Differenza tra tasse, imposte e contributi

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Purtroppo, l'economia, non sempre è semplice da comprendere e molti trovano difficoltà ad imparare la differenza fra alcuni termini e nozioni che invece bisognerebbe conoscere dal momento che fanno parte della nostra quotidianità. Sebbene le tasse, le imposte ed i contributi siano tutti pagamenti a favore dello Stato, ci sono delle sostanziali differenze fra loro. Nella guida che segue, in pochi e semplici passi, vedremo insieme di comprendere e approfondire la natura di questi pagamenti necessari al buon funzionamento dello Stato.

24

Le tasse

Le tasse sono veri e propri tributi, delle somme di denaro che ogni cittadino italiano è obbligato a versare. Lo scopo delle tasse, solitamente, è quello di essere impiegate per realizzare opere pubbliche (come sistemare le strade o le opere d'arte) e per fornire servizi alla popolazione. Molto spesso le tasse sono anche legate ad un provvedimento amministrativo, il quale stabilisce la somma di denaro da versare. Possiamo quindi sintetizzare dicendo che le tasse sono una somma di denaro, generalmente proporzionale alla ricchezza e al benessere dell'individuo, che serve a coprire le spese dei servizi offerti dallo Stato.

34

Le imposte

Le imposte sono sempre dei tributi, ma differiscono dalle tasse per l'utilizzo che lo Stato ne fa. Lo Stato le utilizza per far fronte alla spesa pubblica. Ogni imposta viene calcolata sulla base imponibile, ovvero sulla quantità di ricchezza posseduta da un singolo individuo. Al giorno d'oggi esistono imposte dirette (IRPEF, IRAP, ISOS, ecc) e imposte indirette (imposta catastale, ipotecaria, sulle pubblicità, sugli intrattenimenti, ecc). La differenza sostanziale tra le due è il fatto che quelle indirette hanno la facoltà di variare i prezzi dei prodotti, aumentando così il caro vita.

Continua la lettura
44

I contributi

Quest'ultimi sono conosciuti anche con il nome di "oneri sociali" e sono una sotto categoria delle imposte; sono somme di denaro versate allo Stato e che vengono conteggiate nel sistema pensionistico italiano obbligatorio. Questi soldi vengono utilizzati per erogare le prestazioni previdenziali. I contributi vengono tolti al cittadino nel momento in cui quest'ultimo instaura un qualsiasi contratto lavorativo dipendente, ma anche nel caso di inizio di un'attività di lavoro autonoma. È bene specificare, infine, che sia il lavoratore che il datore di lavoro sono obbligati a versare tale somma, obbligo che decadrà nel momento in cui il contratto lavorativo cesserà.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come si calcolano le tasse di successione

Sino ad un decennio fa, a seguito della ricezione di beni mobili ed immobili da parte di un defunto, gli eredi erano tenuti a pagare delle imposte di successione. La legge, prima abolita e poi ripristinata parzialmente nell'anno 2006, attualmente prevede...
Finanza Personale

Come pagare tasse e tributi con il ravvedimento operoso

Questa breve guida cercherò di spiegarvi come pagare tasse e tributi con il ravvedimento operoso in modo semplice ed esaustivo. La spiegazione indicata è anche un strumento di informazione a carattere generale molto utile al contribuente "onesto" che...
Finanza Personale

Le diverse forme di progressività delle imposte

Molto spesso quando trattiamo la materia tributaria abbiamo delle problematiche di comprensione. Questo perché purtroppo è molto tortuosa a ricca di diversi punti oscuri ai non addetti ai lavori. Lo scopo di questa guida è quello di chiarire al meglio...
Finanza Personale

Ravvedimento operoso: come regolarizzare le imposte omesse

Il ravvedimento operoso rappresenta un'operazione che viene eseguita per regolarizzare le imposte omesse. Tramite questo tipo di procedimento il contribuente beneficia di alcune riduzioni sulle irregolarità commesse, anche se deve pagare la multa entro...
Finanza Personale

Come detrarre le tasse scolastiche

Con l'inizio dell'anno scolastico arriva una sorpresa sempre più amara per le famiglie e per i genitori italiani: ogni anno le spese per la scuola e per l'istruzione dei figli sono sempre più alte e faticose da affrontare. I costi scolastici (libri,...
Finanza Personale

Come calcolare le tasse doganali

Ecco una bella ed interessante guida, molto pratica, veloce ed anche utile, mediante il cui aiuto poter essere finalmente in grado di capire ed imparare come e cosa fare per calcolare, nel modo corretto, le tasse doganali, affinché le stesse possano...
Finanza Personale

Il sistema fiscale in Francia

Innanzitutto è doveroso fare un excursus sul sistema fiscale nella nazione francese. Il sistema fiscale in Francia include comprende prima di tutte le tasse, i vari canoni, i contributi e i contributi sociali che il governo francese presenta alle persone...
Finanza Personale

Come pagare i contributi agricoli

Tutti i soggetti che esercitano un’attività lavorativa hanno l’obbligo di pagamento dei contributi previdenziali all’INPS. Non è esente da ciò il settore del lavoro agricolo e chi ne esercita la relativa attività. I coltivatori diretti e gli...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.