Il deposito cauzionale nelle locazioni abitative

tramite: O2O
Difficoltà: media
19

Introduzione

Nella guida riportata nei passi successivi, parleremo di una delle condizioni principali che viene spesso contemplata nei contratti di locazione. Si tratta del deposito cauzionale, ovvero una quantità di denaro che viene versata al proprietario dell'appartamento nei casi di locazioni abitative. Ecco quindi di cosa si tratta e come si applica, ovvero come comportarsi quando vi viene richiesta. Leggete la guida per saperne di più, in questo modo eviterete di trovarvi impreparati e riuscirete a sopravvivere indenni a potenziale truffe e a proteggere il vostro denaro.

29

Occorrente

  • Deposito cauzionale
39

Premessa

Nel momento della stipula di un contratto di locazione, oltre alla definizione dell'immobile oggetto del contratto e dei costi di locazione, vengono stabilite anche tutte le voci di spesa ad esso collegate. Si tratta delle spese di bolli vari, spese eventuali per intermediari (vedi per esempio il dovuto per le agenzie immobiliari, quando ci si rivolge ad esse), allacci o volture di utenze (gas, energia elettrica, acqua), registrazione del contratto, eccetera. È molto probabile inoltre che vi venga richiesto del denaro da consegnare al locatore come cauzione per eventuali danni arrecati all'immobile o ai beni in esso contenuti o per eventuali mancati pagamenti delle mensilità del canone di locazione. Non fatevi spaventare da una tale richiesta, ecco in poche parole cosa è, e come calcolarne la cifra da depositare.

49

Definizione del deposito cauzionale

Il deposito cauzionale altro non è che una sorta di "copertura" precauzionale per chi cede l'immobile. Se, infatti, l'inquilino dovesse rompere o danneggiare qualcosa all'interno dell'appartamento (porte, vetri delle finestre, sanitari, o addirittura mobili se si tratta di una casa affittata già arredata), verrà presa l'ammontare corrispettivo al danno direttamente da quella che è stata data al proprietario. In breve sintesi, considerato che il locale deve essere sempre riconsegnato nelle stesse condizioni in cui viene ceduto all'atto del contratto (salvo la normale usura), nel caso in cui si dovesse rifiutare di pagare gli eventuali danni, verrà decurtata la cifra spettante direttamente dalla cauzione.

Continua la lettura
59

Restituzione del deposito cauzionale

La medesima regola vale se l'inquilino dovesse tardare con il pagamento dell'affitto mensile. Secondo la legge, la massima richiesta dal locatore deve essere pari a tre mensilità. Ovviamente può chiederne anche solo una o due, ma non può comunque oltrepassare le tre. Inoltre esso avrà il dovere di ridare la somma depositata comprensiva degli interessi maturati durante il periodo della locazione. Il proprietario dell'appartamento, nel caso in cui non vi fossero danni e il pagamento dell'affitto fosse sempre stato accreditato, dovrà restituire interamente (più gli interessi) la cauzione. In alternativa, potrebbe compensare il pagamento degli ultimi mesi a lui dovuti scalandoli direttamente da quella cifra.

69

Alcuni accorgimenti

Per essere certi che il deposito cauzionale venga restituito del proprietario dell'immobile è bene adottare alcuni accorgimenti. Non appena si è entrati in possesso dell'immobile fotografate le stanze e i mobili in esse presenti. A questo punto scrivete voi stessi una piccola relazione sullo stato dell'immobile a cui allegate le foto e mandatela tramite mail (o raccomandata) al proprietario dell'immobile affinché ne possa condividere il contenuto. Questo eviterà che allo scadere della locazione possano insorgere diatribe sullo stato dell'immobile. È consigliabile inoltre pagare il deposito con assegno o con bonifico bancario in modo tale che ci sia traccia dell'importo versato. Anche se l'importo viene citato nel contratto di locazione è bene avere una testimonianza della transazione del denaro.

79

Conclusione

Come avrete potuto notare, il deposito cauzionale potrebbe sembrare all'apparenza un'operazione complessa o addirittura fraudolenta. Questa guida si è proposta di spiegare quantomeno efficacemente le leggi e i più importanti principi che lo regolano. Assicuratevi sempre di trovarvi preparati dinanzi a queste situazioni, perché la cultura aiuta sempre nella vita. Sperando che la guida sia stata d'aiuto, non posso che augurarvi buona fortuna!

89

Guarda il video

99

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Informarsi sempre prima di compiere azioni irreversibili
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come trattare contabilmente le locazioni di beni immobili

Le locazioni sono contratti in base ai quali una parte (il locatore) si obbliga a far godere ad un'altra (il locatario) una cosa, immobile o mobile, per un dato periodo di tempo e dietro versamento di un determinato corrispettivo; si differenziano inoltre...
Case e Mutui

Locazioni a canone concordato: guida ai vantaggi fiscali

La crisi che sta avvolgendo il mondo negli ultimi anni è davvero critica e ciò porta a diverse rinunce, tra questa c'è quella da parte delle persone, maggiormente i giovani a comprare casa, essi preferiscono infatti i contratti di affitto. Il modo...
Case e Mutui

Locazioni: cosa fare in caso di inadempimento del conduttore

Quando abbiamo intenzione di vendere o di affittare un immobile di nostra proprietà, dovremo necessariamente adempiere ad una serie di obblighi affinché il tutto venga svolto nel rispetto della normativa vigente. Tuttavia se è la prima volta che ci...
Case e Mutui

Come affittare un appartamento a Genova

La città di Genova è una delle città italiane più grandi dal punto di vista geografico, ma è anche una delle più popolose. Risulta essere organizzata in vari quartieri dalle caratteristiche particolari, con luoghi storici e suggestivi. Per chi è...
Case e Mutui

Come calcolare la cedolare secca

La "cedolare secca sugli affitti", introdotta nel 2011, è un'imposta che sostituisce tutti i tributi attualmente dovuti sulle locazioni (articolo 3 del DLGS 23/2011). Si tratta in pratica di una facilitazione sul reddito percepito dall'affitto di un...
Case e Mutui

7 domande da farsi prima di sottoscrivere un contratto d'affitto

Quando si cerca urgentemente un appartamento da affittare, sono molti gli errori che si possono commettere firmando troppo in fretta un contratto che include delle clausole particolari. Per questo motivo, anche se il tempo stringe, è sempre bene chiedere...
Case e Mutui

Contratti di locazione: quale scegliere

Se stiamo pensando di affittare un appartamento o un locale di nostra proprietà, sicuramente sapremo che per farlo dovremo stipulare con il locatario un particolare contratto attraverso il quale noi ci impegniamo a mettere a disposizione il nostro bene...
Case e Mutui

Come ripartire le spese tra proprietario e inquilino

Ora andremo a occuparci del classico contratto di locazione, dove si vanno a stabilire i diritti e gli obblighi delle parti. Il titolo della guida lo dice molto chiaramente: dovremo andare a spiegare a voi lettori come ripartire le spese tra proprietario...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.