Le differenze tra assegno bancario e circolare

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

L'assegno è uno strumento finanziario di pagamento. Spesso si sente parlare di assegni bancari e circolari, ma probabilmente molti non ne conoscono la differenza: tecnicamente si tratta di due modi di pagamento differenti.
In questa guida tenteremo di chiarire e spiegare quali sono le differenze tra assegno bancario e circolare, in modo pratico e comprensibile per tutti.

27

Che cos'è l'assegno bancario

È un titolo di credito che contiene l'ordine di pagare al beneficiario una somma già depositata su un conto corrente di corrispondenza, acceso presso un Istituto di credito. L'assegno bancario viene emesso dal titolare del conto e fa parte di un libretto di assegni (carnet) rilasciato dalla banca su richiesta.
Il presupposto, quindi, dell'assegno bancario è l'esistenza del conto corrente e la copertura della somma indicata nell'assegno medesimo, comprovata dalle somme depositate dall'emittente nel conto.

37

Come incassare l'assegno bancario

Colui che riceve un assegno bancario, dovrà recarsi subito nell'Istituto emittente (quello del titolare del conto) per l'incasso, oppure presso la banca dove è già cliente e depositarlo sul proprio conto corrente. Nel primo caso avrà l'immediato riscontro della copertura dell'assegno, nel secondo caso dovrà aspettare alcuni giorni.
L'assegno bancario deve essere incassato entro 8 giorni dalla data riportata se viene emesso nella stessa località della banca del debitore e di quella del creditore, entro 15 giorni se le banche si trovano in località diverse. Se non vengono rispettati questi termini il debitore può rivolgersi alla propria banca e bloccare il pagamento.

Continua la lettura
47

L'assegno bancario scoperto

Esiste però la probabilità che l'assegno bancario non sia "coperto", cioè che nel conto corrente non sia depositato il denaro sufficiente per pagare il beneficiario dell'assegno stesso. In questo caso prenderebbe il via una procedura, mediante la quale l'assegno verrà protestato.
L'assegno sarà consegnato ad un pubblico ufficiale abilitato a redigere il protesto (ufficiali levatori sono i Notai ed i Segretari comunali), il quale, attraverso un atto pubblico, attesterà il rifiuto del debitore di pagare il titolo.
L'assegno, dunque, è risultato scoperto ed è stato emesso "a vuoto". In Italia questa irregolarità era reato, ma oggi viene considerata un illecito amministrativo.
Il creditore provvederà poi a rivalersi sul debitore attraverso azioni giudiziarie, come il pignoramento.

57

Che cos’è l’assegno circolare

È un titolo di credito che viene emesso da un Istituto di credito a favore di un beneficiario. Il rilascio dell'assegno avviene previa autorizzazione di chi deposita la somma richiesta.
In pratica il debitore, dovendo pagare una certa somma al creditore, decide di non versarla in contanti, ma con un assegno circolare; per fare ciò, deposita la somma in banca, ricevendo in cambio il titolo, che risulta quindi coperto e garantito.
In questo modo il creditore (beneficiario) potrà recarsi presso la sua banca o presso la banca emittente e ritirare la somma indicata e già depositata, con la certezza, quindi, che l'assegno circolare è coperto.
L'assegno circolare, in genere deve essere incassato entro 30 giorni dalla data in cui è stato emesso, ma è possibile riscuoterlo entro 3 anni dalla data di emissione, dopodiché cade in prescrizione.

67

In sintesi le differenze tra assegno bancario e circolare

Ricapitoliamo le differenze tra assegno bancario e circolare.
 L'assegno bancario viene emesso sempre dal titolare di un conto corrente; l'assegno circolare viene emesso da un Istituto di credito dietro deposito della somma richiesta.
L'assegno circolare è sempre "coperto" perché la banca lo emette solo dietro versamento della somma o disponibilità di denaro sul conto corrente; l'assegno bancario è meno sicuro ed è accettato dalla banca con la clausola "salvo buon fine".
L'assegno bancario, se risulta scoperto, è soggetto ad essere protestato; questo non può avvenire con l'assegno circolare.
L'assegno bancario deve essere incassato entro 8 giorni dalla data riportata se emesso su piazza, entro 15 giorni se fuori piazza. Mentre quello circolare si può riscuotere entro 3 anni dalla data di emissione.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Banche e Conti Correnti

Come riscuotere un assegno circolare

L’assegno circolare consiste in un titolo di credito emesso e firmato da una banca, per una somma denaro già a disposizione della propria cassa al momento del pagamento, infatti lo rilascia soltanto a coloro che lo richiedono dietro il versamento...
Banche e Conti Correnti

Come verificare la validità di un assegno circolare

Quante volte lo abbiamo sentito ripetere dalle autorità: attenti alle truffe! Ed in effetti la prudenza in questi casi non è mai troppa. Soprattutto quando di parla di denaro. Nel caso degli assegni circolari, poi, non basta sapere che questi di solito,...
Banche e Conti Correnti

Come cambiare un assegno bancario allo sportello

L'assegno bancario è un metodo di pagamento molto diffuso la cui somma può essere riscossa tramite versamento sul proprio conto corrente, in questo caso bisognerà attendere dai 3 ai 14 giorni per l'avvenuta operazione che vi permetterà di avere la...
Banche e Conti Correnti

Come spedire un assegno bancario

Oggi spostarsi con particolari somme di denaro in tasca, diventa davvero rischioso e problematico. È' per questo motivo che molti preferiscono sfruttare gli assegni per i propri pagamenti. Prima di emettere un assegno però, bisogna anche essere consapevoli...
Banche e Conti Correnti

Come cambiare un assegno non trasferibile

Un metodo utilizzato per poter pagare grosse somme di denaro, senza alcuna carta di credito, è sicuramente l'assegno. Questo sistema di pagamento è un foglio rilasciato dalla banca dove si ha il proprio conto corrente, e da qui vengono ritirati i soldi...
Banche e Conti Correnti

Come verificare se un assegno è coperto

L' assegno è uno strumento di pagamento utilizzato con molta frequenza, al giorno d'oggi altri canali, come il bonifico online, oppure le carte prepagate, sembrano aver preso il sopravvento. Ad ogni modo, diverse persone continuano ad utilizzare gli...
Banche e Conti Correnti

Come bloccare un assegno

L'assegno rappresenta uno dei titoli di credito più diffusi e funge essenzialmente da mezzo di pagamento. Il pagamento effettuato tramite questo titolo, è un’operazione piuttosto diffusa ed assolutamente comune, non soltanto per acquistare beni il...
Banche e Conti Correnti

Come versare un assegno non trasferibile

L'assegno bancario è un particolarissimo metodo di pagamento attraverso il quale chi deve effettuare il pagamento ordina alla propria banca di versare la somma prevista su tale titolo di credito. Esistono diverse tipologie di assegni ed in base a questi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.