Locazione con comodato d'uso: 5 cose da sapere

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Utilizzata di frequente in ambito famigliare o tra conoscenti, la locazione con comodato d'uso è un contratto tra 2 soggetti (disciplinato dal Codice Civile, articoli da 1803 a 1812) in cui uno cede all'altro, a titolo gratuito, l'utilizzo di un determinato bene. La formula contrattuale della locazione con comodato d'uso è impiegata spesso per gli immobili e, sebbene non comporti il pagamento di un canone per chi usufruisce del bene, è disciplinata da diverse regole che ne sanciscono un utilizzo legale e che vanno a tutelare entrambe le parti coinvolte. In proposito, vi illustriamo di seguito 5 cose da sapere sulla locazione con comodato d'uso.

26

I soggetti coinvoli

Come anticipato, nella locazione con comodato d'uso sono coinvolti 2 soggetti: il primo prende il nome di comodante e rappresenta il proprietario del bene che decide di concederne l'uso gratuitamente; il secondo è definito invece comodatario, ed è colui che effettivamente riceve l'immobile per utilizzarlo. L'utilizzo dell'immobile da parte del comodatario è vincolato nel tempo dalla scadenza imposta dal comodante. Qualora invece non venga fissato un termine preciso per la restituzione del bene, il comodatario lo dovrà restituire nel momento in cui il comodante ne faccia esplicita richiesta.

36

Gratuità dell'utilizzo del bene

Sebbene si tratti nella pratica di cedere l'utilizzo di un bene mobile o immobile, a differenza dei contratti d'affitto tradizionali, la locazione con comodato d'uso non prevede per il comodatario il pagamento di canoni di affitto. È tuttavia tenuto a tenere in buono stato di conservazione il bene, impegnandosi a sostenere eventuali spesi di manutenzione ordinaria. È inoltre tenuto a pagare le spese legate alle utenze connesse all'utilizzo dell'immobile. Diversamente, se l'immobile necessita di interventi di manutenzione straordinaria sarà il comodante a farsene carico.

Continua la lettura
46

Forma contrattuale

Fra le 5 cose da sapere quando si decide di stipulare una locazione con comodato d'uso, particolarmente importanti sono le regole che disciplinano il tipo specifico di forma contrattuale. In generale occorre sapere che è possibile avvalersi sia di una forma contrattuale verbale, che di una forma scritta. Nel caso specifico degli immobili, tuttavia, si ricorre spesso alla redazione di un contratto scritto che deve successivamente essere registrato presso l'Agenzia delle Entrate entro 20 giorni dalla stipula. Optare per la forma scritta, e quindi per la registrazione del contratto, è necessario per poter fruire delle agevolazioni previste in materia di tasse come l'IMU, che comunque il proprietario dell'immobile concesso in comodato è tenuto a pagare.

56

Obblighi del comodatario

Oltre ad impegnarsi a manutenere correttamente l'immobile concessogli in comodato d'uso e a sostenere le spese necessarie (utenze, condominio, ecc) per poterlo utilizzare, il comodatario deve rispettare una serie di altri obblighi. Tra questi, vi è l'obbligo di non concedere a terzi il godimento dell'immobile. Ma non solo: il comodatario ha anche il dovere di servirsi del bene esclusivamente per i motivi concordati con il proprietario. Così, ad esempio, un appartamento concesso in comodato d'uso per fini abitativi non potrà essere utilizzato per fini professionali. È inoltre in dovere di riparare o sostituire ciò che eventualmente danneggia durante l'utilizzo del bene.

66

Obblighi del comodante

Anche chi cede un bene immobile in regime di locazione con comodato d'uso deve rispettare diversi obblighi. Ha, in primis, il dovere di informare il comodatario di eventuali vizi o difetti del bene che possano ostacolarne il pieno utilizzo, pena il risarcimento di eventuali danni o disagi. Deve inoltre impegnarsi ad affrontare le spese di eventuali manutenzione straordinari o a farsi carico delle spese connesse ad opere di ristrutturazione, necessarie e anche parziali, dell'immobile.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Contratti locazione: le 5 tipologie di affitto

Se hai una casa nella quale non risiedi e che non utilizzi in modo continuativo una soluzione per ripagarsi delle spese è quella di metterla a reddito ossia fare in modo che questa si possa pagare da sola e magari generare una rendita passiva. In questa...
Case e Mutui

Come comunicare una cessione di fabbricato

Quando si possiedono dei fabbricati di proprietà, è possibile dopo un determinato tempo di vederli; questo deve avvenire con determinate procedure naturalmente legali e con la presenza di un notaio. La cessione può essere come un atto di compravendita...
Richieste e Moduli

Come compilare un ISEE

Il certificato ISEE è quell'indicatore che attesta l'effettiva situazione economica di un soggetto. ISEE è un acronimo che sta, infatti, per "Indicatore della Situazione Economica Equivalente". Una volta compilato, si potrà ottenere qualche agevolazione...
Case e Mutui

Come cedere il diritto di abitazione

Come stabilito dall'Articolo 1022 del Codice Civile, l'abitazione è il diritto reale di godere di un immobile altrui che concede al titolare la possibilità di vivere nella casa in quesione coerentemente con i bisogni propri e della propria famiglia....
Case e Mutui

Il deposito cauzionale nelle locazioni abitative

Nella guida riportata nei passi successivi, parleremo di una delle condizioni principali che viene spesso contemplata nei contratti di locazione. Si tratta del deposito cauzionale, ovvero una quantità di denaro che viene versata al proprietario dell'appartamento...
Case e Mutui

10 errori da non fare mai quando si prende una casa in affitto

Stando ai dati statistici dell'ISTAT la questione è piuttosto chiara: nel nostro paese gli acquisti di case di proprietà sono sensibilmente diminuiti negli ultimi anni a causa della difficoltà di trovare mutui agevoli. A controbilanciare questo trend,...
Case e Mutui

Come effettuare la cessione di un contratto di locazione

Nel contratto di locazione una persona cede a un'altra persona un bene, per un determinato periodo, a fronte di un corrispettivo in denaro. Se si tratta di bene mobile (es. Auto, moto, barca) si parlerà di nolo o noleggio, nel caso di bene immobile (es....
Case e Mutui

Locazione: motivi di risoluzione anticipata

Il contratto di locazione è un contratto mediante il quale una figura, detta locatore, cede un bene o un servizio ad una seconda parte, detta locatario, dietro la prestazione, di quest'ultimo, di una somma di denaro con periodicità regolare. Detta in...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.