Lavoro: 10 regole per scrivere una mail di candidatura

tramite: O2O
Difficoltà: media
111

Introduzione

Oggi è davvero raro trovare un'offerta di lavoro dove venga richiesta una candidatura cartacea. Aziende grandi e piccole sono ormai abituate a fornire un indirizzo email al quale inviare la propria documentazione. E allo stesso modo, chiunque voglia presentarsi a un possibile datore di lavoro, anche in assenza di ricerche aperte, cercherà un contatto email al quale fare riferimento. Prima di accingersi a scrivere a qual si voglia destinatario per cercare lavoro è bene porsi una domanda: che cosa si aspetta dalla presentazione di un candidato un datore di lavoro? Potrete trovare la risposta leggendo queste 10 regole per scrivere una mail di candidatura.

211

Utilizzare un indirizzo email professionale

Il vostro indirizzo email sarà il primo elemento rappresentativo della vostra persona a comparire davanti agli occhi del vostro possibile datore di lavoro. Per questo è importante che utilizziate, per comunicazioni inerenti il lavoro, un indirizzo il più possibile sobrio e professionale.

311

Presentarsi

La buona creanza è d'obbligo in ogni situazione se si vuole partire con il piede giusto. Cominciate allora la vostra mail di presentazione presentandovi brevemente: nome e cognome, età, titolo di studio, profilo professionale e/o attuale impiego.

Continua la lettura
411

Ricordare i campi fondamentali dell'email

In una mail di candidatura più che mai bisogna prestare molta attenzione a compilare adeguatamente i campi fondamentali. Ricordate di compilare sempre il campo dell'oggetto e fatelo in maniera coerente per non rischiare che la mail venga cestinata prima ancora di essere aperta. Prima di inviare assicuratevi che il vostro cv sia allegato correttamente o vanificherete l'invio perdendo credibilità. Non tralasciate mai la firma finale seguita dai vostri dati anagrafici principali o almeno dal vostro numero di telefono.

511

Curare forma e linguaggio

Il vostro modo di presentarvi per iscritto dirà molto di voi al vostro lettore, cercate quindi di scrivere in maniera concisa, chiara e corretta. Prestate attenzione alla formattazione suddividendo in paragrafi il testo per facilitare la lettura e, per lo stesso motivo, utilizzate un carattere snello e accattivante. E soprattutto, per dimostrare serietà e maturità, non inserite emoticon, decorazioni o foto nel messaggio e non utilizzate caratteri colorati.

611

Individuare il destinatario della mail

Grazie ad internet è possibile reperire informazioni un po' su tutte le aziende, soprattutto su quelle di grandi dimensioni e con una struttura gerarchica definita al loro interno. Assicuratevi allora, dove possibile, di individuare la persona specifica alla quale indirizzare la vostra candidatura (normalmente il responsabile delle risorse umane).

711

Selezionare gli allegati

Sovraccaricare una mail con troppi allegati è controproducente. Selezionate accuratamente le vostre scelte. Allegate sempre una copia del vostro cv, quindi limitatevi ad aggiungere documenti solo se richiesto o se strettamente necessario a comprovare vostre qualificazioni specifiche per il posto offerto. Potrete mostrare altra documentazione utile in sede di eventuale colloquio.

811

Essere sintetici

La mail di presentazione non deve essere un riassunto del cv, bensì deve presentarvi brevemente riportando solo eventuali esperienze professionali che possano comprovare la vostra attitudine al posto offerto. Il testo non dovrà superare le 15-20 righe e dovrà essere accattivante e al punto da invogliare il destinatario ad aprire il vostro cv allegato.

911

Mostrarsi umili, ma determinati

Ricordate sempre che nello scrivere una mail di presentazione vi state rivolgendo ad un vostro possibile superiore, qualcuno gerarchicamente più in alto di voi. Mostratevi quindi umili ed evitate vanti, ma siate determinati e disponibili.

1011

Rileggere per evitare errori

Rileggere più volte una mail di presentazione prima di premere invio è di fondamentale importanza. State attenti a leggere quel che realmente avete scritto e a non scorrere, invece, il testo semplicemente leggendovi ciò che avreste voluto scrivere. Solo così potrete evitare inutili e dannosi errori e sviste. Attenti sia all'ortografia che al contenuto.

1111

Svecchiare le forme di cortesia

Le forme di cortesia sono da sempre presenti in ogni lettera commerciale che si rispetti, ma ciò non significa che debbano ripetersi all'infinito nel tempo. Cercate di dare una svecchiata al testo evitando forme arcaiche o troppo formali e meccaniche. Provate ad esempio a concludere con un saluto realistico, augurando buona giornata o buon lavoro. Potreste, in questo modo, affascinare il vostro lettore e distinguervi dalla massa di candidati.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come contattare via e-mail un possibile datore di lavoro senza errori

Questa guida offre consigli su come contattare senza errori un possibile datore di lavoro utilizzando un'e-mail. L'approccio iniziale può avvenire con due modalità: la risposta ad un annuncio (su riviste, siti web, portali specifici, etc.) o l'auto-candidatura....
Lavoro e Carriera

5 consigli per scrivere una lettera di presentazione via mail

La lettera di presentazione è una breve documento da accompagnare al curriculum vitae che ha lo scopo di permettere al candidato di presentare e valorizzare la propria figura professionale, nonché di sottolineare la sue competenze ed esperienze nello...
Lavoro e Carriera

Come scrivere una domanda di lavoro diretta

Molto spesso può capitare di compilare una domanda di lavoro per chiedere il primo impiego oppure anche per presentarsi, in modo tale da trovare una occupazione stabile. Sicuramente, la lettera che verrà inviata alla ditta in cui si desidera venire...
Lavoro e Carriera

10 regole per scrivere il perfetto CV

Un buon Curriculum Vitae si nota subito al primo colpo d'occhio. Chi riesce, infatti, a redigere un CV in modo logico, chiaro e organizzato è già sulla buona strada per ottenere un colloquio conoscitivo. Qui di seguito, pertanto, vi mostrerò le 10...
Lavoro e Carriera

Come scrivere un annuncio per offrire un lavoro

Il mondo del lavoro ci vede quotidianamente alle prese con assunzioni, offerte e contratti di ogni tipo. Se dirigiamo un'azienda, sicuramente avremo bisogno di uno o più dipendenti per svolgere le varie mansioni. Per poter avere un gruppo di persone...
Lavoro e Carriera

Come scrivere una biografia per lavoro

Affinché qualcuno vi assuma, potreste provare a scrivere una biografia per lavoro. Una biografia è un testo che ripercorre le tappe cruciali della vostra vita, sia professionale che privata. Possiamo definirla come un incrocio tra un curriculum ed una...
Lavoro e Carriera

5 regole da rispettare il primo giorno di lavoro

Il primo giorno di lavoro è sempre un giorno importante, soprattutto quando si tratta del primo lavoro, dopo la carriera di studio, oppure di un lavoro nuovo, in seguito ad un grande cambiamento di vita. Il primo giorno di lavoro, però, oltre ad essere...
Lavoro e Carriera

10 regole per scrivere il perfetto CV in inglese

Al giorno d'oggi la conoscenza della lingua inglese è fondamentale: molte aziende non assumono dei dipendenti se questi non conoscono l'inglese, ed in ogni caso la conoscenza dell'inglese è un fattore importante. Ancor di più, se stai pensando di trasferirti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.