Gli svantaggi di un lavoro autonomo

Tramite: O2O 27/01/2020
Difficoltà: media
16
Introduzione

Ultimamente il numero dei lavoratori autonomi è andato via via aumentando. Questa situazione si è verificata specialmente nei comparti delle costruzioni, dei trasporti e dell'agricoltura. Il libero professionista per poter esercitare la propria attività deve conseguire la necessaria iscrizione nei relativi albi oppure elenchi. Inoltre, il lavoratore autonomo necessita dell'apertura della partita IVA. Leggendo questo breve tutorial si possono avere alcune informazioni sugli svantaggi che si hanno quando si svolge un lavoro autonomo.

26

Orario

Un libero professionista sicuramente non ha un vero e proprio orario di lavoro. Il che significa che spesso deve lavorare anche la mattina presto oppure la sera tardi. Ciò si verifica specialmente nel caso di scadenze ravvicinate. Allo stesso tempo però è vero che non bisogna chiedere al proprio capo un permesso in caso di visite mediche oppure di impegni familiari.

36

Ferie

Le differenze tra dipendente e libero professionista raggiungono il loro apice quando si tratta di ferie. Infatti, per un libero professionista le ferie sono un qualcosa decisamente di vago. Certamente il libero professionista le può prendere quando vuole, ma le telefonate, le email, i messaggi non si interrompono mai. In questi casi la tentazione di rispondere è sempre in agguato.

Continua la lettura
46

Retribuzione

Un libero professionista a differenza di un dipendente non ha la certezza di quanto guadagnerà durante il mese. Sicuramente ha una sua idea ed ha in mente il suo volume di affari. Ha però l'esigenza di inventarsi giorno per giorno il lavoro, realizzarlo e farsi pagare. Infine, bisogna tener presente che per un libero professionista i tempi di pagamento sono tutt'altro che sicuri.

56

Tasse

Un libero professionista deve occuparsi ogni mese di adempiere alle proprie scadenze fiscali (tra tasse nazionali e locali sono davvero molte). Inoltre, deve effettuare il versamento dei contributi previdenziali. Praticamente il fatturato è sempre lordo; tra anticipi, scadenze, detrazioni e deduzioni non si è mai certi di quello che può restare in tasca. Infine, un libero professionista non ha il TFR.

66

Burocrazia

Un altro svantaggio per il lavoratore autonomo riguarda la burocrazia. Infatti, se non si assume una segretaria oppure si fa riferimento per qualsiasi aspetto ad un commercialista ogni lavoratore autonomo deve fare "il segretario di se stesso". Questo problema coinvolge tutti gli aspetti della vita di un libero professionista. Si parte dalla fatturazione per arrivare alla dichiarazione dei redditi.

Potrebbe interessarti anche
Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Gli svantaggi di un lavoro a tempo indeterminato

I posti di lavoro a tempo indeterminato sono solitamente i più ambiti perché forniscono stabilità e sicurezza economica a lungo termine, motivo per cui è sempre più difficile raggiungere questo obiettivo. Ma per come possa sembrare assurdo, anche...
Lavoro e Carriera

Contratto part-time: guida agli svantaggi

La forte crisi economica che la società odierna si ritrova ad affrontare ha inevitabilmente modificato ed alterato anche il mondo del lavoro, specialmente per quanto riguarda il lavoro giovanile, così come le tipologie di contratto lavorativo che oggi...
Lavoro e Carriera

Lavoro in cooperativa: come funziona

Sulla base dei dati presentati dal ministero delle attività produttive, nel nostro Paese esistono circa 8.000 compagnie per il lavoro. La maggior parte di queste eroga servizi di assistenza socio-sanitari ed educativi. Altre, inseriscono o reinseriscono...
Lavoro e Carriera

Lavoro: come far valere i propri diritti

E bene essere informati correttamente sul rapporto che deve intercorrere tra il datore di lavoro e il dipendente, ci sono delle norme giuridiche che ci garantiscono i diritti e i doveri che ci spettano. Lavoro: come far valere i propri diritti. Ovvio...
Lavoro e Carriera

10 cose da valutare prima di cambiare lavoro

Trovare un nuovo impiego puó rappresentare un colpo di fortuna ed essere un salto di qualitá ma anche un peggioramento nella propria carriera e stile di vita. Prima di fare un salto nel buio e cambiare lavoro di punto in bianco, occorre soppesare con...
Lavoro e Carriera

Come redigere le tesine annuali per i praticanti Consulenti del Lavoro

Chi vuole diventare Consulente del lavoro, deve avere una laurea magistrale o specialistica, preferibilmente in giurisprudenza, economia o scienze politiche, deve effettuare un tirocinio di almeno due anni, presso un consulente del lavoro o uno studio...
Lavoro e Carriera

Come costituire uno studio associato

Lo studio associato sta diventando un'opportunità di lavoro per molti giovani e soprattutto per coloro che sono liberi professionisti. Oggi vedremo in questa guida come costituire uno studio associato e tutte quelle informazioni che sono necessarie per...
Lavoro e Carriera

Come compilare la ricevuta per prestazione di lavoro occasionale

La prestazione di lavoro occasionale è una tipologia che si differenzia dal lavoro autonomo e da quello dipendente per una serie di caratteristiche definite dalla legge. Altre peculiarità del lavoro occasionale si rinvengono nel periodo di tempo impiegato...