Fasi di un procedimento civile

Tramite: O2O 03/11/2014
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il procedimento civile, è uno strumento giuridico atto a dirimere le controversie aventi come oggetto il diritto privato. Si basa sui principi del diritto processuale civile contenuti per gran parte nel Codice di Procedura Civile. Il procedimento civile, rappresenta anche il processo, attraverso il quale, un giudice viene solitamente investito del compito di risolvere una controversia insorta tra due o più soggetti privati o tra questi e un ente pubblico. Il processo civile è retto dall'impulso di parte, che è necessario perché il giudice sia investito del compito di decidere la proposizione di una apposita domanda, la quale di norma proviene da un soggetto privato definito "attore". Ma ora vediamo quali sono le fasi del procedimento civile.

26

La prima fase consiste nell'atto introduttivo del giudizio; segue la fissazione dell?udienza, in cui si deve comparire, e si procede con la notifica della citazione. Poi si passa a costituire le parti, definite con i termini di attore e convenuto, e in seguito vi è la fase introduttiva (iscrizione della causa al ruolo) per poi entrare nella parte istruttoria con l'acquisizione degli elementi di prova da presentare al giudice. Infine si arriva alla fase decisoria, ovvero quella relativa alle conclusioni e quindi alla sentenza.

36

Durante la fase introduttiva, il procedimento ha inizio con una serie di precisi atti. Da un lato l'attore deve presentare un atto introduttivo, notificandolo alla controparte e provvedendo a depositare in cancelleria il fascicolo di parte, in cui viene inserita anche la documentazione che si intende mostrare e che si deve indicare nell'atto di citazione. L'altra parte, che si chiama "convenuto", si dovrà costituire depositando uno scritto tramite cui il convenuto ha il diritto di fornire le proprie difese con eventuali prove, perizie, documentazioni varie, testimoni o altro.

Continua la lettura
46

L'istruttoria può essere invece definita il momento centrale del procedimento; infatti a questo punto si devono acquisire i diversi elementi di prova indispensabili per fare in modo che il fondamento della domanda venga dimostrato.
In seguito all'introduzione del giudizio e non appena le parti provvedono a depositare le memorie, il compito del il giudice sarà quello di esaminare e prendere decisioni sull'ammissione dei mezzi di prova chiesti dalle parti.

56

La parte decisionale fa parte della fase che chiude l'intero procedimento di cognizione: qui viene emesso il provvedimento decisorio, che corrisponde alla sentenza.
Nel corso degli anni '90, in base a precisi articoli, sono state effettuate alcune riforme riguardanti questa ultima parte del processo, sia stabilendo il principio della monocraticità del giudice, sia permettendo che l'udienza di discussione di fronte al collegio venga scelta facoltativamente, riproponendo la richiesta allo scadere del termine in cui deve essere depositata ogni memoria di replica.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Contributo unificato: cos'è e come funziona

Nella sfortunata occasione in cui possa capitare di doversi rivolgere a un avvocato per una causa civile, il legale metterà al corrente il cliente della propria parcella, che potrebbe includere anche il contributo unificato per poter iscrivere la causa....
Finanza Personale

Come E Perchè Accettare L'Eredità Con Beneficio D'Inventario.

Secondo l'articolo 490 del Codice Civile l'accettazione con beneficio d'inventario è un atto attraverso il quale una persona dichiara di accettare un'eredità ma di voler evitare che il suo patrimonio personale venga confuso con quello del defunto. Di...
Finanza Personale

Come detrarre gli interessi passivi

Gli interessi passivi gravanti su un prestito personale, come un mutuo o un leasing, possono essere recuperati nella dichiarazione dei redditi, sotto forma di detrazioni fiscali. Ciò permette di recuperare una parte di quanto avete speso durante l'anno,...
Finanza Personale

Come avere il risarcimento danni con la polizza globale fabbricato

Ogni condominio ha modo di assicurarsi per eventuali danni che esso può subire, quindi si ricorre a polizze che possono dare la giusta garanzia. Tra queste c'è la polizza Globale Fabbricato, essa ha una responsabilità civile e dà garanzie su pretese...
Finanza Personale

Pignoramento presso terzi: come funziona

Il pignoramento fa parte della sfera del diritto privato e, nello specifico, rientra nel gruppo dei diritti di garanzia, ovvero i privilegi, il pegno, le ipoteche. Semplicemente, il pignoramento è, secondo il nostro codice civile che regolamenta i rapporti...
Finanza Personale

Come funziona il sistema fiscale in Liechtenstein

Il 1° gennaio 2011, in Liechtenstein è entrato in vigore un nuovo sistema fiscale con l'obiettivo di modernizzare il precedente ordine giuridico in materia di imposizione fiscale, tenendo conto degli sviluppi internazionali. Il nuovo sistema dovrebbe...
Finanza Personale

Come richiedere la riduzione del 50% del canone Telecom

In un mondo dove ogni risparmio gioca un ruolo fondamentale sul bilancio di ogni individuo, c'è qualche agevolazione per chi usufruisce dei servizi Telecom. Noi, in questa guida, vi daremo tutte le delucidazioni riguardanti, su come richiedere la riduzione...
Finanza Personale

Come richiedere la cartella clinica di un degente defunto

Talvolta, la vita riserva degli avvenimenti positivi e purtroppo anche delle sofferenze. Una delle cose più brutte è certamente la perdita di un parente o amico, specialmente quando la causa è quasi inaccettabile. Dopo la tristezza e lo sconforto iniziale,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.