F24 a saldo zero: 5 cose da sapere

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Per la maggior parte delle imposte e dei pagamenti tributari in Italia è utilizzato il modello F24, un documento standard che consente di facilitare la difficile e complessa operazione del pagamento delle tasse.
A seconda del versamento da effettuare il contribuente dovrà compilare la sezione "erario", la sezione "regioni" o la sezione "Imu e altri tributi locali". Il modello F24 deve essere presentato anche nel caso in cui la compensazione effettuata risulti pari a zero: l'F24 a saldo zero è infatti previsto. Per non incorrere in multe o revisioni tributarie ci sono 5 cose da sapere sull'F24 a saldo zero.

26

Correttezza del codice tributo

Uno degli errori più frequenti è l'errata indicazione del codice tributo, che indica la tipologia dell'imposta da pagare. L'agenzia delle entrate ha reso disponibili ai contribuenti delle tabelle in cui rintracciare i codici tributi erariali e regionali. L'accurata trascrizione degli stessi può evtare spiacevoli multe.

36

Indicazione periodo di riferimento

Bisogna indicare con attenzione il periodo di riferimento del tributo, che risulta tra gli errori più frequenti fatti dai contribuenti. L'indicazione dell'anno al quale l'imposta si riferisce deve infatti essere riportato nel formato a quattro cifre, nel caso in cui non coincida con l'anno solare si deve barrare la colonna "anno di riferimento nella sezione "Contribuente".

Continua la lettura
46

Errato codice fiscale

L'agenzia delle entrate registra un elevato numero di errori circa l'immissione del codice fiscale, in automatico il confronto tra dati anagrafi e codice fiscale consente di rilevarne la correttezza. Se viene inserito un codice inesatto, il modello viene invalidato e il versamento non va a buon fine.

56

Presentazione obbligatoria

La presentazione del modello F24 a saldo zero è obbligatoria. L'omessa presentazione è punita con una sanzione di 100 euro, ridotta se versata entro cinque giorni lavorativi dalla scadenza.
Per rimediare la mancata presentazione è sufficiente presentare il ravvedimento presentando l'F24 con l'aggiunta di 5,56 euro entro cinque giorni dall'omissione,11,11 euro novanta giorni dall'omissione, 12,50 euro entro un anno dall'omissione.

66

Annullamento F24

Compilato l'F24 a saldo zero è possibile accorgersi di aver sbagliato il conteggio, l'Agenzia delle Entrate consente di presentare un nuovo modello correttamente compilato e annullare il precedente. Prevedere con largo anticipo il versamento delle imposte rispetto alla data di scadenza consente di rimediare ad errori di questo tipo che potrebbero comportare spiacevoli richiami, quantificabili in multe o attese infinite presso gli uffici tributari preposti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come controllare il saldo punti patente

Per i guidatori è importante tenersi sempre aggiornati circa lo stato del saldo dei punti della propria patente di guida. Se sono stati detratti dei punti oppure se siamo riusciti a riguadagnarne alcuni, comunque è uno stato da controllare e monitorare...
Richieste e Moduli

Come compilare un F24 per pagare l'IMU in 3 rate

Cominciamo col dire cos'è l'IMU. L'Imposta Municipale Unica (IMU) in un certo senso ha sostituito l'ICI, l'Irpef e le addizionali comunali e regionali che, venivano calcolate sui redditi fondiari. Questa Imposta dovrà essere pagata dai proprietari d'immobili...
Richieste e Moduli

Come compilare l'F24 per il pagamento dell'IMU

Con la sigla IMU si indica l'Imposta Municipale Unica, una nuova tassa introdotta nel 2012. Questa è un tributo richiesto per il possesso di fabbricati e terreni, sia edificabili che agricoli, e sostituisce la vecchia tassa denominata ICI. L'IMU è stata...
Richieste e Moduli

Come compilare il modello F24 ordinario

È possibile utilizzare il modello per il pagamento delle imposte sui redditi, sull'Iva, sull'Irap; sull' addizionale regionale o comunale all’Irpef; sull'imu, TASI, TARI, INAIL, ENPALS, INPDAI, sui contributi inps e i premi annessi, sulle ritenute...
Richieste e Moduli

Come fare il ravvedimento per errata indicazione importo su Modello F24

Il modello F24 è un modulo, ovvero un documento in parte già compilato con il quale si possono pagare diverse tasse. Tempo fa infatti, per ogni tassa c'era un modello specifico, ora esiste un modello unico che è appunto il modello F24. Quindi, da questo...
Richieste e Moduli

Come compilare il modello F24 online

Tutti i contribuenti per il versamento dei tributi dovuti all'Agenzia delle Entrate e agli enti annessi, possono usufruire del servizio Web per la compilazione e l’invio dell'F24. Si tratta di un modello “unificato” poiché consente di effettuare...
Richieste e Moduli

Errori comuni da evitare nella compilazione del Modello F24

Nel nostro Paese, con l'introduzione dell'F24 come modello per il pagamento della maggior parte dei contributi, delle imposte e delle tasse, il lavoro si è semplificato e si sono eliminati una moltitudine di altri modelli cartacei; un tempo, infatti,...
Richieste e Moduli

Come compilare il modello F24 per la Tari

Attualmente, per pagare la Tari, la tassa rifiuti istituita dall'articolo 1, l'Agenzia delle entrate ha emesso una ridenominazione dei codici tributo usati prima per la Tares. Sono molte le domande che si compongono i cittadini riguardo questa tassa:...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.