Il ricorso per decreto ingiuntivo

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Vediamo perciò come dovrete procedere, se siete interessati a tale argomento, successivamente vi sarà spiegato come eseguire il ricorso per decreto ingiuntivo correttamente. Con il termine "decreto ingiuntivo", si intende il rimedio mediante il quale il giudice, ordina al debitore uscire la somma di denaro che doveva pagare, oppure gli oggetti che doveva restituire, entro un arco di tempo determinato, su richiesta di un titolare di un credito liquido (chiaramente giustificato mediante un documento scritto). Generalmente, tale cosa equivale a quaranta giorni dalla notifica circa. Inoltre, vi dovremo dire che il debitore che si volesse opporre al decreto, lo potrà fare presentando un'opposizione. In mancanza di un qualunque contestazione, si potrà procedere all'esecuzione forzata. Buona lettura e buon lavoro!

26

Occorrente

  • Documentazione scritta
36

Come nasce il decreto ingiuntivo

Innanzitutto, dovremo subito mettere in chiaro che il decreto ingiuntivo nasce sempre dietro la richiesta del creditore, e rispetto ad un procedimento giudiziario. Trattasi perciò di un'operazione veloce ed anche molto meno onerosa. Solitamente, i provvedimenti sommari vengono suddivisi in due diversi settori: si tratta dei provvedimenti monitori puri e dei monitori spuri. Il ricorso per decreto ingiuntivo può essere richiesto solo per determinati tipologie di diritti e può inoltre essere ottenuto dal creditore di denaro liquido o di un determinato numero di cose (anche mobili) o oggetti.

46

Provvedimenti monitori puri e spuri

Provvedimenti monitori puri, significa quei procedimenti determinati per i quali è sufficiente l'affermazione semplice del ricorrente, per l'ottenimento della procedura richiesta senza dover dare prova di quanto affermato. Contemporaneamente al ricorso, si devono consegnare tutti i documenti che testano per iscritto il valore e l'esistenza effettiva del credito. Il giudice provvede in seguito a valutare le prove fornite dal creditore.
Nei provvedimenti monitori spuri invece, il ricorrente dovrà dare prova dei fatti che saranno necessari a giustificare il diritto proprio. Il ricorso dovrà essere presentato in modo opportuno davanti al giudice dove compete, a seconda se la cifra da rimborsare sia superiore ai € 5.000,00. Fatto questo potrà far partire l'ingiunzione o il rifiutare per la richiesta. Potrà essere inoltre richiesta una documentazione ulteriore, in modo da accertare la veridicità di quello insinuato.

Continua la lettura
56

Tempistiche di presentazione ricorso

Il debitore avrà inoltre la facoltà di presentare ricorso entro 40 giorni dalla notifica. Nel caso in cui il decreto dovesse partire, il giudice emetterà una notifica, che ordina al debitore di rimborsare il creditore nel più breve tempo possibile. L'opposizione va svolta con documentazione, e dovrà comparire davanti al Tribunale, scrivendo tutte le ragioni per cui si sancisce che il decreto ingiuntivo non sia correttamente stato emesso, ossia che l'ammontare della somma non sia assolutamente dovuta al creditore.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Affrettatevi ad eseguire il ricorso, prima che scada il tempo a vostra disposizione
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come fare opposizione al decreto ingiuntivo

Il decreto ingiuntivo è quello strumento che permette a qualsiasi creditore di ottenere la restituzione di una somma di denaro oppure la consegna di cose, senza che il debitore viene interpellato. Questo atto ha una procedura immediata, ma può essere...
Richieste e Moduli

Come fare un decreto ingiuntivo telematico

A partire dal 30 giugno 2014 (come stabilito dall'art.16 bis del ddl 179/2012) in tema di decreto ingiuntivo si è deciso di ricorrere all'invio telematico. Sono interessati da tale modifica i provvedimenti, gli atti di parte e altri documenti. Tale...
Aziende e Imprese

Come Recuperare Un Credito Su Fattura

Per chi ha un'attività in proprio è necessario tutelarsi e riscuotere i propri crediti. A volte infatti capita che, dopo aver emesso una fattura di vendita ad un cliente, e purtroppo quest'ultimo sia diventato un cattivo pagatore, ed il credito rimanga...
Richieste e Moduli

Come ottenere una sentenza contro un debitore

Spesso ci si ritrova in situazioni paradossali dove l'elargitore di una somma di denaro o di un bene materiale veda sfumare la sua fonte di guadagno o l possibilità di avere indietro il suo denaro. In questi casi come muoversi? L'unica soluzione che...
Finanza Personale

Come riscuotere i propri crediti

Pressione fiscale, carenza di lavoro, stretta del credito e lunghi tempi di pagamento, sono solo alcuni dei tanti fattori che influiscono sulla crescita esponenziale del fenomeno dell'insolvenza. Per tutelare i propri diritti è fondamentale che ognuno...
Finanza Personale

Pignoramento presso terzi: come funziona

Il pignoramento fa parte della sfera del diritto privato e, nello specifico, rientra nel gruppo dei diritti di garanzia, ovvero i privilegi, il pegno, le ipoteche. Semplicemente, il pignoramento è, secondo il nostro codice civile che regolamenta i rapporti...
Case e Mutui

Come salvare la casa dal pignoramento

Attualmente si parla spesso di pignoramento di beni; infatti, anche in tv si vedono servizi che parlano di chi ha perso la propria casa. La causa principale è senza dubbio il mancato pagamento del debito; ciò succede per la crisi e la disoccupazione....
Finanza Personale

Atto di precetto: 5 cose da sapere

La crisi economica ha spinto tante famiglie o singole persone alla richiesta di finanziamenti o mutui offerti da finanziarie o istituti di credito. Può capitare però di non riuscire ad adempiere alla rate della somma erogata. Il creditore in questo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.