Customer care: consigli per gestire clienti arroganti

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Lavorare a contatto con il pubblico, si sa, non è mai semplice; le tensioni della vita quotidiana vengono riversate sui poveri commessi, o più in genere con gli impiegati degli uffici pubblici, od addetti al customer care, a volte con veri e propri eccessi di rabbia. Gestire questo tipo di situazioni non è mai semplice, soprattutto con i clienti più arroganti. In questa guida cercheremo di dare qualche consiglio utile sul come comportarsi.

26

Mantenere la calma

Di fronte ad un cliente arrogante bisogna mantenere un atteggiamento rassicurante, calmo e propositivo. Fate capire che siete li per ascoltarlo e per risolvere i suoi problemi. Vietato farsi condizionare ed alterarsi, alzare la voce e gridare, si rischia così di ottenere l'effetto contrario. Perdere la calma è l'errore più grave da commettere, meglio. Sorridere ed annuire.

36

Mettere se stessi nei panni del cliente

Quando il cliente è alterato, spesso ha avuto un problema, un disservizio del quale si vuole lamentare, usando erratamente l'aggressività. Un buon operatore dovrà cercare di mettersi nei panni del cliente scontento e proporre la soluzione a suo parere più adatta per rimediare, così da riportare la calma.

Continua la lettura
46

Proteggere se stessi

A volte il cliente arrogante è un cliente poco educato, che pensa tutto gli sia dovuto, e non ha rispetto per il lavoro altrui; in questo caso ignorare mantenendo il poso della situazione è l'unica cosa da farea, cercando di non venire offesi. A volte questo comportamento nasconde solo la paura di non esser "risarcito", o ascoltato, o di venir dominato. La cosa migliore da fare è rivolgersi con sicurezza di sé al proprio interlocutore, cosi da farsi scudo con la propria autostima.

56

Chiedere e non affermare

Il cliente arrogante si gestisce lasciando aperte più possibilità, in particolare non va interrotto mentre parla, non va contraddetto, e non si deve mettere mai in dubbio le sue affermazioni, piuttosto occorre fare domande e chiedere spiegazioni. Questo continuerà a ripetere le proprie convinzioni, fino ad esaurirsi. Se questo poi insiste, una sottile presa in giro può portarlo a smettere! Provate a far finta di. Non capire quello che vi sta spiegando... Lo ripeterà all'infinito!

66

Formalizzare e sdrammatizzare

Un tono molto formale, distante e distaccato, abbinato ad uno sguardo fisso possono rivelarsi vincenti contro chi cerca uno spiraglio di bebolezza per farvi breccia con la propria arroganza. Se invece siete più scherzosi, puntate sull'ironia per spezzare la tensione ed alleggerire la conversazione, magari l'unica necessità del cliente è quella di sfogarsi per poi riprendere il controllo dei nervi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Cos'è il macro-ambiente di un'azienda

Carissimi lettori, nella guida che avrete la possibilità di leggere, andremo a parlare di aziende, occupandoci di spiegare un concetto particolare: che cos'è il macro-ambiente di un'azienda.Cercheremo di offrirvi una risposta semplice, sintetica, ma...
Lavoro e Carriera

Manchester: come cercare lavoro

Quando ci si trasferisce in un altro paese, una delle preoccupazioni maggiori è quella di trovare un lavoro con cui pagarsi le spese di ogni giorno e l'affitto di casa. Ma non sempre la ricerca è cosi' facile ed immediata, alle volte ci vuole molta...
Lavoro e Carriera

Come affrontare un pranzo di lavoro

Se volessimo fare un riassunto, uno sbrigativo vademecum su come affrontare un pranzo di lavoro e come comportarsi, potremmo farlo con una parola sola: "normalmente". Non si può essere qualcosa che non si è, ecco perché diventa fondamentale rimanere...
Lavoro e Carriera

10 errori da evitare nel colloquio di selezione

Il colloquio di lavoro è l'ultimo ostacolo che ci troviamo di fronte prima di poter accedere alla posizione lavorativa a cui tanto aspiriamo. Ma è proprio questo il momento in cui rischiamo di rovinare tutto. Per evitare di sbagliare, è sufficiente...
Lavoro e Carriera

Come affrontare un colloquio di lavoro

Il colloquio di lavoro è un’esperienza importante in ogni individuo che inizia ad affacciarsi sul mondo del lavoro. In esso si gioca la buona o la cattiva impressione che passa di noi di fronte al selezionatore. Abbiamo già affrontato esami, magari...
Lavoro e Carriera

Come diventare addetto call center

I call enter sono quegli uffici che fungono da intermediari tra produttore e consumatore. Possono essere di due tipi: inbound e outbound. Nel primo caso gli operatori rispondono al telefono e hanno il compito di risolvere eventuali richieste e problematiche...
Lavoro e Carriera

Come gestire un collega arrogante

In tutti gli ambienti di lavoro, soprattutto quelli in cui più persone sono costrette a condividere lo stesso spazio, è possibile assistere alla nascita di veri a propri conflitti, il più delle volte causati da sentimenti negativi come la presunzione...
Aziende e Imprese

10 cose da fare per adottare lo smartworking

Qualcuno lo chiama “lavoro agile“ ma questo termine tende più a trarre in inganno che a chiarire. Stiamo parlando dello smartworking, ovvero quello che rappresenterà la nuova frontiera del lavoro nei prossimi anni. Questo nuovo modus operandi ha...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.