I principali diritti del lavoratore subordinato

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La legislazione prevede la tutela dei lavoratori dipendenti per garantire loro un corretto rapporto con il datore di lavoro. Il lavoratore ha una posizione di inferiorità rispetto a lui ed è fondamentale quindi che le leggi regolamentano il rapporto di lavoro favorevolmente per il lavoratore in quanto è la parte più debole. In questo tutorial vengono spiegati quali sono di principali diritti del lavoratore subordinato.

26

I diritti

Un lavoratore subordinato è quello che presta la sua opera alle dipendenze di una persona ed in cambio ottiene del denaro. I suoi diritti sono: la retribuzione, l'orario di lavoro, il riposo settimanale, le ferie, il congedo matrimoniale, malattia ed infortuni, diritto allo studio, sciopero e per finire sicurezza sul luogo di lavoro. Per la retribuzione la Costituzione stabilisce che essa venga elargita ad ogni lavoratore e deve essere pari alla quantità e alla qualità del lavoro che svolge. Inoltre, deve poter garantire sia al lavoratore che alla sua famiglia una vita dignitosa.

36

L'orario di lavoro

L'orario di lavoro per legge deve essere di 40 ore ripartite nell'arco della settimana; in alcuni contratti sono previste 38 ore. Ogni ora lavorativa eccedente quelle previste dalla legge è straordinario e va pagato in modo differente. Esiste un limite giornaliero delle ore lavorative; esso è di 13 ore. Il riposo settimanale si ha dopo 6 giorni lavorativi ed è di 24 ore consecutive. Le ferie, nell'anno lavorativo, devono essere di almeno 4 settimane. Il lavoratore ha diritto ad almeno 2 settimane consecutive di ferie, invece le altre 2 si possono spalmare nell'arco dell'anno lavorativo, previo accordo con il datore di lavoro.

Continua la lettura
46

Il congedo

Il congedo matrimoniale dà diritto a 15 giorni pagati in occasione del matrimonio; il conteggio parte dal giorno del matrimonio. In caso di incidenti sul posto di lavoro o malattie il lavoratore ha diritto al mantenimento del posto di lavoro e ad un riconoscimento in denaro per il periodo che è assente dal posto di lavoro. Questa clausola viene regolamentata dai contratti di lavoro per categoria di appartenenza. Il lavoratore ha diritto allo studio; egli deve essere agevolato nell'orario di lavoro e negli eventuali turni per poter frequentare la scuola.

56

Lo sciopero

I lavoratori hanno diritto a scioperare, ma in questo caso la retribuzione gli viene detratta in base al periodo di astensione dal lavoro. Il datore di lavoro ha l'obbligo materiale di mantenere il posto di lavoro sicuro sia da un punto di vista fisico che sanitario. Questi che sono stati elencati sono i principali diritti che un lavoratore dipendente deve avere secondo la legge in cambio della sua prestazione.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come regolarizzare un lavoratore straniero

In Italia il lavoro scarseggia, ma ci sono comunque molti immigrati che, spinti dalla speranza di una vita migliore, arrivano nel nostro paese alla ricerca di qualche impiego. Le domande pervenute finora al Ministero sono poche quelle relative al lavoro...
Lavoro e Carriera

Guida alle professioni in diritti umani

I diritti umani comprendono un ampio spettro di organizzazioni governative e non governative che si concentrano sull'alleviamento delle sofferenze, sulla protezione e promozione dei diritti umani. Tali organizzazioni hanno il compito di favorire pace,...
Lavoro e Carriera

Come perchè e quando pagare i diritti S.I.A.E

In Italia, dal 1945, venne istituito un ente di controllo, avente il compito di proteggere e salvaguardare i diritti d'autore: la S. I. A. E. (acronimo di Società Italiana degli Autori ed Editori).Ogni possessore di un esercizio pubblico, che intenda...
Lavoro e Carriera

Dimissioni del lavoratore: il principio di libera recedibilità

Il lavoro è una delle attività più importanti per la vita di ogni persona ma, sebbene ci si trovi in un periodo di profonda crisi economica, può capitare di voler smettere di lavorare, o di cambiare lavoro. In ambedue i casi, la legge prevede il diritto...
Lavoro e Carriera

Contratti di lavoro: differenze tra categoria, qualifica e mansione

In Italia ogni rapporto tra datore di lavoro e dipendente è regolato da un contratto. Indipendentemente dalla forma che ha questo contratto (a tempo determinato o indeterminato), al suo interno si trova sempre una classificazione del lavoratore. Dare...
Lavoro e Carriera

Contratto di lavoro intermittente o a chiamata: come funziona

Alcune aziende ed enti privati si avvalgono di lavoratori con contratto di lavoro intermittente o a chiamata in occasione di eventi speciali. A volte, in determinate occasioni e orari, quando l'attività ha bisogno di personale in più, si rivolge ad...
Lavoro e Carriera

Come esercitare il diritto di precedenza nelle assunzioni

Il diritto di precedenza nelle assunzioni rappresenta una delle più importanti norme che regolano i rapporti di lavoro e mirano a tutelare tutti i lavoratori assunti tramite contratto a termine, tramite contratti part time, oppure quei lavoratori licenziati...
Lavoro e Carriera

Come dare le dimissioni per giusta causa

A volte, alcuni problemi personali, motivi di salute o cambiamenti nella città possono portare a smettere di lavorare con in conseguente invio delle dimissioni per giusta causa. Sapere come dare le dimissioni e quali sono gli obblighi che il lavoratore...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.