Linee guida sul campionamento degli alimenti

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

E stato ormai più volte dimostrato che il tipo di alimentazione, svolge un ruolo fondamentale al fine di mantenere l'organismo umano in perfetta salute. Nasce quindi l'esigenza di sapere a priori cosa portiamo sulle nostre tavole! Il campionamento serve a verificare che un alimento sia conforme alle norme vigenti e quindi a prevenire rischi alla salute pubblica. Possiamo inoltre affermare che, il controllo dei prodotti destinati all'alimentazione umana è un'esigenza imprescindibile per un paese civile. Oltre all'alimentazione umana è estremamente importante, effettuare dei controlli anche sui prodotti destinati per l'alimentazione degli animali inquanto una alimentazione con prodotti contaminati di questi animali può danneggiare anche l'uomo che si ciba degli stessi. Poiché è chiaramente impossibile controllare tutto questo materiale, è stato indispensabile individuare delle linee guida riguardanti il campionamento degli alimenti. Leggete attentamente questa guida per capire quello che bisogna fare per evitare che dei cibi contaminati arrivino sulle nostre tavole.

25

Occorrente

  • Campione
  • Prelievo
  • analisi
35

La periodicità e la quantità del campionamento degli alimenti

Il primo passo da compiere, sarà quello di stabilire la periodicità del campionamento e le quantità del materiale prelevato dal lotto di produzione. È doveroso sottolineare che entrambi i compiti, saranno eseguiti in funzione del tipo di analisi da effettuare e del tipo di alimenti da analizzare. Ad esempio, per l'analisi della radioattività di alimenti come la frutta e verdura, si considera una periodicità annuale di quantità pari a 2 Kg di prodotto da prelevare nelle zone di produzione delle merci.

45

Le modalità di prelievo

Anche le modalità di prelievo svolgono un ruolo fondamentale sul campionamento degli alimenti. Queste, devo necessariamente essere codificate al fine di evitare di danneggiare o contaminare il prodotto. Per tale procedura, occorre utilizzare una serie di attrezzature adeguate come guanti e mezzi per il prelievo perfettamente sterilizzati. I campioni sono prelevati in modo casuale e divisi in 5 parti che vengono successivamente sigillati e marcati. Lo scopo di queste due operazioni è di evitare successive contaminazioni e conoscere perfettamente il tipo di prodotto e la provenienza.

Continua la lettura
55

Il trasporto in laboratorio

In fine, il trasporto verso il laboratorio di analisi deve essere effettuato in modo da non danneggiare il prodotto. Infatti, in caso di prodotti surgelati, il trasporto dovrà essere effettuato in celle frigorifere a temperatura controllata ed indicata sul verbale di prelevamento. I campioni dovranno arrivare al laboratorio di analisi in confezioni integre entro 24-36 ore dal prelievo: tutto questo verrà controllato dal responsabile del laboratorio che avrà il compito di respingere i campioni non conformi. Solo dopo tale prassi, potrà iniziare l'analisi dei campioni, che potrà essere rivolta alla ricerca di agenti inquinanti, tossine, microorganismi patogeni, tutti gli elementi potenzialmente dannosi per la salute.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come aprire un'attività di produzione di alimenti per la prima infanzia e dietetici

L'idea di aprire un negozio, mettersi in proprio e diventare autonomi a livello economico, senza dover dipendere da nessun datore di lavoro, passa per la mente di molte persone. A riforma del commercio ha modernizzato il settore adeguando la normativa...
Aziende e Imprese

Guida alle ONLUS

Con il termine ONLUS s'intende qualunque Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale. Le ONLUS comprendono anche gli enti privati che operano per il bene della collettività. I loro obiettivi principali sono il benessere e lo sviluppo sociale. Tutte...
Aziende e Imprese

Guida alle tecniche di team building

Che cos'è il team building? Il termine viene spesso utilizzato nel settore delle risorse umane. Corrisponde a quell'insieme di tecniche mirate alla creazione o al rafforzamento dello spirito di squadra. L'obiettivo finale è quello di creare un gruppo...
Aziende e Imprese

Guida al Personal Financial Planning

La pianificazione delle finanze personali si può benissimo imparare a gestire da soli, a patto che si tengano in considerazione diversi fattori, tra cui la conoscenza dell'argomento. Consiglio caldamente di chiedere ulteriori informazione a professionisti...
Aziende e Imprese

Guida alle Società di Intermediazione Mobiliare

Vediamo insieme in questa guida cosa sono le "Società di Intermediazione Mobiliare". Le Società di Intermediazione Mobiliare (SIM) sono delle "società per azioni" che sostituiscono i vecchi agenti di cambio. Le SIM si differenziano dalle banche in...
Aziende e Imprese

Guida ai fondi di garanzia

I fondi di garanzia nascono per sostenere le imprese italiane, con attenzione a quelle di dimensioni medie e piccole, fino alle microimprese, intervenendo nel momento in cui le imprese ottengono finanziamenti da parte delle banche.Quando un'impresa si...
Aziende e Imprese

Porto franco e porto assegnato: guida alle differenze

Al giorno d'oggi fare shopping è diventato particolarmente semplice e veloce, grazie alla possibilità di poter effettuare degli acquisti direttamente su internet. Questa tipologia di acquisti è prediletta soprattutto da tutte le persone che non hanno...
Aziende e Imprese

Il fallimento aziendale: guida

Il fallimento per un'azienda è la procedura legale istituita per proteggere i creditori da un imprenditore che non può più far fronte ai pagamenti. La sentenza è a cura di un tribunale che è investito di tutte le azioni che ne derivano. Inizialmente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.