Le principali categorie protette nel mondo del lavoro

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

In questa guida ci occuperemo delle principali "Categorie protette". Vedremo, nello specifico, di cosa si tratta, chi ne fa parte e vedremo anche quali sono i vantaggi che essi ne traggono nel mondo del lavoro. Secondo la legge 68 del 1999, sono state individuate alcune categorie svantaggiate di lavoratori. Queste categorie vengono indicate con il termine "protette". Tutte le aziende che comprendono un numero superiore a quindici lavoratori, hanno l'obbligo di assumere un certo numero di lavoratori appartenenti alle categorie protette. Vediamo quali sono queste categorie e per cosa si caratterizzano.

26

Invalidi civili

Sono considerati "Invalidi Civili" tutti coloro che sono portatori di handicap. Per potere essere considerati facente parte delle categorie protette, l'invalidità deve risultare di grado superiore al 45%. Naturalmente anche il grado di cecità e sordità vengono appositamente calcolate all'atto del calcolo della invalidità da parte dell'Asl.

36

Invalidi del lavoro

Alle categorie protette fanno parte anche tutti coloro che sono invalidi del lavoro, purché la percentuale di invalidità superi il 33%. Questa categoria comprende tutti quegli individui che hanno subito degli incidenti sul lavoro che gli hanno causato invalidità. Non potendo più svolgere determinati lavori, essi vengono protetti inviandoli a svolgere altre tipologie di lavoro più adatte alle loro capacità.

Continua la lettura
46

Invalidi di guerra

Alle categorie protette nel mondo del lavoro fanno parte anche tutti quegli individui, civili e non, che sono rimasti invalidi a causa della guerra. Tutti questi individui fanno parte delle categorie protette e, per questo motivo, hanno determinati vantaggi nel mondo del lavoro. Tali vantaggi sono subordinati al grado di invalidità di ciascun individuo.

56

Categorie protette: vedove e orfani

Tra le principali categorie protette nel mondo del lavoro, non bisogna certamente dimenticare le vedove, gli orfani di padre o di padre e di madre e i profughi. Anche in questo caso, esattamente come in presenza di invalidità e handicap, le suddette categorie vengono elencate tra le principali categorie protette.

66

Vittime del terrorismo e della criminalità organizzata

Per ultimo, e non in termini di importanza, vanno ricordati anche tutti quegli individui che sono vittime del terrorismo e della criminalità organizzata. Anche in questo caso risultano facenti parte delle categorie protette nel mondo del lavoro e, anche in questo caso, proprio per la loro condizione di disagio sono previste delle agevolazioni per essere immessi nel mondo del lavoro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Categorie protette: requisiti di iscrizione

Quando si parla di categorie protette, si fa riferimento a quella fascia di popolazione che si trova in difficoltà a livello fisico o sociale per motivi naturali o sopraggiunti. Anche le persone che fanno parte delle categorie protette hanno il diritto...
Lavoro e Carriera

Come richiedere l'inserimento nelle categorie protette

Per ogni cittadino è fondamentale conoscere quali diritti può vantare, affinché possa essere inserito adeguatamente nel contesto sociale. Nel caso in cui si possieda l'invalidità civile, è possibile ottenere l'inserimento nelle categorie protette....
Lavoro e Carriera

Categorie protette: come funzionano

In questa guida, che vogliamo proporvi, abbiamo pensato di parlarvi di un argomento che può interessate tutte quelle persone che hanno dei problemi al proprio fisico o mente.Nello specifico, vogliamo parlare a tutte le categorie protette ed in modo preciso...
Lavoro e Carriera

5 mosse per inserirsi nel mondo del lavoro

Dopo il completamento del corso di studi, arriva per i giovani il momento di lavorare. Inserirsi nel mondo del lavoro non è affatto facile. Da almeno due decenni, trovare un lavoro stabile sembra sempre più difficile. Ciononostante possiamo aumentare...
Lavoro e Carriera

Lavoro: i Paesi più ricchi del mondo

I problemi economici affliggono la stragrande maggioranza dei Paesi del mondo. Si capisce come, nel giro di pochi anni, ci sia stata una vera e propria rivoluzione che ha portato ad una nuova classifica di quelli che sono i Paesi più ricchi del mondo,...
Lavoro e Carriera

Come orientarsi nel mondo del lavoro

Ultimati gli studi, giunge per tutti il momento di confrontarti con il mondo del lavoro e di rendersi indipendenti economicamente anche per non pesare più sul bilancio della propria famiglia. Al giorno d'oggi però, non sempre la ricerca di un lavoro...
Lavoro e Carriera

I principali svantaggi del lavoro freelance

Con il termine freelance, proveniente dalla lingua inglese, si indica un tipo di lavoro o soggetto paragonabile a quello del libero professionista. Questo tipo di lavoro possiede devi vantaggi ma, come vedremo, anche degli svantaggi. Lo scopo di questa...
Lavoro e Carriera

I principali motivi che spingono a cambiare lavoro

Al giorno d'oggi è una fortuna avere un posto di lavoro e poterlo cambiare diventa un privilegio. Eppure posso essere svariati i motivi che inducono a cercare un nuovo impiego, ma tra le ragioni che spingono a farlo andremo a vedere quelle principali....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.