Impresa familiare: regole da seguire

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

L'impresa caratterizzata da una stretta collaborazione tra familiari, prende il nome di impresa familiare. In questo tipo di azienda, l'imprenditore si avvale di collaboratori che appartengono alla sua cerchia famigliare. È una ditta individuale disciplinata dall'articolo 5 del T. U. I. R (DPR 22/12/1986 n. 917) e dall'art. 230 bis del codice civile. Il regolamento stabilisce, tra le varie cose, che il famigliare che svolga la propria opera in maniera continuativa, ha diritti sugli utili aziendali. Come sappiamo bene, il quadro normativo italiano è in continua evoluzione e, il succedersi di governi diversi, spesso dà luogo a cambiamenti nell'ambito lavorativo. Nella guida, vediamo quali sono le attuali regole da seguire per far nascere un'impresa familiare.

27

Chi sono i collaboratori

Nell'impresa familiare, la legge riconosce come collaboratori il coniuge, i parenti entro il terzo grado (figli, fratelli, nipoti, zii, nonni, genitori) e gli affini entro il secondo grado (cognato, genero, nuora). Praticamente sono ammessi tutti i parenti che hanno legami di sangue con il titolare e tutti coloro che entrano a far parte della famiglia tramite matrimonio dell'imprenditore. Affinché la collaborazione sia fiscalmente rilevante, l'attività lavorativa deve essere continuativa e prevalente.

37

L'atto notarile

Per la costituzione di un'impresa familiare, non è previsto l'atto pubblico stilato dal notaio. Inoltre è possibile passare da una ditta individuale ad impresa familiare. Tuttavia, malgrado il codice civile non ci obbliga alla presenza del notaio, può essere molto utile rivolgersi ad un professionista. Il compito del notaio è quello di vagliare la posizione dei famigliari e tutelare i diritti di tutti affinché venga rispettata la legge. In secondo luogo, se intendiamo accedere ad agevolazioni fiscali, occorre che ci sia la firma autenticata del notaio sull'atto. Le spese notarili per questo genere di atti, si aggira grossomodo, tra i 1000 e i 1500 euro.

Continua la lettura
47

I contributi previdenziali

Abbastanza di recente, il Ministero del Lavoro, ha chiarito la posizione INPS dei collaboratori familiari. Con la circolare 37/0010478 del 2013, chiarisce che l'iscrizione all'ente di previdenza, non è obbligatoria, soltanto nel caso in cui parliamo di collaborazione occasionale. Precisiamo, inoltre che in caso di ispezione, la presunzione è sempre di occasionalità e spetta agli ispettori dare prova del contrario.

57

La tassazione

All'impresa familiare si applica il sistema fiscale "per trasparenza" che è quello utilizzato nelle società di persone. Questo criterio, permette di dividere il reddito tra i familiari accedendo agli utili d'impresa. Uno dei vantaggi è la minore tassazione IRPEF che spesso penalizza il titolare sull'intero reddito. Ad esempio, mettiamo che, nel caso A abbiamo il titolare che percepisce un reddito di 30.000€ rientra nel terzo scaglione IRPEF e pertanto soggetto ad una tassazione pari al 38%. Nel caso B abbiamo lo stesso reddito (30.000€) però diviso tra il titolare (padre) e il collaboratore famigliare (figlio). Il reddito viene diviso in 18,000€ per il titolare con tassazione del 27% di IRPEF mentre al secondo con i suoi 12.000€ spetterà una tassazione pari al 23%.

67

Le imprese familiari

In realtà esistono tre tipologie di impresa familiare, la prima è detta coniugale. La ditta è gestita dai coniugi, il titolare può essere uno dei due o entrambi. In questo caso, gli utili o le perdite si ripercuotono sui beni in comunione. L'impresa individuale di un coniuge invece, prevede la partecipazione dell'altro tranne che nella gestione. Infine, abbiamo l'impresa sociale, dove più membri della famiglia gestiscono l'impresa avvalendosi dei collaboratori.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come amministrare un'impresa edile

Quando si parla di impresa edile, si fa riferimento ad un insieme di ditte responsabili di costruzioni e ristrutturazioni. Ciascuna di esse si specializza in interventi di edilizia su strutture industriali o su abitazioni civili. Esempi di lavori svolti...
Aziende e Imprese

Come costituire un'impresa sociale

Nella breve guida che segue, verranno delineati gli aspetti principali di cui dovrà tener conto nel caso in cui si avesse intenzione di realizzare un progetto di questo tipo. Attualmente, chiunque avrà sentito parlare almeno una volta del concetto...
Aziende e Imprese

Come comprare una piccola impresa

Considerando la crisi economica che attanaglia il nostro Paese al giorno d'oggi, l'acquisto di un bene si rivela sempre una scelta rischiosa. Soprattutto se decidiamo di comprare un'impresa, prendere decisioni in merito diventa davvero difficoltoso. Una...
Aziende e Imprese

5 differenze tra azienda e impresa

Nel lessico aziendalistico i termini impresa ed azienda sono utilizzati quasi come sinonimi, spesso però il termine impresa viene riferito in senso stretto alle aziende di produzione. Stando alla disciplina giuridica, tuttavia, e in particolare a quanto...
Aziende e Imprese

Come avviare un'impresa di pulizie

Decidere di avviare una impresa di pulizie può rappresentare un'ottima idea da realizzare, anche perché presenta un rischio economico piuttosto limitato. Infatti la richiesta per questo genere di servizio è sempre molto elevata, pertanto esso possibilità...
Aziende e Imprese

Come aprire un'impresa edile

Deboli segnali di ripresa appaiono all'orizzonte e questo potrebbe indurre qualcuno ad aprire un'attività di impresa edile. Come per ogni nuovo progetto è fondamentale prima creare un proprio business plan che ci chiarisca i mezzi necessari per realizzarlo...
Aziende e Imprese

Come aprire un'impresa artigiana

La grave crisi ha messo in ginocchio il Bel Paese. Trovare un lavoro soddisfacente e dignitoso, in questo periodo, è un'impresa davvero ardua. Per questo motivo, ogni minima occasione viene colta al balzo. L'artigianato fortunatamente sopravvive alla...
Aziende e Imprese

Come calcolare il reddito d'impresa con il procedimento sintetico

Il reddito d’impresa non è altro che la variazione che ha subito, in aumento o in diminuzione, il capitale di un’azienda grazie a quella che è stata la gestione aziendale in determinato intervallo. Il reddito d’impresa totale riguarda l’intera...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.