Le 5 domande più temute nei colloqui

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il colloquio di lavoro è un passo importante ed indispensabile per una nuova occupazione. Tutte le aziende e gli uffici indicono dei colloqui conoscitivi per valute i candidati. Oltre a vestirsi in modo adeguato e curare la postura c'è il problema delle domande. Le persone passano giorni e persino mesi a preparare le risposte giuste. Restano però sempre alcune domande, quelle più temute, che rimangono l'osso duro di questi incontri. In questa lista vediamo le 5 domande più temute nei colloqui e come affrontarle.

26

Lavorerebbe anche senza avere la certezza di una promozione?

La prima delle 5 domande più temute nei colloqui è sicuramente quella che riguarda la promozione. Chi cerca lavoro lo fa anche sperando in un aumento. Anche se per avanzare di carriera ci possono volere anni, è bello avere questa certezza. Un datore di lavoro che fa questa domanda mette in difficoltà il candidato. Potrebbe benissimo trattarsi di una domanda a trabocchetto. Questa serve per vedere l'impegno del candidato anche nel futuro. Se infatti pensa solo a voler guadagnare potrebbe non avere a cuore il bene dell'azienda. Ciò potrebbe portarlo a "tradire" la fiducia non appena si presenta un'opportunità migliore in termini di guadagno.

36

Perchè è stato licenziato nel suo scorso lavoro?

Le domande più temute nei colloqui comprendono anche le esperienze lavorative passate. Chi cerca lavoro dopo aver perso quello precedente può avere serie difficoltà a "confidarsi". Un licenziamento comprende degli sbagli da parte del datore ma anche del lavoratore. Chi ha subito ingiustamente un licenziamento non deve temere questa domanda durante i colloqui. In caso contrario deve dare le dovute spiegazioni. Una risposta troppo sincera può portare il nuovo datore a rifiutare l'assunzione. In ogni caso è meglio mettere le carte in tavola e dire la verità. La colpa non è sempre di una sola persona. Non c'è niente di male se si vuole ricominciare e se il vecchio lavoro non piaceva più.

Continua la lettura
46

Quali sono le sue debolezze e i suoi difetti?

La terza delle domande più temute nei colloqui è quella legata alla sfera personale. Esporsi può essere davvero difficile specialmente con gli estranei. Confidarsi con una persona seduta di fronte mette a disagio anche i più "forti" ed estroversi. Quando si tratta di parlare delle debolezze e dei difetti si attraversa un campo minato. Non è necessario raccontare tutte le esperienze passate e le disavventure, basta rivelare i tratti caratteriali. Questi possono includere la perseveranza, il non voler tollerare le ingiustizie oppure essere permalosi. Anche se si mente, prima o poi tutti questi tratti verranno fuori. È meglio essere chiari sin dall'inizio.

56

Per quanto tempo intende lavorare per noi?

Eccoci alla quarta delle domande più temute durante i colloqui di lavoro. Ovviamente chi dirige il colloquio ha a cuore il bene dell'azienda. Cerca quindi di scegliere un candidato efficiente che rimanga più a lungo possibile. Questo perché diventi esperto ed autonomo. Tutto questo si traduce in guadagni di denaro e di tempo per il datore di lavoro. Dover assumere ogni mese un nuovo dipendente può risultare davvero frustrante. Ecco perché questa domanda non deve mettere a disagio. È bene affermare che si vorrebbe tenere il posto più a lungo possibile. Allo stesso tempo è giusto mettere in chiaro se si cerca un posto solo per un anno per impegni personali. Discorso analogo vale per una donna incinta.

66

Quanto pensa di valere?

Infine, questa è un'altra domanda molto temuta. Spesso viene chiesto ai candidati di darsi una valutazione. In questo caso si intende sia una quantificazione monetaria che il valore aggiunto per l'azienda. Ci sono persone che credono nelle loro capacità e pensano di valere più di tutti gli altri. Altri invece hanno scarsa autostima e si vedono come buoni a nulla. In ogni caso la persona assunta deve ammettere di non essere capace a fare tutto. Come abbiamo visto, l'onesta è alla base di ogni cosa. Se un compito o una mansione particolare può portare preoccupazioni, è bene dirlo subito. Chi conduce il colloquio sarà molto felice della franchezza dimostrata.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

5 domande cruciali nei colloqui di lavoro

Il colloquio di lavoro è sicuramente quella situazione che confronta due persone sconosciute, fino a quel momento. Lo scopo è quello di decidere in merito al lavoro che viene offerto. Un colloquio di lavoro infatti non deve essere visto solo ed esclusivamente...
Lavoro e Carriera

Superare i colloqui: 10 consigli

I colloqui di lavoro sono spesso uno scaglione complesso da superare, tanto per i giovani quanto per i meno giovani. Le possibilità di commettere errori e dunque darsi da soli la cosiddetta zappa sui piedi è un rischio costante, specialmente per chi...
Lavoro e Carriera

Come gestire i conflitti durante i colloqui di lavoro

Durante un colloquio di lavoro tra le domande più frequenti rivolte al candidato c'è quella di descrivere come gestirebbe un conflitto.Poiché si tratta di un'eventualità piuttosto probabile, questa domanda ha l'obiettivo di valutare come il candidato...
Lavoro e Carriera

Le peggiori domande da fare ad un'intervista

Le interviste possono variare molto per la leggerezza dei temi trattati, eppure esistono domande che, a prescindere da chi sia l'intervistato, non andrebbero mai poste. Infatti, malgrado possa esserci curiosità verso argomenti privati e, magari, più...
Lavoro e Carriera

5 domande da fare ad un colloquio

Quando ci rechiamo ad un colloquio di lavoro, e desideriamo riscuotere un maggior successo e fare soprattutto una buona impressione, il segreto e porre delle domande, ma non a carattere personale bensì in base proprio alla tipologia di lavoro. Questo...
Lavoro e Carriera

Le domande più frequenti in un colloquio di lavoro

Il colloquio conoscitivo è molto importante in ambito lavorativo perché sarà esso ad aprire la strada alla propria carriera. Dal colloquio dipenderanno molti fattori: la mansione che il dirigente vorrà affidarvi; la sua fiducia in voi e la possibilità...
Lavoro e Carriera

Domande da fare durante un colloquio di lavoro

In un periodo così complesso dal punto di vista economico e lavorativo, trovare la giusta opportunità di carriera non è di certo cosa semplice. L'alto numero di domanda spesso non coincide con le richieste del mercato ed è quindi molto complicato...
Lavoro e Carriera

Le domande da non fare al primo colloquio di lavoro

Affrontare un colloquio di lavoro non è facile. Nonostante le numerose esperienze lavorative, può essere stressante sottoporsi ad una candidatura. Chi ha fatto molta esperienza in questo campo, conosce già le regole di base. Tra queste ci sono le norme...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.