Differenza fra sistema retributivo e contributivo per la pensione

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Dopo molti anni di duro e intenso lavoro è fondamentale pensare al proprio futuro, e quindi necessariamente alla propria pensione. In Italia esistono due tipi di pensione che variano sulla base di alcuni elementi. Lo scopo principale di questa guida è quello di spiegare in maniera esaustiva ma soprattutto molto comprensibile quella che è la sostanziale differenza che intercorre tra il sistema retributivo e quello contributivo per quello che riguarda la pensione. Tale differenza dev'essere resa nota ai fini di calcolare i contributi da versare in età lavorativa. In questo modo non ci si dovrebbe trovare impreparati.

25

Sistema retributivo

Il sistema retributivo, si basa su tre fondamentali elementi: l'anzianità contributiva, la retribuzione o il reddito pensionabile e l'aliquota di rendimento. Questo vale a dire che tale sistema è dunque una sommatoria di diverse quote raggiunte da diverse età del soggetto in pensione. Il sistema contributivo, ovvero, il metodo che oggi è in vigore, invece prende in considerazione diversi elementi rispetto a quello vecchio. I redditi conseguiti e i contributi che vengono versati ogni anno, ai fini di determinare il montante ed applicare il relativo coefficiente di trasformazione che, per ovvi motivi, varia in base all'età raggiunta dal soggetto nel momento in cui entra in pensione.

35

Applicazione sistema retributivo

Per applicare il sistema retributivo, quello contributivo oppure un misto tra i due sistemi bisogna tenere in considerazione il periodo nel quale è entrata in vigore la nuova legge, e la situazione retributiva del lavoratore durante quel periodo. Un lavoratore che prima del 31 dicembre dell'anno 95 aveva già versato diciotto anni di contributi rientra nel sistema pensionistico il cui calcolo si basa sulla retribuzione. Al contrario, se in quella stessa data un lavoratore autonomo non aveva versato i diciotto anni di contributi previsti, automaticamente, rientra necessariamente nel sistema pensionistico contributivo. In situazioni differenti invece, può essere applicato il sistema denominato "pro-rata''.

Continua la lettura
45

Nuovo sistema di conteggio

Il nuovo sistema di conteggio pensionistico determina importi differenti rispetto a quelli a cui siamo stati abituati. Essi in alcuni casi penalizzano le quote pensionistiche dei lavoratori in maniera più o meno ridotta a seconda dei casi. Molto dipenderà anche dalla categoria d'appartenenza. Coloro che godono del sistema misto, andranno in pensione con una quota inferiore rispetto a chi percepirà la pensione calcolata in base al sistema retributivo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Previdenza e Pensioni

Come calcolare la propria pensione

La legge Fornero ha dato vita alla riforma del sistema pensionistico cambiando i criteri in base ai quali prima si calcolava l' importo della propria pensione. Dal 1° gennaio 2012 per calcolare la pensione bisogna basarsi sul sistema contributivo, cioè...
Previdenza e Pensioni

Come funziona una pensione

La pensione è uno dei temi più discussi negli ultimi tempi: pensioni che sono slittate più avanti nel tempo, pensioni che alcuni non riescono ad ottenere... Ma che cos'è di preciso una pensione? Essa consiste in una quantità di denaro (una sorta...
Previdenza e Pensioni

Come e quando andare in pensione

Andare in pensione è uno dei traguardi più importanti per qualsiasi lavoratore che si avvicina alla terza età. In Italia, negli ultimi anni sono cambiate molte regole in materia di pensionamento: è stata aumentata l'età pensionabile fino a 67 anni...
Previdenza e Pensioni

Come calcolare la pensione contributiva

La pensione contributiva è stata introdotta con la cosiddetta riforma Dini, legge n. 335 del 1995, insieme a successivi interventi legislativi n. 449 del 1997 e la successiva riforma Maroni del 2004. Questi interventi hanno cambiato profondamente il...
Previdenza e Pensioni

Come richiedere il cumulo contributivo

Il cumulo contributivo è un meccanismo particolare che permette di unificare tutti i contributi versati al lavoratore in casse previdenziali diverse poiché il lavoratore ha avuto una carriera lavorativa con ripetute interruzioni. Questo sistema è stato...
Previdenza e Pensioni

Regole per il calcolo della pensione

Il raggiungimento dell'età pensionabile è un traguardo agognato da molti; argomento che riguarda una considerevole fetta della popolazione Italiana, considerato di quanto sia aumentata l'età media.Sulla base di tali cambiamenti sociologici nonché...
Previdenza e Pensioni

Come si calcolano le pensioni INPDAP

L'INPDAP, vecchio ente di gestione del sistema contributivo dei dipendenti pubblici, venne assorbito dall'INPS nel 2012. Pertanto, il calcolo delle pensioni attualmente viene effettuato da quest'ultima. Con la nuova gestione, la procedura ha subito significativi...
Previdenza e Pensioni

Come far richiesta per la pensione supplementare

La pensione supplementare è una pensione che va ad aggiungersi alla pensione principale e, si ottiene quando i contributi che sono stati versati al'Inps non sono sufficienti per poter avere una pensione autonoma. Tuttavia è una pensione che spetta....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.