Hedge Fund: cosa sono e come investire

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Gli hedge fund sono strumenti d'investimento alternativi, sempre in contrapposizione con le forme di gestione del risparmio di tipo tradizionale, regolati da Leggi e specifici regolamenti, che ne limitano l'operatività e il rischio. "hedge", termine anglosassone, significa copertura e in effetti questi fondi nascono con lo scopo di gestire il patrimonio, eliminando in gran parte il rischio di mercato. Gli "hedge fund" si caratterizzano come fondi speculativi perché i gestori vendono i titoli di cui si prevede un ribasso e il guadano che si riceve dalla loro vendita serve, in parte, per ricomprare i titoli venduti ad un prezzo più basso ed, in parte, per effettuare altri investimenti. In questo modo è avvenuta una speculazione sui titoli e il gestore ha fondato il suo guadagno sulla differenza tra il prezzo di vendita e il prezzo di acquisto. Seguiamo questa guida per capire meglio cosa sono e come investire gli Hedge Fund.

26

Normative

La Normativa Europea impone che l'importo minimo da possedere per investire negli "hedge fund" è di 500 mila euro, che gli investitori non siano più di 200 e che le banche non debbano sollecitare questi fondi, i quali devono essere espressamente richiesti dagli investitori.
Negli Stati Uniti, dove hanno preso vita i fondi speculativi nel 1949 ad opera di Alfred Winslow, le regole sono più rigide. Infatti, gli investitori devono al massimo essere 100 e devono possedere un patrimonio di almeno un milione di dollari. Quindi nel caso si voglia fare questo investimento e si abbia a disposizione il capitale necessario bisogna richiedere espressamente in banca questa volontà e acquistare i titoli. Una volta fatto questo sarete voi a gestire le vostre iniziative finanziare, che devono basarsi su un'analisi macroeconomica molto accurata per riuscire a prevedere il rialzo o il ribasso dei titoli.

36

Strategie

Un'altra importante differenza tra gli "hedge fund" e i comuni fondi è quella per cui è possibile vendere solo alcuni dei titoli nel caso in cui il loro valore scenda e non tutti i titoli interamente posseduti, come accade, invece per il gestore di fondi comuni che vende al prezzo di mercato qualora si abbiano dei forti ribassi in borsa. Infatti diverse sono le strategie adottate dagli investitori di "hedge fund", ma quella più rappresentativa è quella che prende il nome di "short selling". Questa strategia si basa sull'incremento del guadagno, vendendo i titoli di cui si prevede un ribasso e investendo su quelli in cui si prevede un rialzo.

Continua la lettura
46

Rischi

Tuttavia è sbagliato pensare che un investimento eseguito negli "hedge fund" sia privo di rischi, anzi, al contrario i rischi di perdere buona parte del capitale investito sono molti e pertanto la Normativa impone che il gestore deve mantenere bloccato un valore pari al 50% dei titoli venduti tramite liquidità (contanti) o titoli. Caratteristica degli "hedge fund" è che il capitale investito non può essere liquidato, come del resto accade anche per i normali fondi in cui il capitale è vincolato e può essere liquidato solo in due casi: dopo la vendita dei titoli oppure alla scadenza dei titoli stessi.

56

Guarda il video

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come investire in fondi infrastrutturali

Negli ultimi anni sui mercati internazionali sono presenti diversi fondi specializzati in infrastrutture (trasporti, energia, approvvigionamento idrico, telecomunicazioni). Investire in questa tipologia di fondi è attraente per il rendimento favorevole,...
Finanza Personale

I migliori ETF su cui investire

Partiamo dalla definizione di ETF. ETF è un acronimo e sta per "Exchange Traded fund". L'ETF mostra numerosi vantaggi perché è una via di mezzo fra un fondo e un'azione ed è quindi possibile sfruttare i vantaggi di entrambe le categorie. Si ha una...
Finanza Personale

Come funzionano i fondi comuni di investimento

Il fondo comune di investimento raccoglie diverse cifre di denaro messe a disposizione dai risparmiatori e le investono in azioni, obbligazioni e quant'altro. È quindi uno strumento che adempie al servizio della gestione del risparmio collettivo: lo...
Finanza Personale

Come fare un piano di investimento

Nonostante il periodo di crisi, tanti "risparmiatori" guardano al futuro auspicando un andamento economico migliore e vorrebbero investire anche soltanto delle piccole somme di denaro, ma non sanno a chi rivolgersi oppure come occorre procedere efficacemente....
Finanza Personale

Come confrontare i fondi indicizzati

La guida che andremo a scrivere si occuperà di finanza. Per essere particolarmente precisi, come avete compreso tramite la lettura del titolo della guida, ci concentreremo su come confrontare i fondi indicizzati. Incominciamo subito a valutare questa...
Finanza Personale

Come scegliere un piano di accumulo di capitale

Per piano di accumulo di capitale (sinteticamente indicato con la sigla PAC) si intende una particolare modalità per accrescere i propri risparmi ed esso è adatto per coloro che non hanno risorse finanziarie disponibili, ma possono o riescono a risparmiare...
Banche e Conti Correnti

Come investire in ETF

Quando si parla di ETF (Exchange Traded Fund) si intende un fondo d'investimento negoziabile sotto forma di azione. Questa soluzione è molto efficiente ed indicata nel caso in cui si voglia investire su un paniere di titoli anziché optare per acquisti...
Finanza Personale

Come scegliere un ETF

La Banca è una struttura che ospita diverse tipologie di clienti: imprenditori, commercianti, privati con attività differenti, insomma il denaro circola o si deposita in queste grandi sedi che le ritroviamo in ogni città: Banca Popolare, Mista, Fondazione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.