Plusvalenze da opzioni binarie: il regime fiscale

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Nella seguente guida si parlerà di plusvalenze da opzioni binarie e quindi del regime fiscale. L'ambito interessato è quello dell'investimento in relazione ai risultati ottenuti da specifiche tecniche di ingegneria finanziaria avanzata. Quando si parla di opzioni binarie si fa riferimento agli strumenti finanziari derivati e dunque investire in questo campo è come fare delle vere e proprie scommesse. L'aliquota fiscale applicata sulle eventuali somme guadagnate da tali opzioni è pari al 20% della stessa. Il tutto viene registrato mediante un contratto d'acquisto tra l'investitore ed il broker; quest'ultimo è tenuto a rilasciare una dichiarazione in cui figurano tutte le transazioni sia positive che negative e la relativa differenza.

27

Occorrente

  • Conoscenza base di diritto tributario
37


Dopo una prima infarinatura dell'introduzione, vediamo di cosa si tratta nello specifico. Le opzioni binarie si sono diffuse nel campo degli investimenti a partire dall'anno 2008 e sono definite come strumenti di speculazione con cui, una volta capito l'utilizzo ed il meccanismo, si possono raggiungere notevoli guadagni in tempi pressoché brevi. Il profitto che si ricava dalle opzioni binarie consiste in un ammontare fisso e viene stabilito in base all'accordo con il broker al momento della stipula del contratto.

47

Pertanto, usando termini comuni, si parla di plusvalenze da opzioni binarie quando vengono fatte delle scommesse rispetto all'andamento di un determinato titolo acquistato sul mercato finanziario. Se il pronostico scommesso si verifica, il broker può stabilire fino all'80% della somma investita. Mentre in caso di esito negativo, cioè quando la scommessa non va a buon fine, chi ha investito perde circa l'85% del capitale speso recuperandone solo il 15%. Di fatto, essendo una strategia di investimento alquanto giovane, le norma fiscali in materia sono ancora da definirsi concretamente; intanto si può fare solo riferimento al Testo unico delle imposte dirette (Tuir) e all'interpretazione che l'Agenzia delle Entrate ne ricava da esso.

Continua la lettura
57

Si parlerà di seguito del regime fiscale per le plusvalenze derivate da opzioni binarie. Esso spetta al titolare delle plusvalenze in prima persona ed è esclusivamente di tipo dichiarativo. Perciò durante la fase della compilazione della dichiarazione dei redditi, dovranno essere obbligatoriamente annotate non solo le plusvalenze delle opzioni binarie, ma anche le minusvalenze. I riquadri del Modello Unico da compilare che riguardano questo tipo di dichiarazione sono così chiamati: RW, RM e RT.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Attenzione a compilare i quadri idonei per specificare plusvalenze e minusvalenze delle opzioni binarie
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Opzioni binarie: le 5 cose da sapere prima di investire

Le piattaforme di trading online sono sempre più diffuse e tutto ciò ha permesso una rapida espansione di potenziali investitori. Fra i principali tipi di trading, figurano le cosiddette opzioni binarie, le quali rappresentano un valido metodo per entrare...
Finanza Personale

Opzioni binarie cosa sono e come sfruttarle

Le opzioni binarie sono uno degli ultimi ritrovati del web e rappresentano delle reali scommesse sull'andamento in borsa di un titolo, una valuta oppure una materia (come, ad esempio, l'oro e l'argento). Differentemente dal classico forex trading, esse...
Finanza Personale

5 cose da sapere sulle opzioni binarie

Senza dubbio, poter fare soldi sul web è un desiderio sempre più diffuso, e questo grazie al cosiddetto trading. Nello specifico si tratta infatti di un metodo per investire o vendere azioni sul mercato finanziario e borsistico, dove troviamo le opzioni...
Finanza Personale

Come funziona il sistema fiscale in Nigeria

La Nigeria è uno stato federale dell'Africa, membro del Commonwealth. Indipendente dal 1960, il paese fu sottoposto a regime militare dal 1966 al 1979. Successivamente è stato retto da una Costituzione che affidava la funzione esecutiva al Presidente...
Finanza Personale

Come funziona il sistema fiscale in Brasile

Molte volte, con il grande periodo di crisi che stiamo vivendo, i giovani di oggi decidono di abbandonare la propria famiglia e la patria per espatriare verso paesi stranieri, tutto questo per trovare un lavoro che dia una retribuzione perlomeno dignitosa....
Finanza Personale

Come fatturare con il regime dei minimi

L'articolo 1 commi 54-59 della Legge di Stabilità ha introdotto un nuovo regime contabile applicabile ai lavoratori autonomi con partita Iva. Sebbene non sia obbligatorio e si possa scegliere il regime semplificato o quello ordinario, è bene conoscere...
Finanza Personale

Come scegliere il regime patrimoniale al momento del matrimonio

Quale regime patrimoniale scegliete? La comunione dei beni o la separazione dei beni? Vi verrà fatta questa domanda il giorno del vostro matrimonio e dovrete fare una scelta ben precisa. Da questa scelta dipenderanno parecchie cose ed allora, se non...
Finanza Personale

Plusvalenze: quando comprare azioni

La plusvalenza o capital gain, ossia il guadagno in conto capitale, è il termine con il quale viene indicata la differenza tra il costo dell'acquisto e quello di vendita delle azioni, delle obbligazioni o di un qualsiasi altro strumento finanziario....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.