questo breve tutorial si possono avere degli utili consigli e delle corrette informazioni sullo sconto in fattura e cessione di credito. Ecco allora di seguito tutte le indicazioni necessarie per sapere come funziona.

26

Occorrente

  • Documenti ordinari
  • Asseverazone tecnica
  • Visto di conformità
36

Sconto in fattura

Lo sconto in fattura è un'alternativa alla detrazione fiscale. Esso è una modalità di rimborso che dà la possibilità di avere uno sconto, di pari importo, da applicare direttamente sulla fattura da pagare al fornitore. Quindi il rapporto tra chi esegue i lavori e chi li commissiona è diretto e non ci sono esborsi economici da parte del committente. Con la detrazione fiscale sull'IRPEF invece il rimborso viene "spalmato" in 10 anni oppure per 5, come previsto dalle diverse tipologie di ecobonus. In pratica l'azienda che esegue l'intervento si fa carico di anticipare al cliente, in una sola volta, la somma detraibile dalle imposte e necessaria per coprire l'intervento edile programmato.

46

Cessione del credito

In questo caso il contribuente invece di usufruire della detrazione può cedere il beneficio fiscale maturato ad un terzo soggetto. Il "decreto Rilancio" non pone limiti a tale riguardo. Il beneficio fiscale può essere infatti ceduto ad una banca, un'impresa di assicurazione oppure all'azienda che ha effettuato i lavori. II benefico fiscale quindi si trasforma e da detrazione diventa credito d'imposta, utilizzabile in compensazione ed usufruibile in 5 anni. Inoltre, il credito può essere ceduto a sua volta dai soggetti che l'hanno acquisito. I termini economici in base ai quali viene eseguito il trasferimento del beneficio fiscale sono stabiliti mediante libera contrattazione delle parti private interessate.

Continua la lettura
56

Differenza

Teoricamente lo sconto in fattura è sicuramente più vantaggioso della cessione del credito. Esso infatti, secondo la legge, deve essere pari all'ammontare della detrazione. Ad esempio per un lavoro agevolato con una detrazione al 50% ed un costo di 1.00 euro lo sconto deve essere pari a 500 euro. Mentre, nel caso della cessione di credito il corrispettivo può essere inferiore. Infatti, il contribuente potrebbe vendere il proprio credito d'imposta, dal valore nominale di 500, per un importo di 450. Bisogna però prestare attenzione in quanto se chi propone lo sconto aumenta il prezzo a 1.100 euro il contribuente si troverà a sostenere lo stesso costo (cioè 550). Quindi prima di fare una scelta bisogna ragionare sulle cifre reali.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come funziona la cessione del quinto dopo un licenziamento

La cessione del quinto è una forma di prestito che viene utilizzata dai lavoratori o dai pensionati. Si tratta di un valido strumento finanziario per affrontare momenti particolari, imprevisti o spese urgenti. La cessione del quinto è un prestito con...
Finanza Personale

Cessione del quinto della pensione: come funziona

La cessione del quinto della pensione è una tipologia di prestito prevista in Italia. Generalmente la richiesta viene fatta dai pensionati per sostenere i propri familiari. Il pensionato può ottenere il prestito da un istituto di credito oppure da una...
Finanza Personale

Carta di credito: come funziona l'addebito

I possessori di carta di credito ormai conoscono pienamente le funzionalità ad essa correlate, ma non sempre conoscono l'esatto funzionamento di queste funzioni. È ormai prassi pagare e richiedere addebiti su conti bancari e carte di credito. Questi...
Finanza Personale

Come ottenere lo sconto di cambiali

L'economia italiana sta attraversando un periodo non roseo, quindi molto difficilmente si ha l'opportuno di compiere acquisti importanti adoperando il denaro contante. Per questo motivo tanti imprenditori devono ricorrere ad un prestito da parte degli...
Finanza Personale

Come calcolare una percentuale di sconto

Per determinare il prezzo della merce scontata è necessario sapere come si deve calcolare la percentuale di sconto. Se nel momento dell'acquisto non è indicato nel cartellino il prezzo finale e non abbiamo con noi una calcolatrice che ci permetta...
Finanza Personale

Come farsi fare uno sconto

Quando vai in un negozio per fare degli acquisti, ad esempio di capi di abbigliamento, ti è mai capitato di provare a chiedere uno sconto? Probabilmente sì, ma non sai come farlo nel modo giusto. Tante persone non chiedono per si sente in imbarazzo,...
Finanza Personale

Come recuperare le spese della cessione del quinto

La cessione del quinto è un prestito personale non finalizzato che viene rimborsato con rate costanti. Esso è concesso a tutti i lavoratori dipendenti ed ai pensionati che ne fanno richiesta. Per ottenere il prestito di un quinto bisogna quindi avere...
Finanza Personale

Come recuperare una fattura non pagata

Il mondo del commercio attualmente sta diventando sempre più insidioso. Per via della recente crisi economica che ha colpito il nostro Paese, i venditori si trovano spesso in difficoltà. Questo perché devono arginare un problema molto diffuso che riguarda...