Le domande più frequenti in un colloquio di lavoro

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il colloquio conoscitivo è molto importante in ambito lavorativo perché sarà esso ad aprire la strada alla propria carriera. Dal colloquio dipenderanno molti fattori: la mansione che il dirigente vorrà affidarvi; la sua fiducia in voi e la possibilità di guadagno. Allora, quali sono le domande più frequenti in un colloquio di lavoro? Vediamolo nei seguenti passi.

26

Sacrificare la vita personale per il lavoro

Domanda: sarebbe disposto a sacrificare la sua vita personale per il lavoro? La risposta a questa domanda è soggettiva ma dovrà essere più diplomatica possibile non facendo alcun commento, anche solo parzialmente polemico, circa l'argomento. Questa domanda serve a capire qual è il posto che occupa il lavoro nella vostra vita: se vivete per lavorare o lavorate per vivere!

36

Essere ambizioso e positivo

Domanda: dove vede se stesso fra cinque anni? Inutile dire che questa domanda è fondamentale per vedere le ambizioni del candidato e la sua positività rispetto alla carriera lavorativa. Ovvio, se la risposta è titubante e incerta, il colloquio prenderà una brutta piega. Il datore deve vedere in voi l'impiegato modello ambizioso e sicuro nelle proprie aspettative.

Continua la lettura
46

Punti forti e punti deboli

Domanda: quali sono i suoi punti forti e i suoi punti deboli? Nella risposta a questa domanda sarebbe opportuno rispondere innanzitutto alla prima parte, stando attenti a non eccedere, e poi concentrarsi sulla seconda parte esponendo qualche proprio difetto insieme al metodo che state adottando per correggerlo. Ricordate: siate reali e modesti e non architettati.

56

Esperienze lavorative

Domanda: perché ha seguito questo corso di studi? Qualsiasi sia il corso di studi pregresso, il candidato dovrebbe avere la capacità di relazionarlo al lavoro che andrà a compiere in quella determinata azienda. La risposta ben motivata darà modo al datore di vedere quanto siate persone affidabili e ben determinate anche nelle scelte più piccole. Domanda: perché è interessato a questo lavoro? Questa domanda è molto importante quanto la prima. Dalla vostra risposta il datore riuscirà a capire se riuscirete ad essere impiegati validi capaci di apportare progressi nell'azienda. Per questo la risposta non dovrebbe assolutamente includere lo stipendio o gli ottimi guadagni ma concentrarsi su obiettivi della crescita sul lavoro e le soddisfazioni che vi si possono trarre. Domanda: mi parli di lei. Questa, che a primo impatto sembra una domanda innocua, è quella più importante di tutte. Con la vostra risposta il datore di lavoro riuscirà a valutare le vostre capacità di esposizione e, naturalmente, anche i vostri interessi. Si consiglia di avere ampio raggio per quanto riguarda le proprie esperienze lavorative pregresse e poco o niente sulla propria vita privata.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Domande da fare durante un colloquio di lavoro

In un periodo così complesso dal punto di vista economico e lavorativo, trovare la giusta opportunità di carriera non è di certo cosa semplice. L'alto numero di domanda spesso non coincide con le richieste del mercato ed è quindi molto complicato...
Lavoro e Carriera

5 domande da fare ad un colloquio

Quando ci rechiamo ad un colloquio di lavoro, e desideriamo riscuotere un maggior successo e fare soprattutto una buona impressione, il segreto e porre delle domande, ma non a carattere personale bensì in base proprio alla tipologia di lavoro. Questo...
Lavoro e Carriera

Come rispondere alle domande più temute ai colloqui di lavoro

Dopo anni di studio e di serio impegno, per un giovane giunge il momento di cercare un lavoro. È uno degli obiettivi di vita più importanti per un individuo. Significa emancipazione, indipendenza, possibilità di costruirsi una vita. Riuscire a guadagnarsi...
Lavoro e Carriera

Come affrontare un colloquio di lavoro in francese

Visto la situazione lavorativa italiana molto precaria, potrebbe capitarci di imbatterci in un colloquio di lavoro con un'azienda estera. Oggi sono cadute molte barriere che non molto tempo fa sembravano insormontabili. La voglia di cambiare, di trasferirci...
Lavoro e Carriera

5 domande cruciali nei colloqui di lavoro

Il colloquio di lavoro è sicuramente quella situazione che confronta due persone sconosciute, fino a quel momento. Lo scopo è quello di decidere in merito al lavoro che viene offerto. Un colloquio di lavoro infatti non deve essere visto solo ed esclusivamente...
Lavoro e Carriera

10 consigli per fare colpo a un colloquio di lavoro

Per trovare lavoro è necessario sempre fare un colloquio mirato ed esporre tutte le proprie capacità. In un colloquio lavoro è importante capire se la persona che si cerca per una determinata posizione, è adatta o meno a ricoprire un posto preciso...
Lavoro e Carriera

Come prepararsi per un primo colloquio di lavoro

Con i tempi di crisi che abbiamo le possibilità di essere chiamati per un colloquio di lavoro sono minori rispetto a qualche anno fa. Se si riesce ad essere selezionati da un'azienda è importante non fallire questa opportunità. Per essere assunti è...
Lavoro e Carriera

Come affrontare un colloquio di lavoro

Il colloquio di lavoro è un’esperienza importante in ogni individuo che inizia ad affacciarsi sul mondo del lavoro. In esso si gioca la buona o la cattiva impressione che passa di noi di fronte al selezionatore. Abbiamo già affrontato esami, magari...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.