Le 10 regole per garantirsi una pensione integrativa

tramite: O2O
Difficoltà: media
111

Introduzione

Il mondo del lavoro attuale, estremamente competitivo e con stipendi poco redditizi, non garantisce una sicura pensione che possa dare tranquillità per il nostro domani. È per questo che consigliamo di pensare a una pensione integrativa, che ci consenta di accumulare una piccola somma per i giorni della nostra vecchiaia. Vediamo quali sono le dieci regole da rispettare per garantirsi una pensione integrativa, nei punti seguenti.

211

Cercare un conveniente fondo pensione

Dati gli stipendi lordi molto bassi, i cittadini italiani che hanno trentacinque o quaranta anni sanno che la cosa più importante è stornare una piccola cifra mensile dallo stipendio per ottenere un risparmio da poter utilizzare in vista della pensione. Mettendo da
parte cinquanta euro al mese circa si potrà ottenere una cifra tale da consentire un piccolo ma significativo contributo.

311

Studiare la soluzione migliore

Bisogna stare molto attenti ai tassi applicati dai fondi pensione.
Molto spesso essi diventano talmente proibitivi da prendere una significativa fetta dell’accumulo in tasse e accise. Per quello si consiglia di valutare bene quali fondi pensione integrativi scegliere.

Continua la lettura
411

Valutare le associazioni di categoria

Se si lavora per una specifica categoria di artigiani o impiegati, spesso ci sono proposte di fondi pensione in cui accumulare anche il tfr. Sono disponibili anche dei sindacati che possono darci informazioni sulla scelta migliore che possa consentirci di adattare le soluzioni offerte alle nostre esigenze.

511

Valutare l’accantonamento del tfr all’esterno dell’azienda

Il TFR, trattamento di fine rapporto, è la somma che il datore di lavoro corrisponde alla fine della collaborazione con l’impresa. Si può pensare di accantonare il TFR all’esterno dell’azienda, in modo da ottenere rendimenti intorno all’1%, più alto del caso in cui venga invece lasciato all’interno.

611

Calcolare la pensione prevista

Andando sul sito della previdenza sociale, si può stimare la pensione che si riceverà una volta che si smetterà di lavorare. Una volta fatto questo calcolo si potrà procedere nel migliore dei modi per cercare di scegliere una soluzione che ci aiuti a integrare la nostra pensione.

711

Stimare il Gap atteso

È fondamentale stimare il gap fra quanto atteso e quanto si vorrebbe ricevere. In base a questo si potrà capire l’accantonamento che bisogna versare per cercare di coprire il gap fra la pensione ricevuta e quella attesa. Da qui si potrà procedere per scegliere la migliore soluzione per le nostre esigenze.

811

Calcolare i rischi

Accantonare una somma mensile contiene una intrinseca percentuale di rischio, che può portare anche ad una perdita di somme. Per evitare questo, bisogna affidarsi ad un consulente e studiare il
Mercato dei fondi pensionistici, in modo che non si vada a rischiare di peggiorare la propria situazione economica.

911

Scegliere la formula: azionaria o obbligazionaria

Si può scegliere una formula che protegga i nostri fondi e contenga una bassa percentuale di rischio, o obbligazionaria, o una formula che consenta un guadagno ma anche un rischio maggiore. Si può decidere anche un tetto massimo oltre il quale non si può sforare o una formula mista, che consenta sia di guadagnare che di proteggersi.

1011

Valutare i PIP

Oltre ai piani pensione di categoria o promossi da banche o dalle poste, ci sono delle soluzioni di risparmio individuale, che consentono di versare quanto desiderato per poter accumulare un piccolo “cuscinetto”, che ci aiuti nei momenti peggiori.

1111

Usare il buonsenso, sempre

Una cosa molto importante è utilizzare il buonsenso, non scegliere di accantonare una cifra superiore alle nostre possibilità e non scegliere fondi eccessivamente rischiosi, che ci potrebbero portare a perdere grosse somme di denaro. Cercare di usare il buonsenso e affidarci a un buon consulente potrà portarci ad avere una piccola fetta di risparmi, che ci aiuterà durante la nostra vecchiaia. Con questi piccoli accorgimenti potrete dormire sonni tranquilli.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come richiedere gli anticipi sul fondo pensione

La pensione è un diritto che spetta ad ogni cittadino, dopo anni di lavoro e fatica, godersi la vecchiaia con un po' di relax e qualche soldo in tasca fa piacere a tutti. Ma alle volte si ha la necessità di poter accedere in anticipo al fondo pensione,...
Finanza Personale

Come gestire i fondi pensione

Il modo in cui qualsiasi azienda ha a che fare con il rischio dipende da come quest'ultimo viene definito. Questo è spesso un compito molto più complicato di quanto non sembri, poiché il rischio è un "mostro dalle tante teste" che può crescere a...
Finanza Personale

Come richiedere la pensione di inabilità

La pensione di inabilità è un sussidio che spetta al lavoratore dipendente o autonomo affetto da infermità fisica o mentale. Tale sussidio è garantito dalla legge 222 del 12 giugno 1984 entrata in vigore il primo luglio dello stesso anno. Il grado...
Finanza Personale

Come stampare il cedolino pensione INPDAP

I dipendenti dell' Amministrazione Pubblica in pensione che desiderano stampare la rata pensione dell'ultimo mese (anche dei mesi/anni precedenti) possono farlo sfruttando i servizi online messi a disposizione dall'INPDAP. Vediamo come fare con questa...
Finanza Personale

Come scegliere il fondo pensione aperto più conveniente

Il fondo pensione aperto rappresenta una delle migliori possibilità per accrescere in maniera abbastanza consistente i fondi pensionistici che vi spettano. Le pensioni, spesso, non riescono a fornirvi un rendiconto sufficiente a soddisfare i bisogni...
Finanza Personale

I termini e le regole per la dichiarazione dei redditi

Ogni anno tutti i cittadini che percepiscono redditi hanno l'obbligo di trasmettere all'agenzia delle entrate la propria dichiarazione dei redditi, o meglio conosciuta come dichiarazione Irpef. Ogni anno, l'agenzia delle entrate stabilisce un calendario...
Finanza Personale

Prestiti Inpdap: guida alle nuove regole

L'INPDAP, ossia l'Istituto Nazionale di Previdenza dei Dipendenti dell'Amministrazione Pubblica, è stato fondato nel 1994, tramite il Decreto Legislativo numero 479 del 30 giugno dello stesso anno. Precisamente, è sorto a seguito della fusione dell'ENPAS,...
Finanza Personale

Consigli per piccoli investimenti

Ai giorni d'oggi e con il costo della vita che continua vertiginosamente a salire, occorre porre in essere una vera e propria strategia per fronteggiare la fase di crisi. Uno dei modi per ovviare alla congiuntura economica sfavorevole è quello di effettuare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.