Differenze tra fondi indicizzati e fondi comuni

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Dal punto di vista dell'investitore i fondi indicizzati o ETF (cioè quotati sul mercato) e fondi comuni sono prodotti tra loro intercambiabili. In entrambi i casi parliamo comunque di un metodo per puntare su un mercato con una quantità di rischio non troppo alta. Inoltre malgrado siano fondi interscambiabili, vi sono sostanziali differenze e, si sa, in questo settore ogni minimo dettaglio nasconde svariate sfumature di grigio.
Ecco dunque una pratica lista delle differenze tra fondi indicizzati e fondi comuni.

26

Facilità nell'acquisto

Come ben sapete, i fondi di investimento hanno bisogno di una banca o un promotore finanziario che agiscano da collocatore o mediatore poiché non li si può acquistare direttamente dal proprio conto. Gli ETF hanno il vantaggio di esser quotati in borsa, quindi basta avere un conto titoli in banca per procedere all'acquisto ed evitare lunghe indagini per trovare un venditore.
Lo svantaggio è che non si è incentivati a cercare una banca che costi meno, malgrado negli ultimi anni vi sano numerosi conti online tra cui scegliere.

36

Una scelta sicura

I fondi comuni hanno prevalentemente una gestione attiva mentre gli ETF non sono gestiti, ma replicano il mercato, dunque possiamo classificarli come gestione passiva.
Poiché dunque i fondi comune possono facilmente esser mal gestiti, gli ETF consentono un investimento più stabile e sicuro. In ogni caso dipende dall'investitore e dalle sue capacità ed esperienza di gestire investimenti simili poiché, in alcuni casi il fondo comune potrebbe fruttare anche più di un ETF.

Continua la lettura
46

Tempo reale

Aspetto da non sottovalutare è il limite di acquisto del fondo comune, cioè un solo acquisto o venita al giorno. Gli ETF invece possono esser acquistati o venduta in qualsiasi istante applicando dunque il daily trading e analizzare i conti a lungo termine.

56

Il prezzo delle quote

Non si sa mai il prezzo delle quote del fondo comune poiché l’ordine di acquisto si impartisce prima che sia stato stabilito il valore della quota. Con gli ETF è invece diverso poiché basta aprire il book del proprio conto online. Tale differenza diviene però marginale nel caso di un investitore che analizza il fatturato sul lungo periodo.

66

Confronto tra i costi

Ultima, ma per importanza è il costo di gestione dei fondi.
Le spese di un fondo comune sono estremamente più alte rispetto agli ETF, addirittura di quasi 5 volte. Siate cauti dunque e scegliete il fondo adatto a voi solo se, dopo un attenta analisi, possiate battere il mercato recuperando le spese.

Queste sono solo alcune delle piccole differenze tra questi due tipi di fondi, ma il mio consiglio è uno ed uno soltanto: applicate la massima cautela e valutate ogni singolo dettaglio, questo è un settore estremamente concorrenziale.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come confrontare i fondi indicizzati

La guida che andremo a scrivere si occuperà di finanza. Per essere particolarmente precisi, come avete compreso tramite la lettura del titolo della guida, ci concentreremo su come confrontare i fondi indicizzati. Incominciamo subito a valutare questa...
Lavoro e Carriera

Come acquistare fondi obbligazionari indicizzati

Se siamo riusciti a mettere da parte un bel po' di risparmi, conviene investirli sul mercato azionario e in particolare nei fondi obbligazionari indicizzati, che diversamente da tante altre tipologie, offrono la possibilità di partecipare in modo semplice...
Finanza Personale

Come funzionano i fondi comuni di investimento

Il fondo comune di investimento raccoglie diverse cifre di denaro messe a disposizione dai risparmiatori e le investono in azioni, obbligazioni e quant'altro. È quindi uno strumento che adempie al servizio della gestione del risparmio collettivo: lo...
Finanza Personale

Guida ai tipi d'investimento finanziario

Il mercato finanziario è molto complesso e le possibilità di investimento sono tante: azioni, obbligazioni, fondi comuni, polizze ed altro ancora. Per cui, scegliere un investimento è sempre più difficile, soprattutto per chi non è competente in...
Finanza Personale

Come investire in caso di inflazione

Quando parliamo di economia di mercato, inevitabilmente dobbiamo affrontare un argomento ad essa correlato, ovvero l'inflazione. Si tratta di un tasso di variazione che va a misurare il livello di incremento dei prezzi. Molti beni e servizi possono dunque...
Finanza Personale

Come investire in fondi comuni internazionali

Oggigiorno, con il mutare dell'ambiente finanziario e di tutto il contesto bancario, è possibile anche mutare lo scenario di investimenti. I fondi comuni, che da sempre sono stati un importante strumento di portafoglio sia per piccoli investitori che...
Aziende e Imprese

Startup: 5 modi per raccogliere fondi

La startup è un tipo di società di capitali che sta via via trovando sempre più notorietà presso riviste telegiornali e altri mezzi di comunicazione. Queste società di capitale possono essere fondate da chiunque, a patto che il capitale sociale sia...
Banche e Conti Correnti

Differenza tra fondi comuni e fondi del mercato monetario

I fondi comuni e i fondi del mercato monetario sono strettamente correlati; i primi rappresentano essenzialmente la prole più sicura dei fondi comuni di investimento. Sia che si investe in fondi comuni che in fondi del mercato monetario, il denaro viene...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.