Lavorare negli USA: come ottenere il visto

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

In questi ultimi anni, proprio a causa delle richieste numerose per lavorare negli Stati degli Usa, per ottenere il visto si dovrà eseguire un procedimento abbastanza articolato e complesso. Inoltre dopo gli attentati terroristici che sono avvenuti l'11 settembre 2001, come se non bastasse, l'intensificazione dei controlli rallenta ulteriormente l'iter burocratico, con tempi di consegna davvero molto lunghissimi. Vedremo in tale articolo come richiedere i documenti che servono.

25

I visti per il lavoro si dividono in due categorie: quei documenti permanenti, e quelli temporanei.
I documenti temporanei sono di tipo vario: si differenziano basandosi sulla tipologia di lavoro che andrete a svolgere. Se sarà un impiego da dipendente, verrà fatta richiesta che il datore di lavoro dovrà presentare un'istanza chiamata "I-29", all'ufficio di cittadinanza e servizi di immigrazione per gli Usa, meglio noto come "uscis". Una volta ottenuto il consenso da parte di questo ufficio, potrete continuare con la richiesta di un appuntamento all'Ambasciata Americana del nostro paese. La richiesta dovrà essere fatta tramite la registrazione nel sito qui in seguito: https://ceac.state.gov/Ceac/. Dovrete presentare un modulo apposito che si chiama "I-797", che sarà rilasciato dall'uscis ed inoltre anche un secondo modulo chiamato "ds-160", che si dovrà compilare totalmente per la richiesta del visto.

35

Quando presenterete i documenti sarà obbligatorio avere anche un passaporto in corso di validità, ed inoltre dovrete portare con voi anche altri passaporti scaduti, poi vi servirà una copia della richiesta del visto, cioè il documento chiamato "ds-160", una copia di conferma dell'appuntamento, una fotografia nel formato 5 x 5 non più vecchia di oltre sei mesi ed i moduli chiamati "I-29" e "I-797". Quando avrete presentato tutta la documentazione e fatto il colloquio, potrete verificare lo stato di evoluzione della vostra pratica, visionando il sito del consolato.

Continua la lettura
45

Se invece dovrete richiedere un visto definitivo di lavoro. Il criterio della richiesta sarà ancora più complicato. In questo caso il datore di lavoro, dovrà anche fare la richiesta di assunzione del lavoratore nella sua azienda, oltre che presentare una "mozione", cioè una proposta che venga presa una decisione. L'aspirante emigrato, per ottenere l'assunzione, dovrà far parte di una categoria fortemente richiesta in America, o dovrà avere un curriculum ben oltre sopra la media, nella professione che andrà ad occupare. Dovrete inoltre tener conto che, i visti permanenti, chiamati "green card", sono a numero chiuso, e verranno attribuiti soltanto avendo le caratteristiche richieste in precedenza. Dopo aver terminato tutto questo iter burocratico, la persona interessata verrà sottoposta ad una visita medica, prima di poter giungere nel territorio Americano.

55

Per ottenere una "green card" c'è un percorso anche alternativo: occorrerà partecipare ad una lotteria annuale. Essa metterà a disposizione 50.000 visti. I requisiti richiesti minimi sono la maggior età, aver conseguito almeno la licenza di scuola media o non aver lavorato negli ultimi 5 anni, non avere pendenti da parte della Legge e il fatto di non soffrire di malattie psichiatriche. Buona fortuna!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come insegnare italiano negli Stati Uniti

L'insegnamento della lingua italiana in alcune università americane è stata istituita al fine di sostenere la promozione della lingua italiana a livello universitario; per cui il Ministero degli Affari Esteri statunitense nomina degli insegnanti di...
Lavoro e Carriera

Come trovare un lavoro negli U.S.A

A quanti di noi sarà balenata l'idea di varcare i confini nazionali e, tentare la fortuna all'estero, nello specifico negli U. S. A. Il ricordo degli emigranti che s'imbarcavano sui piroscafi, portando con loro la valigia di cartone, è sempre vivo in...
Lavoro e Carriera

Come aprire un'attività negli U.S.A.

Quando si vuole aprire un'attività commerciale in uno Stato, bisogna attenersi alle regole che sono in vigore in esso, e seguirle in maniera attenta per evitare di commettere errori che potrebbero portare alla sua chiusura. Per quanto riguarda gli Stati...
Lavoro e Carriera

Come trasferirsi e lavorare in America

Ogni anno migliaia di stranieri arrivano in America, dichiarandosi dei semplici turisti. Iniziano a lavorare, magari in nero, come camerieri e lavapiatti, poi nella maggior parte dei casi il loro permesso scade e, diventano automaticamente illegali e...
Lavoro e Carriera

Lavorare all'estero: consigli e cose da sapere

La crisi economica iniziata nel 2008 ha avuto conseguenze funeste sull'occupazione. Quest'ultima è calata in modo vertiginoso fino a raggiungere i livelli attuali. Questo stato di cose ha favorito l'emigrazione all'estero per lavorare. In questo tutorial...
Lavoro e Carriera

Come lavorare nella ristorazione all'estero

Negli ultimi anni sempre più persone decidono di lasciare l'Italia in cerca di una situazione più stabile o semplicemente per cominciare una nuova vita, lontani da ciò che conosciamo e probabilmente anche da chi ci conosce. Una volta lasciata l'Italia,...
Lavoro e Carriera

Come lavorare nel settore del turismo

Il turismo è un settore dell'economia che negli ultimi anni ha visto una vastissima espansione. Diventa quindi importate potersi inserire lavorativamente in questo ambito. Soprattutto in considerazione del fatto che questo è un settore molto proficuo...
Lavoro e Carriera

Come lavorare come modella freelance

Vorresti lavorare come modella freelance ma non sai da che parte iniziare? Nessun problema! In questo articolo vogliamo aiutare tutte le nostre care lettrici, che sono amanti della moda e del mondo che c'è intorno ad essa, a capire come si può fare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.