Regole per il calcolo della pensione

Tramite: O2O 16/03/2018
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il raggiungimento dell'età pensionabile è un traguardo agognato da molti; argomento che riguarda una considerevole fetta della popolazione Italiana, considerato di quanto sia aumentata l'età media.
Sulla base di tali cambiamenti sociologici nonché della magrezza delle casse dello Stato, è stata varata nel 2012 una legge di riforma delle pensioni, la riforma Fornero.
La riforma è intervenuta a modificare la soglia dell'età pensionabile, che è di anni 66 a decorrere dall'attuale anno in corso, il 2018.
Inoltre, ha introdotto nuove regole nel sistema di calcolo dell'assegno.
Vediamo quali.

27

Quali sono i sistemi di calcolo della pensione

Il sistema di calcolo della pensione varia a seconda dell'anno in cui si è iniziata l'attività lavorativa e, conseguentemente, il versamento dei relativi contributi previdenziali.
I sistemi di calcolo sono tre:
- contributivo: riguarda i lavoratori che hanno iniziato l'attività dopo il 31 dicembre 1995;
- retributivo: la data di riferimento è fino al 31 dicembre 2011 e poi, contributivo, per i lavoratori che al 31.12.1995 avevano maturato almeno 18 anni di contributi;
- misto: il calcolo delle pensioni, con questo sistema, è retributivo fino al 31 dicembre 1995 e poi cntributivo per coloro i quali entro questa stessa data 31.12.1995 non avevano ancora maturato 18 anni di contributi.

37

Calcolo della pensione con sistema contributivo

Il sistema contributivo prevede che l'assegno di pensione dal 1995, si misura sulla base dei contributi versati. In altre parole, il lavoratore, al momento della pensione, vedrà trasformato in rendita mensile, quanto accumulato con il versamento dei contributi.
Il calcolo si effettua applicando un coefficiente che tiene conto dell'età del pensionato e dell'aspettativa di vita
Accade, quindi, che per ogni anno di lavoro, a favore del lavoratore viene accantonata una somma determinata, mediante l'applicazione di un'aliquota sul reddito imponibile.
L'aliquota è pari al 33% per i lavoratori dipendenti e del 20% per i lavoratori autonomi; per i lavoratori iscritti alla gestione separata viene determinata annualmente.
La contribuzione effettuata, ogni fine anno andrebbe rivalutata al tasso di capitalizzazione, calcoltato su dati statistici, sulla media del PIL dei precedenti cinque anni.

Continua la lettura
47

Quale sarà l'ammontare dell'assegno di pensione in base le nuove regole

In base alle nuove regole, con il sistema contributivo l'ammontare dell'assegno di pensione, al momento della liquidazione si determina con un preciso calcolo.
L'importo accumulato con il versamento dei contributi durante la vita lavorativa, che rappresenta il montante contributivo viene moltiplicato per un coefficiente di trasformazione, che aumenta in misura proporzionale all'aumento dell?età di pensionamento.
La riforma Fornero ha stabilito l'aggiornamento di tali coefficienti ogni triennio; l'entità dell'adeguamento è determinata in base a dati statistici.
II prossimo aggiornamento è fissato nel 2019 e successivamente saranno aggiornati ogni due anni: 2021, 2023 e così via.

57

Quanto varia l'assegno di pensione rispeto allo stipendio

Emerge, dalla disamina delle regole del calcolo della pensione, che l'assegno dei futuri pensionati Italiani sarà più leggero del passato.
I conti sono stati effettuati dalla Ragioneria Generale dello Stato, che, in base alla varie riforme della previdenza adottate in Italia a partire dal 1990 al 2011, ha eseguito esempi di calcolo per determinare la miisura dell'asssegno, pervendo alla conclusione che l'importo non sarà superiore al 60% dell'ultima retribuzione.

67

Qualche esempio pratico

Facciamo due esempi: lavoratore dipendente privato e lavoratore autonomo.
Il profilo che si considera è di un lavoratore senza coniuge a carico, con un'età compresa tra i 65 e i 70 anni e 38 anni di contributi versati.
Esempio per i dipendenti:
Il dipendente riceverà nel 2020 un assegno di pensione pari al 69% dell'ultimo stipendio, a fronte del 74% del 2010, ossia dieci anni prima.
E ancora nel 2050, lo stesso profilo di pensionato riceverà un assegno pari al 63%.
Esempio per gli autonomi:
Lo stesso profilo di lavoratore, con 38 anni di contributi, età tra i 65 e i 70 anni, senza coniuge a carico- ma autonomo, nel 2020 riceverà un assegno pensionistico pari al 51%, a fronte del 73% che riceveva nel 2010. Nel 2030 la percentuale scenderà al 47%.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Previdenza e Pensioni

Come calcolare la pensione col sistema misto

Tutti sappiamo purtroppo che, negli ultimi anni, stiamo attraversando un periodo economico di grande difficoltà e caos che non riesce a mettere chiarezza nei tempi di pensionamento delle persone che hanno già raggiunto o che stanno già raggiungendo...
Previdenza e Pensioni

Come calcolare la pensione di un artigiano

La pensione è un trattamento previdenziale, vita natural durante, che percepisce un soggetto di natura fisica. La pensione nasce e si sviluppa in relazione ad un legame giuridico. Quest'ultimo si fonda su un contratto tra la persona fisica ed un ente...
Previdenza e Pensioni

Come calcolare la pensione Inps

Dal primo maggio 2015 il sito dell'INPS ha introdotto uno strumento interessante per tutti coloro che vogliono sapere quando avverrà il proprio pensionamento e soprattutto a quanto ammonterà la pensione che riceveranno. Per effettuare questo calcolo...
Previdenza e Pensioni

Come calcolare le trattenute sulla pensione

Quando si parla di pensione di anzianità, bisogna effettuare un calcolo periodico delle trattenute. Questo tipo di procedura si svolge in due casi. Il primo riguarda il superamento dei 7500 € annui per età fino ai 75 anni. Nel secondo caso, invece,...
Previdenza e Pensioni

Come calcolare la pensione Inps online

La pensione è il sussidio che viene erogato dall'INPS a tutti coloro che sono in possesso dei giusti requisiti. Al giorno d'oggi in Italia ci sono due tipi di pensione: la pensione di vecchiaia e la pensione anticipata. Per accedere alla pensione di...
Previdenza e Pensioni

Come e quando andare in pensione

Andare in pensione è uno dei traguardi più importanti per qualsiasi lavoratore che si avvicina alla terza età. In Italia, negli ultimi anni sono cambiate molte regole in materia di pensionamento: è stata aumentata l'età pensionabile fino a 67 anni...
Previdenza e Pensioni

Come calcolare la pensione contributiva

La pensione contributiva è stata introdotta con la cosiddetta riforma Dini, legge n. 335 del 1995, insieme a successivi interventi legislativi n. 449 del 1997 e la successiva riforma Maroni del 2004. Questi interventi hanno cambiato profondamente il...
Previdenza e Pensioni

Come far richiesta per la pensione supplementare

La pensione supplementare è una pensione che va ad aggiungersi alla pensione principale e, si ottiene quando i contributi che sono stati versati al'Inps non sono sufficienti per poter avere una pensione autonoma. Tuttavia è una pensione che spetta....