Job sharing: cos'è

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Con l'attuale crisi che sta affliggendo più o meno tutti i paesi del mondo, negli ultimi anni il mondo del lavoro è stato più volte riformato. E non sempre è facile destreggiarsi agevolmente fra contratti, licenziamenti, contrattazione collettiva. Per esempio, sapete cos'è il job sharing? In questa guida, con pochi e semplici passaggi, vi illustrerò cos'è esattamente il job sharing, fornendovi tutte le informazioni necessarie su questo particolare tipo di contratto. Vediamo quindi come procedere.

25

Il Job sharing, letteralmente lavoro ripartito, è un particolare contratto di lavoro subordinato atipico, disciplinato dagli art. 41 e seguenti del D. LGS 276/2003 (c. D. Legge Biagi). La sua peculiarità consiste nell'assunzione in solido di un'unica prestazione lavorativa da parte di due o più soggetti, che si suddividono il lavoro di un impiego a tempo pieno. Il job sharing non va confuso però con il part-time. Nel caso di due contratti a tempo parziale, ogni prestatore è responsabile per sé, l'inadempimento di uno, non genera alcun obbligo nei confronti dell'altro, cosa che invece sussiste con il job sharing.

35

Questo particolare contratto di lavoro ha come obbiettivo finale quello di rendere il lavoro più semplice per tutti, distribuendo in modo omogeneo i compiti, in modo da creare un perfetto equilibrio per i dipendenti tra vita lavorativa e vita privata. Essere obbligati in solido significa che il creditore dell'obbligazione (qui il datore di lavoro) può esigere l'adempimento della attività pattuita da qualunque dei debitori (qui i lavoratori). Pertanto, se uno dei due prestatori non può adempiere alla sua parte di obbligazione per qualsiasi motivo (malattia, sciopero, o ferie), l'altro deve lavorare anche per il suo coobbligato.

Continua la lettura
45

I coobbligati e il datore si accordano, per iscritto, sulla suddivisione percentuale della attività pattuita e sulla sua collocazione temporale. Tuttavia, i debitori hanno la facoltà di scambiare il turno di lavoro secondo le proprie esigenze, purché garantiscano l'adempimento della obbligazione. Salvo accordi con il datore, è vietato ricorrere a un terzo soggetto per l'adempimento se entrambi i coobbligati sono impossibilitati. La retribuzione spetta in misura proporzionale alla ripartizione della prestazione, e andrà, eventualmente, riproporzionata tenuto conto dell'effettiva attività svolto. Il trattamento previdenziale è assimilato a quello in vigore per i prestatori part-time.

55

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come prepararsi per una job interview online

In tempi recenti, sempre più spesso, può capitare d'imbattersi in una nuova modalità di selezione: la job interview online, tipicamente con software quali Skype. Infatti, la job interview ovvia, per molte aziende, alle problematiche relative al tempo...
Lavoro e Carriera

Accademia militare: cos'è e come accedere

La carriera militare è l'aspirazione di tanti giovani che, una volta terminati gli studi scelgono di accedere all'Accademia Militare. Ma quanti sono al corrente delle modalità di accesso? Quanti sanno cos'è e com'è la vita in Accademia? Con questa...
Lavoro e Carriera

Che cos'è lo smart working

Oggi giorno sentiamo sempre di più parlare di smart working ovvero questo termine che può mandare fuori strada qualcuno per il suo significato. In realtà questo termine cioè "smart working" sta ad indicare i benefici o i profitti. Infatti, questo...
Lavoro e Carriera

Concorso a cattedra: cos'è

In questa guida ci occuperemo di fornire alcuni dettagli utili per capire cos'è il cosiddetto Concorso a Cattedra, un argomento molto delicato se si pensa alle responsabilità che ciascun pretendente alla cattedra deve avere. Chi partecipa (e vince)...
Lavoro e Carriera

Cos'è un career day

Il periodo più carico di incertezze sul domani e sui possibili sbocchi lavorativi di ogni studente universitario, inizia proprio allo scadere degli ultimi anni di studio. La condizione economica in cui versa l'Italia contribuisce a creare tensione ed...
Lavoro e Carriera

Cos'è e come funziona il contratto a progetto

Oggi giorno trovare un lavoro risulta sempre più difficile. Ecco allora che molte aziende o datori di lavoro usano un tipo particolare di contratto, il contratto a progetto (co. Co. Pro). Questa tipologia di contratto è molto utilizzata in Italia perché...
Lavoro e Carriera

Marketing virale: cos'è e come farlo

La nascita di internet ha reso possibile la diffusione di strategie di marketing molto potenti. Una di queste è senza dubbio il marketing virale. Il punto di forza di questa strategia sta nella diffusione tramite la rete e nella totale inconsapevolezza...
Lavoro e Carriera

Londra: come trovare lavoro

Londra è una cittadina multietnica, sviluppata a livello economico e avente un livello di disoccupazione abbastanza contenuto. Il reddito pro-capite dei londinesi è fra i più elevati di tutta Europa. Le persone che decidono di trasferirsi a Londra...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.