INPS: come chiedere la disoccupazione

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

In Italia, da qualche anno a questa parte, sta aumentando sempre di più la percentuale di disoccupazione. Questo è un dato che non colpisce solo i giovani, bensì fanno parte di questo dato anche molti tra gli adulti anche trentenni e così via. Proprio perché questa percentuale sta aumentando che si necessita di un'istituzione che possa contribuire a dare un guadagno a tutta questa parte di popolazione. Per questo è stato creato l'INPS, anche chiamato "istituto nazionale della provvidenza sociale" che da molti anni a questa parte aiuta la maggior parte dei disoccupati a vivere in condizioni degne di loro. Ma vi è comunque un problema, dato che a volte non tutti riescono a chiedere questo contributo, vediamo infatti in questa guida sull'INPS: come chiedere la disoccupazione.

26

Occorrente

  • Carta d'identità
  • Contratti di lavoro
  • Codice IBAN
36

Come rientrare nei parametri dell'INPS

Pur essendo un'istituzione che contribuisce ad assegnare una paga ai disoccupati, l'INPS chiede comunque che vengano rispettati dei parametri prestabiliti affinché una persona venga compresa in questa lista. Per prima cosa infatti dovrete aver lavorato almeno tredici settimane negli ultimi quattro anni e aver comunque pagato tutti i contributi, dichiarando cioè ogni lavoro direttamente allo Stato. Inoltre richiede di aver lavorato un mese nell'ultimo anno e infine dovrete dare il vostro numero di cellulare, in modo tale che l'INPS si possa mettere in contatto con delle persone per potervi assegnare un lavoro il più presto possibile.

46

Come procedere alla richiesta

A questo punto dovrete andare in una sezione specifica dell'INPS, ovvero la CNA, chiamata anche "confederazione nazionale dell'artigianato e della piccola e media impresa" dove vi verrà richiesta la carta d'identità, la scheda anagrafica datavi al centro dell'impiego con annessi tutti i contratti di lavoro dell'ultimo mese. A questo punto verrete registrati come disoccupati e potrete scegliere la modalità di pagamento preferita, o attraverso conto corrente, oppure potrete addirittura farveli spedire direttamente tramite posta.

Continua la lettura
56

Come ricevere il vostro pagamento

Infine dovrete aspettare che la vostra domanda alla disoccupazione venga accettata e protocollata. Per fare ciò sarà necessario un lasso di tempo scelto a seconda delle tempistiche statali. Una volta che il foglio vi verrà fatto recapitare all'indirizzo da voi scelto, dovrete solamente portarlo al centro dell'impiego più vicino a casa vostra. Adesso che siete stati accettati e definiti disoccupati legalmente dallo Stato, vi arriveranno i soldi che vi spettano.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Consiglio di informarsi prima sulle varie locazioni dei centri utili allo svolgersi della richiesta.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come chiedere la disoccupazione all'Inps

La disoccupazione si sta diffondendo tra tutte le fasce di età: dai più giovani (che cercano disperatamente ed inutilmente un qualunque tipo di lavoro) ai più anziani (che lavoravano da una vita e che adesso sono in situazioni abbastanza critiche...
Lavoro e Carriera

Come ottenere la disoccupazione ordinaria

È tempo di crisi. È risaputo che ormai sempre più persone perdono il posto di lavoro, e quindi l'opportunità di portare il cosiddetto "pane" a casa. Nella seguente guida vi saranno fornite delle indicazioni per poter ottenere la disoccupazione ordinaria,...
Richieste e Moduli

I principali termini di decadenza della NaspI

Fra gli ammortizzatori sociali, ossia fra le norme che vengono istituite a sostegno del reddito per coloro che rimangono accidentalmente privi di retribuzione, ricordiamo la NASPI (Nuova Assicurazione Sociale per l'impiego), in vigore dal primo maggio...
Richieste e Moduli

Come richiedere la disoccupazione ordinaria

La disoccupazione ordinaria è un sussidio corrisposto dall'Inps a favore di lavoratori che abbiano perso il lavoro. Per richiedere la disoccupazione occorre avere determinati requisiti in assenza dei quali la domanda verrà respinta. Si tratta inoltre...
Lavoro e Carriera

Come ottenere l'indennità di disoccupazione

Sicuramente al giorno d'oggi ci sono tantissime persone che non sanno, o non conoscono bene le leggi e i decreti per ottenere determinati aiuti finanziari da parte dello Stato, ma logicamente questo avviene non per colpa dell'ignoranza, ma bensì per...
Richieste e Moduli

Come controllare lo stato della richiesta disoccupazione Inps

Andando sul sito dell’INPS è possibile vedere lo stato della domanda di disoccupazione. Se, in sostanza, la pratica è stata acquisita, esaminata o se è stata liquidata dall'ente previdenziale. Attualmente i tempi dell'esito sono di breve durata....
Previdenza e Pensioni

Come richiedere la disoccupazione per i Co.co.co

Per l'indennità di disoccupazione spettante ai lavoratori che sono stati assunti con un contratto di collaborazione coordinata e continuativa, esistono delle nuove normative in vigore dal primo maggio del 2015 che consentono di richiedere l'assegno...
Previdenza e Pensioni

Come richiedere l'indennità di disoccupazione Mini-ASpI

Con la legge Fornero ci sono state moltissime novità nel mondo del lavoro, sia sulla regolamentazione, sia sulla possibilità di chiedere molti ammortizzatori sociali. Tra tutti questi è stata introdotta una sorta di Assicurazione sociale per l'impiego,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.