Maternità obbligatoria e facoltativa

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Nel corso degli ultimi decenni la tutela delle lavoratrici madri sul piano fisico ed economico lavoratrici, è stata garantita dalle diverse leggi succedutesi nel tempo. Rientra nella tutela disciplinata dalla legge qualunque lavoratricie dipendenti. Non ha importanza che essa sia apprendista, nubile o coniugata. La legge sulla tutela s'interessa della donna dall'inizio della gravidanza fino al quinto mese di vita del neonato.. La maternità garantita dalla normativa si divide in due categorie: maternità obbligatoria e maternità facoltativa. La guida che segue si prefigge l'obiettivo di fornire le giuste informazioni alle futuri madri per consentire loro di conoscere meglio la legislazione che le tutela in questo particolare periodo della propria vita.

27

Occorrente

  • modulo richiesta maternità obbligatoria
  • certificato di gravidanza
37

Durata maternità obbligatoria

La maternità obbligatoria ha una durata totale di 5 mesi, nel corso dei quali normativamente viene garantito alla lavoratrice che le sia erogato l’80% del proprio stipendio (al contrario del periodo di astensione facoltativa in cui percepisce il 30%). Tale somma di denaro le viene anticipato dall'azienda per conto dell'Inps, che si occupa della sua tutela in ambito economico. Ha inizio 60 giorni prima della data prevista per il parto (la lavoratrice può richiedere di lavorare anche fino all'ottavo mese di gravidanza purché presenti un certificato medico di buona salute: in questo caso potrà protrarre il periodo di congedo dopo il parto) e si protrae fino al terzo mese di vita del bambino. Viene tenuta in considerazione anche la nascita prematura, per la quale la legge stabilisce che la madre lavoratrice, possa astenersi dal lavoro per il medesimo periodo tempo, cioè sempre per 5 mesi. Rientrano nella categoria delle donne che possono usufruire del diritto alla maternità obbligatoria della durata di cinque mesi, anche le donne che abbiano subito un aborto dopo il sesto mese di gravidanza. Non sono previste eccezioni riguardanti la durata del congedo nel caso in cui la donna abbia un parto gemellare.

47

Anticipazione o posticipazione maternità obbligatoria

La legge prevede delle eccezioni riguardo la data di inizio del congedo. Essa può in alcuni casi essere anticipata o posticipata.
È possibile chiedere l’anticipo nel momento in cui si trova ad affrontare una gravidanza a rischio, ma anche nel caso in cui la donna si occupi di un tipo di lavoro potenzialmente rischioso per la salute della mamma oppure del nascituro e non vi sia la possibilità di far svolgere alla donna una mansione differente. In questo, caso si ottiene anche una proroga dell'assenza dal lavoro dopo il parto: può essere anche di sette mesi invece di cinque. Nel caso in cui, al fine di tutelare la salute della lavoratrice e del feto, si rendesse necessario spostarla ad altra mansione meno faticosa o pericolosa, resta invariata la categoria di appartenza di lavoro e la retribuzione percepita.

Continua la lettura
57

Modalità e tempi di richiesta

Per poter ottenere ed iniziare ad usufruire del diritto alla maternità obbligatoria, la lavoratrice deve consegnare apposita richiesta al datore di lavoro e agli uffici dell'Inps entro i sette mesi di gravidanza. Al modulo di richiesta deve obbligatoriamente allegare il certificato medico di gravidanza in cui venga espressamente indicato sia il mese di gestazione, sia la data in cui si presume avvenga il parto. Per ottenere invece la maternità anticipata, la lavoratrice deve consegnare la propria richiesta alla Direzione Provinciale del Lavoro, sempre allegando la certificazione medica ottenuta presso l’ASL oppure da una diversa struttura sanitaria. Se nel corso di sette giorni non si hanno comunicazioni che respingano tale richiesta, significa che la domanda può essere considerata accettata.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per evitare delle situazioni dannose per sè e per il proprio bambino, richiedere la maternità anticipata.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Il congedo di maternità facoltativo

Oltre alla tipologia di astensione dal lavoro più ricorrente, ovvero il "congedo di maternità obbligatoria", ne esiste una seconda tipologia detta "facoltativa". Il congedo di maternità facoltativo, anche detto "congedo parentale", presenta una serie...
Lavoro e Carriera

Come richiedere on line la maternità

Il congedo di maternità o la maternità obbligatoria è un diritto per ogni donna. La durata è di cinque mesi, oltre i due mesi precedenti la data del parto ed i tre successivi. In tale lasso di tempo, la donna deve sospendere l'attività lavorativa...
Lavoro e Carriera

Come calcolare la retribuzione in maternità

Il congedo per maternità è un periodo di assenza obbligatoria della lavoratrice dal lavoro retribuito, durante il quale la donna riceve una retribuzione economica da parte dell'INPS, in sostituzione di quella abituale. Normalmente l'assenza obbligata...
Lavoro e Carriera

Collaborazione a progetto: tutela della maternità

Un argomento che offre un interesse davvero importante è sicuramente la maternità. Nonostante questo interesse, le mamme non sempre riescono a essere organizzate nel momento in cui si ritrovano in questa determinata situazione. Nella guida che seguirà,...
Lavoro e Carriera

Come fare domanda di astensione dal lavoro per esami prenatali

Per le donne è difficile coniugare lavoro e vita privata. La legge, comunque, prevede modi e metodi di tutela della donna in caso di gravidanza: dal diritto all'astensione obbligatoria dal lavoro, detta congedo di maternità, per un periodo di cinque...
Lavoro e Carriera

Come diventare parrucchiera

Quando si tratta di felicità sul lavoro, imparare a diventare una parrucchiera sembra essere la strada più giusta da percorrere. Secondo alcuni studi, infatti, i parrucchieri sono i lavoratori più felici con un 40% di soddisfazione, segnando il punteggio...
Lavoro e Carriera

Come diventare giornalista televisivo

Il giornalista televisivo svolge la sua professione in studi televisivi. Lavoro frenetico ma emozionante al tempo stesso, è molto ambito. Tuttavia, richiede particolari abilità caratteriali e professionali, una perfetta dialettica e conoscenza della...
Lavoro e Carriera

Gravidanza: quali sono i lavori a rischio

La donna in stato di gravidanza è tutelata dalla legge fin dal momento immediatamente successivo al concepimento. Il decreto legislativo 151/01 si occupa di definire tutti i diritti delle donne lavoratrici in stato di gravidanza e il relativo periodo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.