Cosa fare in caso di assegno smarrito o rubato

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

L'assegno è uno strumento di pagamento che consente, ai titolari di un conto corrente, di pagare una determinata somma sia a un creditore che a se stessi. È rilasciato da un istituto di credito e per il suo pagamento, è necessario la copertura della somma di denaro. Il blocchetto di assegni è formato da moduli prestampati che riportano: il nome della banca, il luogo della corresponsione l'importo, la data, la firma del correntista, le coordinate bancarie e la scritta "non trasferibile" per importi pari o superiori a € 1.000. Abbiamo, poi, l' assegno circolare; esso è emesso direttamente dall'istituto di credito su ordine del titolare del conto. Ciò garantisce a chi lo riceve, la copertura della somma, in quanto la cifra è certamente disponibile. Se l'assegno viene rubato o smarrito ecco come fare.

28

Occorrente

  • Comunicazione immediata all'istituto di credito
  • Denuncia alle autorità
  • N° 2 copie della denuncia, una per la banca ed una per il Tribunale
38

Una regola fondamentale è quella di fotocopiare sempre i valori che ci vengono consegnati e quelli ricevuti; aggiungiamo, poi, a penna l'indicazione "firma per ricevuta" facendo firmare il nostro fornitore.  Questo passaggio può tornarci utile in caso di problemi.

48

Avvisiamo in seguito la banca dove abbiamo il conto corrente; essa farà attenzione quando l'assegno verrà presentato all'incasso e cercherà di identificare il presunto ladro. Per formalizzare il blocco dobbiamo andare in filiale ed esporre formale richiesta, accompagnata da regolare denuncia di perdita dell'assegno.

Continua la lettura
58

Dopo aver avvisato l'istituto dobbiamo recarci dalle autorità di Pubblica Sicurezza per sporgere regolare denuncia di smarrimento o furto, dichiarando i dati riportati sul titolo e descrivendo le circostanze della scomparsa o del furto. A questo punto, ritorniamo in banca e consegniamo la copia rilasciata dalle autorità.

68

Ultima procedura è la presentazione di un ricorso al Presidente del Tribunale in cui l'assegno è pagabile. In questo modo, chiediamo formalmente al giudice di dichiarare l'inefficacia del titolo smarrito, rubato o andato distrutto. Questa procedura è chiamata ammortamento mira a privare l'assegno della sua validità e ad ottenerne un duplicato per l'incasso.  

78

L'assistenza di un legale è facoltativa, se scegliamo questa procedura i costi da sostenere sono: un contributo unificato di € 85,00 e una marca da bollo di € 8,00.
L'assegno con l'indicazione "non trasferibile" non è soggetto a procedura di ricorso. L'intestatario può chiederne un duplicato a proprie spese, comunicando la perdita sia alla banca che all'emittente.

88

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Banche e Conti Correnti

Come spedire un assegno bancario

Oggi spostarsi con particolari somme di denaro in tasca, diventa davvero rischioso e problematico. È' per questo motivo che molti preferiscono sfruttare gli assegni per i propri pagamenti. Prima di emettere un assegno però, bisogna anche essere consapevoli...
Banche e Conti Correnti

Tutto sull'assegno circolare e bancario

Nel caso in cui vi siano da affrontare delle spese di grosse quantità economiche il metodo più sicuro è sicuramente l'assegno. Questo è un documento fornito dalla banca in cui si è aperto il conto che consente di pagare grosse somme di denaro: così...
Banche e Conti Correnti

Le differenze tra assegno bancario e circolare

L'assegno è uno strumento finanziario di pagamento. Spesso si sente parlare di assegni bancari e circolari, ma probabilmente molti non ne conoscono la differenza: tecnicamente si tratta di due modi di pagamento differenti.In questa guida tenteremo di...
Banche e Conti Correnti

Come cambiare un assegno non trasferibile

Un metodo utilizzato per poter pagare grosse somme di denaro, senza alcuna carta di credito, è sicuramente l'assegno. Questo sistema di pagamento è un foglio rilasciato dalla banca dove si ha il proprio conto corrente, e da qui vengono ritirati i soldi...
Banche e Conti Correnti

Come verificare se un assegno è coperto

L' assegno è uno strumento di pagamento utilizzato con molta frequenza, al giorno d'oggi altri canali, come il bonifico online, oppure le carte prepagate, sembrano aver preso il sopravvento. Ad ogni modo, diverse persone continuano ad utilizzare gli...
Banche e Conti Correnti

Come versare un assegno non trasferibile

L'assegno bancario è un particolarissimo metodo di pagamento attraverso il quale chi deve effettuare il pagamento ordina alla propria banca di versare la somma prevista su tale titolo di credito. Esistono diverse tipologie di assegni ed in base a questi...
Banche e Conti Correnti

Come cambiare un assegno bancario allo sportello

L'assegno bancario è un metodo di pagamento molto diffuso la cui somma può essere riscossa tramite versamento sul proprio conto corrente, in questo caso bisognerà attendere dai 3 ai 14 giorni per l'avvenuta operazione che vi permetterà di avere la...
Banche e Conti Correnti

Come versare un assegno al bancomat

La guida che andremo a sviluppare all'interno di questi quattro passi, andrà a concentrarsi su delle procedure bancomat. Per essere più precisi, come avrete già avuto occasione di comprendere tramite la lettura del titolo che abbiamo posto nella guida,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.