Differenze tra locazione e affitto

Tramite: O2O 05/10/2018
Difficoltà: media
16

Introduzione

I termini affitto e locazione vengono usati nel linguaggio comune come sinonimi e per indicare indifferentemente lo stesso tipo di contratto e situazioni giuridiche. In realtà, esistono sostanziali differenza tra affitto e locazioni, tanto è vero che il codice civile dedica articoli distinti per regolarli.
La locazione è definita dall?articolo 1571 come un contratto con la quale un soggetto, detto locatore, si obbliga a concedere l?utilizzo di un bene mobile o immobile al locatario per un determinato periodo di tempo, in cambio di un corrispettivo in denaro. L?affitto è regolato dall?articolo 1615 del Codice Civile e prevede che una parte concede ad un terzo la gestione e godimento della cosa produttiva mobile o immobile, per un determinato periodo, dietro il pagamento di un canone e rispettandone la destinazione d?uso. Due definizioni in apparenza molto simili ma che nascondono diverse differenze.

26

Oggetto del contratto

La prima differenza sostanziale tra locazione e affitto riguarda l?oggetto del contratto. Nel primo caso, è rappresentato da beni mobili e immobili che non sono legati ad un?attività produttiva. Mentre l?affitto ha per oggetto beni mobili e immobili produttivi di ricchezza, come può essere una casa, un terreno, un locale a uso commerciale o un?azienda. Ad esempio, se oggetto del contratto è un capannone vuoto si parla di locazione, se si concede l?uso di uno con dentro macchinari e attrezzature che consentono lo svolgimento di attività di impresa, si tratta di affitto.

36

Benefit del bene oggetto del contratto

In entrambi i contratti, il locatario e l?affittuario possono utilizzare il bene rispettandone la destinazione economica, con la differenza che il secondo può anche godere dei frutti e utilità derivanti dal bene. Ad esempio, nel caso di un affittuario di un terreno, se coltiva patate e le vende, può trattenere il ricavo di tale vendita oltre che gli ortaggi.

Continua la lettura
46

Subcontratto

Il conduttore o locatario può sublocare il bene senza chiedere il permesso al proprietario, ma non può cedere il contratto senza il consenso di quest'ultimo. Facoltà non ammesse per l'affittuario, che non può subaffittare il terreno o alti beni mobili e immobili salvo non ottenga l'autorizzazione dell'affittante.

56

Rinnovo del contratto

Un base all?articolo 1567 del codice civile, il contratto di locazione si rinnova tacitamente, se il locatore non comunica la disdetta prima della scadenza. Mentre per il rinnovo del contratto di affitto ci deve essere un consenso delle parti.

66

Vendita del bene

Nel caso in cui il bene venga alienato a terzi, nel caso di locazione viene ceduto anche il contratto e il locatario dovrà continuare a pagare i canoni al nuovo proprietario. Mentre il contratto di affitto non può essere ceduto salvo non vi sia il consenso delle parti interessate.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Differenze tra affitto e comodato

Il contratto di affitto e il contratto di comodato possono sembrare sinonimi ma, in realtà, differiscono per importanti effetti. Gli effetti vanno a generarsi non solo sul piano reale ma anche giuridico. In questa guida, vi chiariremo perfettamente le...
Case e Mutui

Come effettuare un subentro in un contratto di locazione

Il contratto di locazione rappresenta un'ottima modalità per l'affitto, poiché le garanzie sono davvero numerose sia per il locatore, che per l'affittuario. Tuttavia, così come per gli altri contratti, bisogna conoscere alcuni particolari vincoli e...
Case e Mutui

Come si stipula un contratto di affitto transitorio

Decidere se acquistare casa oppure affittarla può rappresentare spesso un grande problema, specialmente per i più giovani. La scelta, infatti, risulta spesso obbligata dalla precarietà del lavoro e dall'impossibilità di ottenere un mutuo. Talvolta,...
Case e Mutui

Come risolvere anticipatamente un contratto di locazione

Quando si stipula un contratto di affitto tra il locatario (proprietario dell'immobile) ed il conduttore (persona fisica che occupa il locale) vengono stabilite diverse clausole, tra cui la durata di locazione. Nel contratto vi è un intero paragrafo...
Case e Mutui

Come denunciare un affitto in nero

Chi prende casa in affitto molto spesso si ritrova a dover pagare in nero il compenso dovuto al padrone di casa, questo espone l'inquilino ad una serie di pericoli ed inconvenienti nel quale può incorrere, oltre ad essere un atto fuori legge, che si...
Case e Mutui

Come disdettare anticipatamente un contratto di locazione

Il Codice Civile nostro, prevede anche il contratto di locazione, fra gli altri tipi di contratto. Esso non è altro che un contratto di fitto mediante il quale il locatore, cioè il proprietario di un immobile, conferisce in affitto la sua proprietà...
Case e Mutui

Esigenze che giustificano la transitorietà del contratto di locazione

Molte giovani famiglie spesso di trovano nell'impossibilità di poter acquistare una casa: a volte non si dispone del congruo anticipo necessario, altre volte il mutuo sarebbe troppo elevato da sostenere. In questo caso, se si ha l'esigenza di creare...
Case e Mutui

Come tutelarsi se il proprietario non registra il contratto di affitto

Molti sono coloro che offrono un canone d'affitto minore, appunto per convincere l'affittuario ad accettare il compromesso. A tale proposito è bene sapere che c'è chi, addirittura, non fa firmare alcun accordo e chi, invece, fa firmare al proprio inquilino...