Guida agli adempimenti dichiarativi sulle rendite finanziarie

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

In questa breve e semplice guida, vi illustrerò i principali adempimenti dichiarativi di un particolare tipo di reddito: le rendite finanziarie. Queste possono produrre due tipologie di redditi, ossia quelli di capitale e quelli diversi di natura finanziaria. Ma cosa si intende esattamente per rendite finanziarie? Per rendite finanziarie, si intendono tutti quei guadagni e interessi (sia attivi, sia passivi) che si ricavano a partire da una prima sottoscrizione di un prodotto finanziario. Le rendite finanziarie, tuttavia, possono concretizzarsi anche nel momento di chiusura dell'anno di imposta o di realizzazione da parte di persone fisiche o giuridiche. Vediamo quindi come procedere.

27

Occorrente

  • Conoscenze di diritto tributario e normativa finanziaria
37

Per prima cosa, la tassazione IRPEF (in atto a partire dall'anno 2014) subisce un inasprimento che passa dal 20% e può arrivare fino al 26%. Questo aumento, in effetti, va ad aggiungersi a quello effettuato nel 2011, che aumentò sensibilmente la tassazione delle rendite finanziarie dal 12,50% al 20%. Cambiano così gli adempimenti dichiarativi sulle rendite finanziarie di azioni, obbligazioni, conti di deposito, fondi pensione, conti correnti e altri prodotti finanziari. La nuova tassazione, tuttavia, non comprende prodotti finanziari come i titoli di Stato, emessi da Stati Sovrani che rientrano nella White List.

47

Successivamente, risulta necessaria una distinzione tra gli adempimenti dichiarativi delle persone fisiche e quelli delle persone giuridiche. Per quanto riguarda le persone fisiche, esse dovranno compilare necessariamente il quadro RT e RW facenti parte del Modello Unico PF al momento della dichiarazione dei redditi. Andranno compilati gli appositi spazi del suddetto quadro, soltanto nel caso si tratti di dichiarare plusvalenze di natura finanziaria. Per quanto concerne diversamente altre tipologie di rendite finanziarie, come interessi e altri proventi che derivano da conti correnti e depositi postali e bancari, non esiste obbligo dichiarativo.

Continua la lettura
57

Per quanto riguarda, invece, i soggetti con personalità giuridica, dovranno compilare nel momento della dichiarazione dei redditi il Modello Unico SC in caso si tratti di società di capitali, mentre il Modello Unico SP in caso si tratti invece di società di persone. Le persone giuridiche che corrispondono redditi di capitale, devono dichiarare questi ultimi nel Modello 770. A seconda delle differenti tipologie di rendite finanziarie, dovranno di conseguenza compilare quadri diversi (SK, SH, SL) all'interno dello stesso Modello 770.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Attenzione nella scelta del diverso modello a seconda delle vostre esigenze.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come utilizzare le tavole finanziarie e attuariali

Calcolare la disponibilità finanziaria non è certamente un'impresa semplice, neanche per coloro che sono più esperti in materia. Spesso ci affidiamo a dei professionisti del mestiere, che in pochi istanti ci forniscono nel dettaglio le informazioni...
Finanza Personale

Rendite perpetue: 5 cose da sapere

In questo periodo dove la crisi ha ormai attanagliato quasi tutte le classi sociali si sente sempre più il bisogno di qualcosa che possa risollevare le nostre finanze così duramente messe alla prova. Le rendite perpetue possono essere un'ottima soluzione,...
Finanza Personale

Come provvedere agli adempimenti di legge in caso di più libretti di risparmio al portatore

Come districarsi fra le diverse normative che, nel tempo, hanno disciplinato il possesso di titoli di credito al portatore: le tempistiche da seguire, i limiti fissati e le sanzioni previste in caso di inadempienza. In questa guida, in particolare, vedremo...
Finanza Personale

Come chiedere un prestito personale senza busta paga

Con l'attuale crisi economica che sta affliggendo praticamente tutto il mondo, chiedere un prestito personale per realizzare i propri sogni nel cassetto, come ad esempio comprare una casa o una bella automobile, studiare all'estero, aprire un'attività,...
Finanza Personale

Guida delle successioni e delle donazioni

Con questa breve e schematica guida cercheremo di rendere più intellegibili alcuni concetti del diritto delle successioni e delle donazioni, individuando quegli aspetti nei quali più di sovente ci imbattiamo nella vita di tutti i giorni, senza tralasciare...
Finanza Personale

Prestiti Inpdap: guida alle nuove regole

L'INPDAP, ossia l'Istituto Nazionale di Previdenza dei Dipendenti dell'Amministrazione Pubblica, è stato fondato nel 1994, tramite il Decreto Legislativo numero 479 del 30 giugno dello stesso anno. Precisamente, è sorto a seguito della fusione dell'ENPAS,...
Finanza Personale

Guida all'addizionale erariale sulle tasse dell'auto

Secondo l'Articolo 23 del Decreto Legge risalente al 6 luglio 2011, un possessore di automobili o motovetture adibiti al trasporto promiscuo di persone e cose con potenza superiore a una determinata soglia, dovrà erogare una quota supplementare insieme...
Finanza Personale

Come funziona il sistema fiscale in Nigeria

La Nigeria è uno stato federale dell'Africa, membro del Commonwealth. Indipendente dal 1960, il paese fu sottoposto a regime militare dal 1966 al 1979. Successivamente è stato retto da una Costituzione che affidava la funzione esecutiva al Presidente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.