Differenze tra conti deposito liberi e vincolati

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Il continuo aumento della crisi economica, porta sempre più persone a interessarsi e ad informasi sulle varie strategie di investimento e di risparmio. In questa breve guida, metteremo in evidenza le sostanziali differenze tra i conti deposito liberi e quelli vincolati. Negli ultimi anni, i conto deposito risultano essere sempre più apprezzati dai risparmiatori poiché flessibili e vantaggiosi anche se presentano comunque delle limitazioni in base alla tipologia che si decide di scegliere. Al fine di trarre i migliori vantaggi, capire quale sia il più indicato per le proprie esigenze fra vincolati e non vincolati, tenendo presente pure le differenze nei rendimenti, svolge un ruolo significativo. Il conto deposito altro non è che un conto bancario ad alto rendimento, con funzionalità limitate, ma che garantisce tassi di rendimento maggiori rispetto ai conti correnti tradizionali. Capire i vantaggi e gli svantaggi di queste due tipologie dj conti è essenziale al fine di fare una scelta ponderata alla quale aderire.

24

I conti deposito liberi

È doveroso premettere che, le sole operazioni effettuabili con i conti deposito sono i prelievi ed i versamenti, e necessitano di abbinare un conto di appoggio attraverso il quale effettuare le operazioni di deposito o ritiro della somma. I conti deposito liberi risultano essere maggiormente indicati per coloro che potrebbero avere la necessità di prelevare la somma in qualunque momento. Questi infatti, consentono di avere sempre a disposizione il denaro depositato. Qualora però si dovesse presentare le necessità del prelievo prima della data conferita, si perde il diritto agli interessi, o in alcuni casi, si abbassa il rendimento. In alcuni tipi di conto deposito c'è un tasso promozionale valido soltanto per il primo anno dal momento dell'apertura, che consentono pure di prelevare tutto e ritirare comunque gli interessi maturati.

34

I conti deposito vincolati

A differenza dei conti deposito liberi, quelli vincolati consentono di prelevare il denaro depositato soltanto alla scadenza del vincolo stabilito in sede di apertura, che può variare soventemente da un mese sino a tre anni. Tale tipo di conto deposito è ideale per i risparmiatori che non presentano problemi di liquidità, e che quindi si possono concedere il privilegio di bloccare la somma depositata per un periodo di tempo maggiore. In questo modo, si ricevono come contropartita tassi di rendimento più elevati rispetto ai conti deposito liberi da vincoli temporali. Gli interessi sui conti deposito crescono con l'aumentare del periodo del vincolo del denaro depositato. È conseguentemente chiaro che, il fermare il denaro per maggiori anni apporta molti più vantaggi in termini di rendimento finale.

Continua la lettura
44

Conclusione

Considerando i rendimenti effettivi dei migliori prodotti sul mercato, si osserva una differenza sostanziale fra deposito a risparmio libero e deposito vincolato a dodici mesi. Il differenziale si allarga ulteriormente scegliendo vincoli di durata superiore, fino a ventiquattro mesi. Ovviamente, l'opzione di vincolo assicura sempre un extra-rendimento, a compensazione della ridotta libertà di ritiro dell'importo depositato. Il consiglio è dunque quello di optare per tale scelta soltanto con la sicurezza di non avere bisogno della somma depositata sino alla scadenza. Una volta chiarita le sostanziali differenze tra i conti deposito liberi e quelli vincolati, potete scegliere quello maggiormente indicato in base alle vostre personali esigenze!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

I rischi dei certificati di deposito

Investire un certo capitale con la certezza di guadagnarci qualcosa senza il rischio di perdere quanto investito è il sogno di molti piccoli risparmiatori. In effetti riuscire a trovare un prodotto in grado di garantirci la restituzione di quanto investito...
Finanza Personale

Come gestire il tuo risparmio: dal Conto corrente tradizionale al Conto di Deposito

In questa guida, pratica e veloce, che abbiamo deciso di proporre, vogliamo farti imparare come poter gestire bene il tuo risparmio, in particolar modo, impareremo come poter passare dal conto corrente tradizionale, al conto di deposito. Iniziamo subito...
Finanza Personale

Come compilare una nota di deposito di atti e documenti

Purtroppo nella vita non può andare mai tutto liscio e perfetto; spesso capita infatti di dover ricorrere alle Commissioni Tributarie Provinciali e Regionali quando bisogna far ricorso a degli avvisi di accertamento che arrivano dall'Agenzia delle Entrate,...
Finanza Personale

Come fare la chiusura dei conti generale

La chiusura dei conti generale è necessaria al termine di ogni periodo amministrativo, per conoscere il reddito di esercizio e il capitale di funzionamento. In questa guida, in particolare, vedremo come fare per riuscire ad effettuare correttamente la...
Finanza Personale

Deposito di titoli in amministrazione: le posizioni delle parti

Molto spesso chi possiede titoli, difficilmente li tiene in casa o in posti poco sicuri. Molto spesso richiede l'ausilio di una banca per garantirsi la sicurezza e la protezione. A sua volta, la banca, utilizzando i diritti degli stessi titoli, è obbligata...
Finanza Personale

Carta di credito e carta di debito: differenze

Le carte di credito e quelle di debito ci permettono di avere accesso ai nostri risparmi, senza dover portare in giro soldi contanti. Questa grande innovazione ci aiuta a gestire al meglio le nostre risorse economiche e si possono utilizzare praticamente...
Finanza Personale

Differenze tra fondi indicizzati e fondi comuni

Dal punto di vista dell'investitore i fondi indicizzati o ETF (cioè quotati sul mercato) e fondi comuni sono prodotti tra loro intercambiabili. In entrambi i casi parliamo comunque di un metodo per puntare su un mercato con una quantità di rischio...
Finanza Personale

Come gestire al meglio i conti in famiglia

Una delle problematiche più comuni della vita quotidiana riguarda, sicuramente, la gestione delle proprie finanze. Molto spesso, infatti, ci si trova ad avere a che fare con delle difficoltà, nello specifico a fare i conti di famiglia o magari con...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.