Il ricorso per decreto ingiuntivo

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Vediamo perciò come dovrete procedere, se siete interessati a tale argomento, successivamente vi sarà spiegato come eseguire il ricorso per decreto ingiuntivo correttamente. Con il termine "decreto ingiuntivo", si intende il rimedio mediante il quale il giudice, ordina al debitore uscire la somma di denaro che doveva pagare, oppure gli oggetti che doveva restituire, entro un arco di tempo determinato, su richiesta di un titolare di un credito liquido (chiaramente giustificato mediante un documento scritto). Generalmente, tale cosa equivale a quaranta giorni dalla notifica circa. Inoltre, vi dovremo dire che il debitore che si volesse opporre al decreto, lo potrà fare presentando un'opposizione. In mancanza di un qualunque contestazione, si potrà procedere all'esecuzione forzata. Buona lettura e buon lavoro!

26

Occorrente

  • Documentazione scritta
36

Come nasce il decreto ingiuntivo

Innanzitutto, dovremo subito mettere in chiaro che il decreto ingiuntivo nasce sempre dietro la richiesta del creditore, e rispetto ad un procedimento giudiziario. Trattasi perciò di un'operazione veloce ed anche molto meno onerosa. Solitamente, i provvedimenti sommari vengono suddivisi in due diversi settori: si tratta dei provvedimenti monitori puri e dei monitori spuri. Il ricorso per decreto ingiuntivo può essere richiesto solo per determinati tipologie di diritti e può inoltre essere ottenuto dal creditore di denaro liquido o di un determinato numero di cose (anche mobili) o oggetti.

46

Provvedimenti monitori puri e spuri

Provvedimenti monitori puri, significa quei procedimenti determinati per i quali è sufficiente l'affermazione semplice del ricorrente, per l'ottenimento della procedura richiesta senza dover dare prova di quanto affermato. Contemporaneamente al ricorso, si devono consegnare tutti i documenti che testano per iscritto il valore e l'esistenza effettiva del credito. Il giudice provvede in seguito a valutare le prove fornite dal creditore.
Nei provvedimenti monitori spuri invece, il ricorrente dovrà dare prova dei fatti che saranno necessari a giustificare il diritto proprio. Il ricorso dovrà essere presentato in modo opportuno davanti al giudice dove compete, a seconda se la cifra da rimborsare sia superiore ai € 5.000,00. Fatto questo potrà far partire l'ingiunzione o il rifiutare per la richiesta. Potrà essere inoltre richiesta una documentazione ulteriore, in modo da accertare la veridicità di quello insinuato.

Continua la lettura
56

Tempistiche di presentazione ricorso

Il debitore avrà inoltre la facoltà di presentare ricorso entro 40 giorni dalla notifica. Nel caso in cui il decreto dovesse partire, il giudice emetterà una notifica, che ordina al debitore di rimborsare il creditore nel più breve tempo possibile. L'opposizione va svolta con documentazione, e dovrà comparire davanti al Tribunale, scrivendo tutte le ragioni per cui si sancisce che il decreto ingiuntivo non sia correttamente stato emesso, ossia che l'ammontare della somma non sia assolutamente dovuta al creditore.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Affrettatevi ad eseguire il ricorso, prima che scada il tempo a vostra disposizione
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come fare opposizione al decreto ingiuntivo

Il decreto ingiuntivo è quello strumento che permette a qualsiasi creditore di ottenere la restituzione di una somma di denaro oppure la consegna di cose, senza che il debitore viene interpellato. Questo atto ha una procedura immediata, ma può essere...
Richieste e Moduli

5 cose da sapere se ricevi un decreto ingiuntivo

È meglio che nessuno nella vita riceva un decreto ingiuntivo. Per chi non lo sapesse infatti è un ordine dato da un giudice su base di un creditore. Questo consiste nell'obbligare il debitore ad adempiere all'obbligazione assunta entro 40 giorni solitamente....
Richieste e Moduli

Come presentare un ricorso alla Commissione Tributaria

La Commissione Tributaria è un organo giurisdizionale italiano istituito per risolvere le controversie in ambito tributario. Rivolgendosi a questo, i soggetti potranno ottenere una attenta revisione dell'ammontare di una cifra di denaro pretesa da un...
Richieste e Moduli

Come presentare un ricorso per Cassazione

Come vedremo nel corso di questa guida, sulla base della normativa attualmente vigente, il ricorso per Cassazione è uno strumento legale che permette al soggetto di impugnare le sentenze pronunciate dai giudici in appello o in unico grado, caratterizzate...
Richieste e Moduli

Come fare ricorso all'Anagrafe in caso di controversia sulla residenza

Ogni cittadino ha la possibilità di fare ricorso nei confronti dell'Ufficio Anagrafe del Comune di residenza se si accorge che sussistono errori negli atti che lo riguardano. Questi errori possono essere involontari, frutto di una errata trascrizione...
Richieste e Moduli

Come fare ricorso per la rimozione dei sigilli su beni ereditari

A seguito del decesso di un cittadino comincia la prassi sui beni ereditari. In presenza di contestazioni da parte di potenziali eredi o di creditori si appongono dei sigilli sugli averi. La procedura per la richiesta di rimozione è abbastanza semplice....
Richieste e Moduli

Come fare ricorso per un concorso pubblico

L'accesso al pubblico impiego avviene generalmente per concorso pubblico mediante il quale viene selezionato il personale a cui destinare la titolarità di uffici o assegnare specifiche posizioni organizzative. In relazione a specifici requisiti vengono...
Richieste e Moduli

Multa per ZTL: come fare ricorso

Avete beccato una multa errata per violazione del varco ZTL? Prima di entrare nel panico, c'è da chiarire che la sigla ZTL per chi non lo sapesse, non è altro che una sigla che sta ad indicare una zona a traffico limitato. In molte città dell'Italia,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.