I principali diritti del lavoratore subordinato

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La legislazione prevede la tutela dei lavoratori dipendenti per garantire loro un corretto rapporto con il datore di lavoro. Il lavoratore ha una posizione di inferiorità rispetto a lui ed è fondamentale quindi che le leggi regolamentano il rapporto di lavoro favorevolmente per il lavoratore in quanto è la parte più debole. In questo tutorial vengono spiegati quali sono di principali diritti del lavoratore subordinato.

25

I diritti

Un lavoratore subordinato è quello che presta la sua opera alle dipendenze di una persona ed in cambio ottiene del denaro. I suoi diritti sono: la retribuzione, l'orario di lavoro, il riposo settimanale, le ferie, il congedo matrimoniale, malattia ed infortuni, diritto allo studio, sciopero e per finire sicurezza sul luogo di lavoro. Per la retribuzione la Costituzione stabilisce che essa venga elargita ad ogni lavoratore e deve essere pari alla quantità e alla qualità del lavoro che svolge. Inoltre, deve poter garantire sia al lavoratore che alla sua famiglia una vita dignitosa.

35

L'orario di lavoro

L'orario di lavoro per legge deve essere di 40 ore ripartite nell'arco della settimana; in alcuni contratti sono previste 38 ore. Ogni ora lavorativa eccedente quelle previste dalla legge è straordinario e va pagato in modo differente. Esiste un limite giornaliero delle ore lavorative; esso è di 13 ore. Il riposo settimanale si ha dopo 6 giorni lavorativi ed è di 24 ore consecutive. Le ferie, nell'anno lavorativo, devono essere di almeno 4 settimane. Il lavoratore ha diritto ad almeno 2 settimane consecutive di ferie, invece le altre 2 si possono spalmare nell'arco dell'anno lavorativo, previo accordo con il datore di lavoro.

Continua la lettura
45

Il congedo

Il congedo matrimoniale dà diritto a 15 giorni pagati in occasione del matrimonio; il conteggio parte dal giorno del matrimonio. In caso di incidenti sul posto di lavoro o malattie il lavoratore ha diritto al mantenimento del posto di lavoro e ad un riconoscimento in denaro per il periodo che è assente dal posto di lavoro. Questa clausola viene regolamentata dai contratti di lavoro per categoria di appartenenza. Il lavoratore ha diritto allo studio; egli deve essere agevolato nell'orario di lavoro e negli eventuali turni per poter frequentare la scuola.

55

Lo sciopero

I lavoratori hanno diritto a scioperare, ma in questo caso la retribuzione gli viene detratta in base al periodo di astensione dal lavoro. Il datore di lavoro ha l'obbligo materiale di mantenere il posto di lavoro sicuro sia da un punto di vista fisico che sanitario. Questi che sono stati elencati sono i principali diritti che un lavoratore dipendente deve avere secondo la legge in cambio della sua prestazione.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Previdenza e Pensioni

Come calcolare i contributi con contratto subordinato

In questo tutorial vedremo come calcolare i contributi con contratto subordinato. Per tale calcolo dei contributi di un lavoratore, che è assunto con questo contratto, occorrerà sapere che cosa è, e cosa prevede questo contratto in tutte le sue forme....
Lavoro e Carriera

Contratto di lavoro intermittente o a chiamata: come funziona

Alcune aziende ed enti privati si avvalgono di lavoratori con contratto di lavoro intermittente o a chiamata in occasione di eventi speciali. A volte, in determinate occasioni e orari, quando l'attività ha bisogno di personale in più, si rivolge ad...
Aziende e Imprese

Come funziona la retribuzione nel contratto a chiamata

Nell'ambito dei contratti di lavoro di tipo occasionale, esiste il "contratto a chiamata". Denominato anche "contratto a intermittenza" oppure "job on call". Si tratta di un tipo di contratto di lavoro di introduzione piuttosto recente. Si disciplina...
Lavoro e Carriera

Guida ai contratti di lavoro

Sulla base della normativa attualmente in vigore, il "contratto di lavoro" è un negozio giuridico consistente nella stipulazione di un accordo di lavoro, sottoscritto da una persona fisica, giuridica o un ente che rappresenta la parte del datore di lavoro...
Lavoro e Carriera

Come regolarizzare una colf

Regolarizzare una colf non è così difficile. È però importante conoscere bene quali sono i diritti e i doveri che hanno sia il datore che il collaboratore. Vediamo dunque i passi fondamentali per andare incontro a una assunzione senza rischi. Vedremo...
Lavoro e Carriera

Il contratto a tempo indeterminato: caratteristiche

Quando si viene assunti occorre conoscere la tipologia di contratto di lavoro che si stipula con l’azienda. I più diffusi sono 3: contratto a tempo indeterminato (in sostanza non vi è una scadenza del rapporto lavorativo), a tempo determinato (quando...
Lavoro e Carriera

Come si calcola la liquidazione del TFR

Il TFR (Trattamento di Fine Rapporto) chiamato anche liquidazione, è un compenso che viene corrisposto al lavoratore in maniera differita, ossia alla cessazione del rapporto di lavoro. Per questa ragione l'accantonamento annuo del TFR viene considerato...
Lavoro e Carriera

Lavoro: come far valere i propri diritti

E bene essere informati correttamente sul rapporto che deve intercorrere tra il datore di lavoro e il dipendente, ci sono delle norme giuridiche che ci garantiscono i diritti e i doveri che ci spettano. Lavoro: come far valere i propri diritti. Ovvio...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.