Mancata retribuzione: come procedere

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il lavoratore, in cambio della propria attività lavorativa, riceve un controvalore economico, solitamente mensile, denominato retribuzione. Capita talvolta che questo compenso non venga pagato dal datore di lavoro nei tempi previsti.
Le cause per tale inadempimento sono solitamente due: la mancanza di liquidità necessaria per il pagamento dello stipendio, oppure il licenziamento del lavoratore prima della fine del contratto, con conseguente rifiuto del datore di corrispondere la retribuzione spettante.
Questa guida illustrerà al lavoratore, dunque, come procedere in caso di mancata corresponsione della retribuzione.

27

Occorrente

  • sindacato di categoria
  • legale convenzionato
37

Quali sono i primi passi da compiere?

È fondamentale sottolineare che, prima di compiere qualsiasi azione legale, sarebbe necessario che il lavoratore cercasse un approccio con il proprio datore di lavoro, sollecitando nei dovuti modi, il pagamento del salario spettante.
Se nonostante questo tentativo i diritti del lavoratore risultassero comunque violati, una prima soluzione al problema potrebbe essere quella di rivolgersi al rispettivo sindacato di categoria, per far valutare il caso di specie e procedere all'individuazione di una strategia legale efficace.

47

L' aiuto del sindacato

Il sindacato, avvalendosi del aiuto di avvocati specializzati, procederà alla verifica della situazione del lavoratore e della relativa legislazione del lavoro. Si occuperà inoltre di calcolare l'ammontare complessivo della somma dovuta. Portate a termine queste formalità, convocherà il datore di lavoro per cercare di risolvere la questione mediante una conciliazione. Se il tentativo dovesse avere esito positivo, il collegio di riconciliazione redigerà un verbale attestante gli elementi di conciliazione su cui si fonda l'accordo ed i relativi impegni di pagamento assunti dal datore di lavoro, e lo farà sottoscrivere da entrambe le parti in causa. In caso di mancato accordo invece, il sindacato trasmetterà la pratica ad un legale convenzionato per l'avvio dell'azione legale.

Continua la lettura
57

L'intervento del avvocato

Per prima cosa l'avvocato si mobiliterà per un tentativo di recupero extragiudiziale, e se questo non dovesse bastare, procederà ad intentare una causa vera e propria. La causa dovrà essere svolta dinanzi al competente giudice del lavoro, il quale, riconoscerà al lavoratore il diritto alla riscossione del pagamento. Procederà quindi ad emettere la relativa sentenza e, contestualmente, darà seguito alla stessa con l'esecuzione forzata da attuarsi sul patrimonio del datore di lavoro al fine di saldare il relativo credito.

67

L'alternativa del decreto ingiuntivo

In alternativa al classico percorso giudiziale, il lavoratore che abbia prova scritta del credito, ed in assenza della prova contraria del datore di lavoro (come ad esempio la quietanza di pagamento), può chiedere l'emissione di un decreto ingiuntivo, immediatamente esecutivo, facendo depositare il ricorso dal proprio avvocato. Mediante questo strumento, il lavoratore può ottenere dal giudice, che entro venti giorni dal deposito del relativo decreto, gli venga riconosciuto il pagamento della somma dovuta. Il datore di lavoro, da parte sua, potrà presentare ricorso entro quaranta giorni dall'ingiunzione di pagamento, aprendo così la strada al procedimento tradizionale.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Il lavoratore non deve mai firmare quietanza di pagamento che non ha mai ricevuto
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come denunciare il mancato pagamento dello stipendio

Come avrete ben compreso leggendovi il titolo di quest'interessante guida, ora andremo a spiegarvi come denunciare il mancato pagamento dello stipendio. La difesa dei vostri diritti, in questo specifico caso, è assolutamente di primaria importanza, ma...
Lavoro e Carriera

Come si calcola la liquidazione del TFR

Il TFR (Trattamento di Fine Rapporto) chiamato anche liquidazione, è un compenso che viene corrisposto al lavoratore in maniera differita, ossia alla cessazione del rapporto di lavoro. Per questa ragione l'accantonamento annuo del TFR viene considerato...
Lavoro e Carriera

5 caratteristiche del contratto a tempo indeterminato

La crisi economica di questi ultimi anni ha portato diverse aziende alla chiusura; a sua volta, questo ha determinato la perdita di numerosi posti di lavoro. Molte persone si sono trovate senza un'occupazione, accettando successivamente nuove forme di...
Lavoro e Carriera

Cosa fare se il datore di lavoro non paga

Può accadere di avere dei seri problemi con il proprio datore di lavoro. I problemi con cui si può venire in contatto sono veramente tanti e possono succedere ogni giorno, in particolar modo in questo periodo di profonda crisi economica. Nello specifico,...
Lavoro e Carriera

Come e quando consegnare una lettera di dimissioni

Di questi tempi è difficile trovare il coraggio di presentare una lettera di dimissioni, eppure quando si presentano alcune circostanze particolari, diventa purtroppo inevitabile. In questi casi, la legge italiana, riconosce al lavoratore il diritto...
Aziende e Imprese

Infortunio: come calcolare l'integrazione a carico dell'azienda

In qualunque azienda ci si trovi, può capitare di assistere ad un infortunio sul lavoro, oppure di esserne vittima. Molto spesso, ciò si verifica per ragioni differenti, come una scarsa sicurezza messa a disposizione dall'azienda o la presenza di attrezzature...
Lavoro e Carriera

I principali diritti del lavoratore subordinato

La legislazione prevede la tutela dei lavoratori dipendenti per garantire loro un corretto rapporto con il datore di lavoro. Il lavoratore ha una posizione di inferiorità rispetto a lui ed è fondamentale quindi che le leggi regolamentano il rapporto...
Lavoro e Carriera

Come regolarizzare una colf

Regolarizzare una colf non è così difficile. È però importante conoscere bene quali sono i diritti e i doveri che hanno sia il datore che il collaboratore. Vediamo dunque i passi fondamentali per andare incontro a una assunzione senza rischi. Vedremo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.