Quando rinunciare all'eredità

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Quando un soggetto muore e lascia un patrimonio questo si trasmette ai suoi eredi secondo le regole del diritto successorio. La morte del de cuius porta alla successione ereditaria che può essere di tre tipi: testamentaria, necessaria e legittima. Qualsiasi sia il tipo di successione che abbiamo di fronte, il chiamato all'eredità ha tempo 10 anni per accettarla. La mancata accettazione entro il termine indicato equivale a rinuncia della stessa. Ma come si fa in concreto a rinunciare all'eredità? Vediamolo insieme.

25

Termini e forma della rinuncia

I termini per rinunciare all'eredità sono quelli espressamente previsti dalla legge, ovvero 10 anni dall'apertura della successione se il chiamato all'eredità non è in possesso di nessun bene ereditario, e di 3 mesi se in possesso di beni ereditari. La rinuncia va fatta in modo espresso e non è ammessa nessuna forma di rinuncia tacita così come avviene per l'accettazione dell'eredità.

35

La rinuncia come difesa dai debiti ereditari

Il consiglio principale da dare a chi l'ha ricevuta, è di controllare esattamente il patrimonio della persona defunta, avvalendosi dell’aiuto di un notaio, il quale può attingere ai registri catastali, così come verificare se ci sono pignoramenti, fallimenti o qualsiasi altro debito oneroso. Un notaio inoltre può controllare su delega eventuali testamenti, conti correnti bancari o postali e fare le diverse visure catastali, in modo da verificare se ci sono pendenze di origine tributarie su eventuali immobili che il defunto possedeva. A questo punto, una volta appurato che effettivamente ci sono debiti pregressi si può rinunciare all’eredità, in modo che se viene notificata una cartella di pagamento del fisco, non si è tenuti a pagarli proprio grazie alla rinuncia. Per farla c’è comunque bisogno di recarsi presso uno studio notarile, e stilare una dichiarazione scritta che comporta un esborso di 168 euro solo per le spese di registro.

Continua la lettura
45

La rinuncia nel caso di più eredi

Ma vediamo cosa succede nell'ipotesi in cui i chiamati all'eredità sono più di uno. In questo caso se tra gli eredi vi è uno che ha problemi con il fisco, può rinunciare anche singolarmente all’eredità lasciando quindi la sua quota agli altri, che in tal caso, avendola accettata si dovranno far carico di eventuali debiti ad essa legata. La procedura è diversa se il rinunciatario è una persona singola, che rimane inequivocabilmente esonerato da ogni azione legale o da eventuale riscossione coatta dei suddetti debiti. Ricordiamo inoltre che non sempre la rinuncia all'eredità avviene a causa della presenza di debiti ereditari, ma può capitare che si voglia rinunciare per motivi personali che nulla hanno a che vedere con questioni di carattere economico.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Prima di accettare un'eredità accertatevi sempre che non ci siano cespiti passivi superiori a quelli attivi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come fare l'accettazione dell'eredità con beneficio d'inventario

Le procedure burocratiche che riguardano l'eredità sono all'ordine el giorno ormai. L'eredità, come ben sappiamo, si riceve da parte di un familiare che sottoscrive testamento. Esiste poi un iter specifico, che riguarda l'eredità con beneficio d'inventari....
Richieste e Moduli

Eredità: guida all'accettazione o alla rinuncia

Nel corso della vita è possibile che ci di ritrovi nelle condizioni di ricevere delle eredità da parte dei nostri cari. L'eredità, a seconda dei casi, può prevedere un lascito di denaro o di beni mobili ed immobili di varia natura che non sempre possono...
Richieste e Moduli

Come ottenere l'autorizzazione a vendere i beni di eredità accettati con beneficio di inventario

Nel caso in cui un erede abbia accettato con beneficio d'inventario un'eredità e voglia procedere alla vendita o ad atti d'amministrazione straordinaria dei beni, ha l'obbligo, entro e non oltre cinque giorni dall'accettazione della successione, di chiederne...
Richieste e Moduli

Come rinunciare alla cittadinanza americana

Se si è in possesso della doppia cittadinanza o se non si risiede negli Stati Uniti, si può decidere di rinunciare alla cittadinanza americana. Per ottenere l'annullamento ufficiale della cittadinanza, è necessario presentare rinuncia formale presso...
Richieste e Moduli

Come rinunciare al diritto di abitazione

Il codice civile, all'articoli 1022 e seguenti, va a disciplinare il diritto all'abitazione, ponendolo come un diritto reale di godimento relativo a un bene di carattere immobile, di proprietà altrui. Il titolare, gode e dispone dell'immobile all'interno...
Richieste e Moduli

Come rinunciare alla comunione dei beni

Il matrimonio tra due persone è un momento ovviamente assai importante e delicato sia a livello spirituale che a livello materiale, il coronamento di un sogno che porterà due persone che si amano a formare una famiglia, a vincolarsi ad una promessa...
Richieste e Moduli

Testamento olografo: cos'è e come si fa

La vita di ognuno di noi può essere più o meno ricca di esperienze e averi. Al termine del nostro percorso possiamo scegliere di lasciare in eredità ciò che è nostro a terzi. Per farlo possiamo redigere il testamento. La validità è tale, infatti,...
Richieste e Moduli

Come Sapere Se Esiste Un Testamento Di Persona Defunta

Accade sovente che, passata l'ora dell'estremo saluto alla persona cara, i familiari del "de cuius" arrivino a porsi le fatidiche domande: "Ma l'avrà fatto il testamento? L'avrà depositato da un notaio? Se sì, quale? Come facciamo a scoprirlo?". Sapere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.