Regole di disdetta di un affitto in cedolare secca

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Un argomento piuttosto delicato su cui spesso nascono controversie è quello dei contratti di affitto. Al momento della stipula e della firma del contratto, il proprietario dell'appartamento e l'inquilino stabiliscono di comune accordo la durata del contratto d'affitto. Tale accordo deve essere in generale rispettato da entrambe le parti. Esistono però alcuni casi particolari in cui, con opportune clausole e regole, è possibile disdire anticipatamente il contratto da entrambe le parti. Vediamo in questa pratica ed utile guida le principali regole di disdetta di un affitto in cedolare secca.

27

Facoltà di recesso

La legge prevede che solo l'inquilino abbia la possibilità di poter recedere il contratto in qualsiasi momento. Si tratta in questo caso di recesso legale del conduttore e può essere richiesto sia nel caso di immobile destinati ad uso abitativo sia per esercizi commerciali anche prima della data di scadenza del primo contratto.

37

Recesso del proprietario

Per poter procedere al recesso di un contratto di affitto, il proprietario dell'immobile deve comunque attendere la prima scadenza del contratto e solo allora potrà inviare il preavviso. Il proprietario in questo caso è obbligato a restituire la caparra versato dall'inquilino, il quale dovrà però saldare l'affitto fino all'ultimo mese di permanenza nell'abitazione. Il contratto potrà essere recesso dal proprietario solo in particolari casi come la necessità di utilizzare l'immobile per coniugi o figli oppure in caso di vendita dell'immobile a persone terze.

Continua la lettura
47

Opportuno preavviso

In entrambi i casi, sia che il recesso provenga dal proprietario sia che sia voluto dall'inquilino, esso deve essere comunicato con un preavviso di almeno sei mesi dalla data in cui si vuole liberare l'abitazione. Questa regola vale anche nel caso si tratti di un contratto di natura transitoria.

57

Modalità di comunicazione

La richiesta di recesso, oltre all'opportuno preavviso, presenta modalità di comunicazione precise. Essa va inviata in formato scritto mediante una lettera raccomandata con ricevuta di ritorno. In essa dovranno essere presenti: i dati anagrafici del conduttore, la richiesta di recesso, le motivazione alla base di tale richiesta e le modalità ed i tempi per liberare l'appartamento.

67

Tassa di recesso

La legge preveda, in caso di recesso del contratto da una delle due parti, una tassa di recesso. Essa è solitamente pari a 67 euro e va saldata all'agenzia delle entrate. Solitamente tale spesa viene ripartita tra il proprietario e l'inquilino salvo casi di diverso accordo tra le parti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

5 regole per il calcolo del costo di un progetto

Quando si stila un progetto bisogna tener conto di moltissime cose prima di determinare il costo finale. Indipendentemente dal progetto, quindi, colui che lo redige deve prestare molta attenzione a calcolare tutto l'occorrente per poter determinare l'importo...
Lavoro e Carriera

Le regole sul licenziamento introdotte con il Jobs Act

Con il Jobs Act, il governo Renzi ha messo a punto una profonda riforma dei contratti di lavoro per favorire un rilancio dell’occupazione. Il Jobs Act non modifica i diritti acquisiti, cioè quelli dei lavoratori già assunti a tempo indeterminato,...
Lavoro e Carriera

10 regole per sopravvivere ad un lavoro che non piace

Può succedere che tu debba svolgere un lavoro che non ti piace affatto, oppure che non sia attinente con quello che hai studiato. Sappi comunque che puoi andare avanti per la tua strada, sopportando i disagi della vita lavorativa quotidiana. In questo...
Lavoro e Carriera

Lavoro: 10 regole per scrivere una mail di candidatura

Oggi è davvero raro trovare un'offerta di lavoro dove venga richiesta una candidatura cartacea. Aziende grandi e piccole sono ormai abituate a fornire un indirizzo email al quale inviare la propria documentazione. E allo stesso modo, chiunque voglia...
Lavoro e Carriera

Come disdire un appuntamento di lavoro

Vi è mai capitato di dover trovare il modo di annullare senza conseguenze un incontro di lavoro? Può succedere a tutti e non è così semplice come si può ritenere, ma esistono metodi e soluzioni idonei per ogni situazione. Ecco di seguito alcuni pratici...
Lavoro e Carriera

Come organizzare corsi di cucina

In Italia ci sono scuole o aziende private che organizzano degli incontri di un limitato di numero di persone che, insieme, provano nuove ricette o partono direttamente da zero per creare semplici piatti. Questi corsi hanno una duplice utilità perché...
Lavoro e Carriera

Documenti necessari per lavorare in Francia

La Francia è una nazione che affascina molti. È uno dei pilasti dell'Europa con il suo bagaglio di storia, cultura e tradizioni. Oggi non è difficile spostarsi per l'Europa in cerca di un lavoro. Questo arricchisce la nostra esperienza, il nostro curriculum...
Lavoro e Carriera

Come organizzare il lavoro di squadra

Per organizzare un gruppo di lavoro e farlo rendere al meglio, è necessario stabilire delle regole di base che valgano per tutti indistintamente. Le regole servono per fissare dei limiti nelle competenze di ognuno ed evitare che le figure professionali...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.