Guida alle nuove imposte catastali

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

Le imposte catastali sono un tipo di tributo che è dovuto allo Stato in caso di compravendita, sia a titolo oneroso che gratuito (successione o donazione), di un immobile acquistato con o senza agevolazioni e non soggetto a IVA, salvo alcune eccezioni. Si tratta di un contributo coattivo di ricchezza che è disciplinato dal decreto legislativo n. 347 del 31 ottobre 1990 riguardante la regolazione delle imposte indirette (ipotecarie e catastali). Queste due forme di prestazione economica sono correlate tra loro e sono obbligatorie per chi compra casa, per gli eredi e per i donatori, ma non sono dovute quando il trasferimento immobiliare avviene nell'interesse dello Stato o a seguito di un atto di successione o donazione a favore di Regioni, Province, Comuni, enti e associazioni riconosciuti legalmente e ONLUS. In questa guida spiegheremo come sono cambiate le dinamiche della compravendita a seguito delle nuove risoluzioni dell’Agenzia delle Entrate risalenti al mese di aprile dell’anno 2017.

25

Imposte catastali: compravendita tra imprese e privati e compravendita tra privati

Compravendita tra imprese e privati

L’aliquota dell’imposta, sia ipotecaria che catastale, è stabilita nella misura fissa di € 50 quando i trasferimenti immobiliari sono soggetti a un’imposta di registro disposta nella misura proporzionale del 9%. In linea generale, la cessione di fabbricati a uso abitativo è esente da IVA, eccetto qualora:
- l’atto di compravendita sia effettuato entro 5 anni dalla fine della costruzione della casa;
- l’immobile sia destinato ad alloggi sociali.
In questi casi, a seconda della categoria catastale in cui rientra l’immobile, l’acquirente deve pagare l’IVA al 10% (per un immobile non di lusso) o al 22% (per un immobile di lusso, ovvero A/1 = abitazioni signorili, A/8 = ville e A/9 = castelli) e le imposte di registro, ipotecaria e catastale fisse di € 200.

· Compravendita tra privati

L’aliquota dell’imposta sia ipotecaria che catastale è stabilita nella misura fissa di € 50 quando i trasferimenti immobiliari sono soggetti a un’imposta di registro disposta nella misura proporzionale del 9%.

35

Agevolazioni

Si hanno delle agevolazioni nel versamento delle imposte catastali quando l’immobile risponde ai requisiti richiesti per applicare i benefici “prima casa”, ovvero.
- qualora il fabbricato a uso abitativo, che il compratore intende acquistare, appartenga a determinate categorie catastali (A2, A3, A4, A5, A6, A7, A11 e le pertinenze C2, C6, C7);
- qualora la casa si trovi nel Comune in cui il suddetto compratore risiede o lavora.
Distinguiamo due casi:
- se il venditore è un’impresa e l’acquisto non è soggetto a IVA o se il venditore è un privato, l’imposta catastale ha misura fissa di € 50, con riduzione dell’aliquota dell’imposta di registro dal 9% al 2%;
- se il venditore è un’impresa e l’acquisto è soggetto a IVA, l’imposta catastale ha misura fissa di € 200, con applicazione dell’IVA al 4%.
Dal 1 gennaio 2016 possono usufruire delle agevolazioni nel pagamento tributario anche coloro che hanno già comprato un immobile con i benefici “prima casa”, ma soltanto se la loro vecchia proprietà non viene venduta oltre il tempo limite di un anno dal nuovo acquisto, pena il pagamento di una sanzione del 30%. Inoltre hanno diritto a queste agevolazioni anche i contribuenti che entrano in possesso di un altro fabbricato a uso abitativo in caso di compravendita a titolo gratuito (successione o donazione).

Continua la lettura
45

Minimo d’imposta

Il minimo d’imposta è il valore più basso che può assumere l’imposta di registro sia quando il venditore è un’impresa e il trasferimento immobiliare avviene in esenzione da IVA che quando il venditore è un privato. Il minimo d’imposta non può essere di importo inferiore ai € 1000 con aliquota dell’imposta di registro al:
- 9% per le compravendite a titolo oneroso;
- 2% per le compravendite con benefici “prima casa”.
L’imposta catastale ha risentito della variazione del minimo d’imposta, il cui valore è cambiato dai € 2,58 (cifra al cambio con la Lira) del 1976 agli attuali € 200.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come fare le visure catastali gratis da casa

In più occasioni nella vita potrebbe esservi richiesto di esibire le visure catastali di immobili e terreni di vostra proprietà. Queste visure rappresentano infatti dei veri e propri documenti di riconoscimento dei vostri possedimenti in quanto in esse...
Case e Mutui

Come effettuare la correzione dei dati catastali di un immobile

Trovare degli errori nei dati catastali è raro ma non impossibile. Gli errori hanno diverse cause derivanti in buona parte dall'informatizzazione del catasto degli scorsi anni, ma anche da situazioni ereditarie, cancellazione di usufrutti, nascita di...
Case e Mutui

Come sono raggruppati gli immobili nelle categorie catastali

Il numero delle vendite residenziali, ultimamente è aumentato nelle città principali del Nord, di circa il 40%, mentre nelle regioni meridionali le vendite immobiliari sono aumentate di circa il 21% rispetto a qualche anno fa.Bologna ha il maggior aumento...
Case e Mutui

Come calcolare le imposte sull'acquisto della casa

Quando decidiamo di acquistare una nuova abitazione, dobbiamo prendere in considerazione una serie di spese oltre al costo dell'immobile, relative a varie imposte e alle procedure necessarie per eseguire il passaggio della proprietà da un soggetto ad...
Case e Mutui

Come E Quali Adempimenti Osservare Per Fruire Delle Nuove Agevolazione Per Ristrutturazioni Immobiliari

Se avete intenzione di ristrutturate una proprietà immobiliare, potete richiedere nuove agevolazioni fiscali. Con il Dpr 917/96, si stabilisce il nuovo meccanismo di incentivazione alle ristrutturazioni immobiliari. Si prevede un aumento del 50% per...
Case e Mutui

Procedura per chiedere la correzione dei dati catastali

Il catasto racchiude tutti i documenti, atti e mappe di beni immobili, conservando dati e rendite dei possessori ed ancora, luoghi e relativi confini in cui questi sussistono. Di conseguenza provvede anche a calcolare le relative tasse ed imposte di cui...
Case e Mutui

Guida alle spese notarili per l'acquisto della prima casa

L'acquisto della prima casa è indubbiamente un momento profondo che indica la volontà di indipendenza e maturazione. Per effettuare un passo così importante, bisogna infatti possedere un lavoro e aver messo da parte un bel po' di soldi. Le spese da...
Case e Mutui

Come ottenere una visura catastale

L'Agenzia del Territorio rende testimonianza dei propri atti e delle proprie scritture censuarie mediante le visure. Il termine visura si riferisce alla semplice consultazione del contenuto degli atti catastali. La visura catastale è un documento dove...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.