Guida alle spese notarili per l'acquisto della prima casa

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

L'acquisto della prima casa è indubbiamente un momento profondo che indica la volontà di indipendenza e maturazione. Per effettuare un passo così importante, bisogna infatti possedere un lavoro e aver messo da parte un bel po' di soldi. Le spese da affrontare difatti sono tante e non riguardano soltanto il prezzo dell'immobile. Pertanto, chi si accinge a fare questo acquisto dovrà essere in grado di affrontare al meglio questo cambiamento che comporta il passaggio dalla casa dei genitori alla propria dimora con tutte le responsabilità che ne conseguono. Continuando nella lettura, nei passaggi successivi troverai una guida alle spese notarili per la compravendita di un immobile e tutte le informazioni necessarie per compiere questo atto.

25

Calcolare il valore catastale di una prima casa

In questo primo passo tratteremo dell'acquisto da parte di un privato. Prendendo in esame l'acquisto da un privato dovrai affrontare anche l'Imposta di Registro, quella ipotecaria e quella catastale. La base imponibile per calcolare il valore catastale di una prima casa si ottiene moltiplicando per 115,5 la rendita catastale. In pratica, per fare un esempio spicciolo, su una rendita catastale di 500 avresti: 500 x 115,5 = 57.750 euro. Con un'imposta di registro al 3% dovresti pagare 1.732 euro (57.750/ 3% = 1.732). A questo devi aggiungere altri 168 euro di Imposta ipotecaria e altrettanti di Imposta catastale.

35

Chiedere un preventivo prima dell'acquisto

Se invece acquisti la tua prima casa direttamente dalla ditta costruttrice, trattandosi per l'appunto di un prodotto nuovo, sarai tenuto al pagamento dell'IVA. Se l'abitazione non è considerata di lusso, sulla base del suo valore catastale, ed essendo prima casa devi pagare l'IVA al 4% e un Imposta di registro di soli 168 euro. L'Imposta ipotecaria e quella catastale restano invariate a 168 euro entrambe. Tutto ciò rientra in quelle che vengono considerate come spese notarili. Se poi devi richiedere un mutuo in banca, anch'esso dovrà essere registrato con regolare rogito a cura del notaio. Ti conviene quindi chiedere un preventivo perché, trattandosi di un atto indipendente da quello del rogito della casa, avrà una parcella a parte. Dopo questo secondo passo, potrete proseguire prestando attenzione al terzo ed ultimo passo della guida.

Continua la lettura
45

Versare le spese notarili e l'imposta di registro

Infine ricorda che al momento dell'acquisto, indipendentemente che si tratti di prima o di seconda casa è necessario versare non solo le spese notarili, ma anche l'imposta di registro, l'IVA, le imposte catastali e ipotecarie. La voce che ha un peso maggiore in tutta la trafila burocratica è certamente quella riservata alla parcella del notaio. Pesa a tutti dover affrontare anche questa tra le tante spese, ma purtroppo non se ne può proprio fare a meno in quanto la Stipula con Atto Notarile è obbligatoria per legge. La parcella del notaio si aggira di solito sul 2-3% di quello che è il valore dell'abitazione. Ad ogni modo, si può sempre chiedere prima un preventivo a diversi notai per far sì che si possa riuscire a trovare un prezzo più conveniente. Siamo giunti al termine di questa guida sulle spese notarili per l'acquisto della prima casa.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Consultare un buon notaio

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come preventivare le spese prima di accendere un mutuo

Accendere un mutuo è una decisione particolarmente difficile e dispendiosa, soprattutto per una famiglia che attinge da un solo stipendio, o nei casi più fortunati due, ma che comunque ha dei figli e tutta una serie di altre spese. Per questo motivo,...
Case e Mutui

Come gestire le spese straordinarie di condominio

Al momento dell'acquisto di un appartamento in condominio, si diventa subito parte di un gruppo di proprietari che sovvenzionano il funzionamento del condominio stesso, sia che si tratti di un edificio che di un complesso residenziale. I condomini di...
Case e Mutui

Come verificare la divisione delle spese condominiali

In ogni stabile occorre avere sempre un amministratore. Questo renderà più semplice la vita condominiale. Occupandosi di gestire i conti e dividere le spese condominiali. Queste una volta ripartite vengono presentate ogni mese agli abitanti del condominio....
Case e Mutui

Come si dividono le spese tra inquilino e padrone di casa

Quando si decide di affittare una casa o di prenderne una in affitto è molto importante sapere che sia il proprietario, ovvero il locatore, sia l'inquilino, sono tenuti a rispettare determinati diritti e doveri, che riguardano non solo vincoli di tipo...
Case e Mutui

Le principali spese ordinarie in condominio

Il condominio è un'ordinamento che diventa obbligatorio istituire quando in un fabbricato vi abitano più di tre nuclei familiari con le rispettive unità immobiliari, e la gestione comprende spese ordinarie e straordinarie. Quest'ultime come si evince...
Case e Mutui

Errori da evitare nell'acquisto di una casa da ristrutturare

Comprare una casa costituisce il principale investimento nella vita della maggior parte degli italiani. Diverse sono le modalità che possono essere optate quando ci si approccia al mercato mobiliare per acquistare un immobile: è possibile infatti comprare...
Case e Mutui

Come detrarre le spese del mutuo per la prima casa

Grazie a questo articolo, che abbiamo deciso di proporvi, saremo in grado di capire per bene, come poter detrarre, le spese del mutuo per la prima casa. La prima cosa che dobbiamo ricorda, in questo ambito di mutui bancari, è che comprare casa è da...
Case e Mutui

Come risparmiare sulle spese di condominio

Oggi le nostre città sono disseminate di palazzi e palazzine: questi edifici impongono a più nuclei familiari spazi e decisioni comuni. Proprio per questa ragione spesso interviene a gestire queste parti comuni un amministratore di condominio. Il suo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.