Cosa calcolare gli scatti d'anzianità in busta paga

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Da sempre, in tutte le aziende, piccole o grandi che siano, e quasi in ogni luogo di lavoro in generale, si sente parlare di anzianità. Questo fattore sta ad indicare, come è facile intuire dal termine, quanto tempo un impiegato ha lavorato presso un'azienda. Questo fattore serve, oltre che per capire chi in teoria ha più esperienza, per determinare gli scatti d'anzianità in busta paga. In questa guida, in particolare, vedremo cosa e come calcolare gli scatti d'anzianità in busta paga.

24

Come abbiamo già detto, l'anzianità rappresenta quella caratteristica di ogni dipendente, che ne misura il periodo di lavoro effettivo. Più anni un individuo ha passato a lavorare, più, in teoria, ha una maggiore confidenza con il mestiere. Per questo motivo, quando si va alla ricerca di qualcuno che sia competente, si fa riferimento a questo numero. Più anni di esperienza equivalgono ad una maggiore conoscenza del lavoro, e quindi ad una maggiore produttività, tranne in casi eccezionali. Cosa è quindi lo scatto d'anzianità? Ogni due o tre anni circa, ai dipendenti viene assegnato questo scatto, che prevede un aumento della retribuzione. Ovviamente i valori sono stabiliti dal contratto e non sono sempre uguali. Il periodo comunque si aggira sempre intorno ai due o tre anni.

34

Ma adesso entriamo più nel dettaglio. Come è possibile calcolare gli scatti d'anzianità nella busta paga? La prima cosa da fare è quella di procurarsi una copia del contratto collettivo applicato a cui volete fare riferimento. Adesso sarà possibile controllare gli anni di lavoro effettivo. Ovviamente si parla di un lavoratore che abbia lavorato per più anni consecutivi sotto lo stesso datore di lavoro. Solo in questo caso è possibile ottenere anni di anzianità.

Continua la lettura
44

Solitamente, come già detto in precedenza, gli scatti hanno cadenza biennale o triennale, e l'aumento di stipendio è variabile, in base al luogo di lavoro e anche, ovviamente, al livello dell'impiego. Se prendiamo in considerazione il campo del commercio, in particolare, sono previsti un massimo di dieci scatti, che rappresentano circa venti o trent'anni nella stessa azienda. In base al contratto, inoltre, è solo dopo tre anni di impiego nello stesso livello che entra in gioco lo scatto. E bisogna pure iniziare a contare circa un mese per la maturazione dello scatto. Ciò significa che se un dipendente viene assunto a marzo di quest'anno, tra un mese inizierà la maturazione e riuscirà ad ottenere il suo primo scatto d'anzianità ad aprile del 2019.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Banche e Conti Correnti

Come calcolare il rendimento dei buoni del tesoro

Buoni del Tesoro sono la differenza tra il prezzo di acquisto e il valore nominale. Il tasso di rendimento è calcolato dividendo la differenza per il prezzo di acquisto; il risultato è un tasso percentuale annuo. Ad esempio, un prezzo di 990,13 euro...
Banche e Conti Correnti

Come calcolare il valore di una rendita perpetua

Come avrete occasione di poter comprendere tramite la lettura dei quattro passi a composizione della nostra guida, ora andremo a spiegarvi come calcolare il valore di una rendita perpetua. Possiamo incominciare le nostre valutazioni su una tematica che,...
Banche e Conti Correnti

Come calcolare la percentuale di profitto quando si vende un titolo

Esistono numerosi tipi di titoli diversi tra loro, ovvero titoli di debito come le obbligazioni ed i certificati di investimento ed i titoli di capitale come le azioni. I primi attribuiscono al possessore la qualifica di creditore della società emittente...
Banche e Conti Correnti

Come calcolare l'interesse composto

Il problema che oggi affrontiamo è quello del calcolo dell'interesse. Esistono due tipi: semplice e composto (per il primo caso rimandiamo all'apposita guida).Ricavare l'interesse composto ha un' utilità pratica evidente. A differenza di quanto si possa...
Banche e Conti Correnti

Come calcolare il cash flow operativo

Oggi è decisamente importante riuscire a comprendere le diverse informazioni ed indicazioni di tipo economico che vengono riferite in TV, da riviste e dai giornali. La comprensione di determinati indicatori, tuttavia, non è affatto facile poiché all'interno...
Banche e Conti Correnti

Buoni fruttiferi postali: come calcolare il valore

Quanto vale il tuo buono fruttifero postale? Sul sito di Poste Italiane è presente una funzione che ti permette di saperlo senza recarti alla Posta e senza essere registrato. In un attimo puoi calcolare il valore di tutti i tuoi buoni, siano essi cartacei...
Banche e Conti Correnti

Come calcolare gli interessi composti

Per "interesse" in economia finanziaria si intende il corrispettivo ottenuto da un importo concesso in prestito per un periodo di tempo determinato. Differisce dall'interesse semplice poiché, aggiungendosi al capitale originario, genera anch'esso altro...
Banche e Conti Correnti

Come calcolare gli interessi bancari

Ci sarà sicuramente capitato di sentire parlare di interessi bancari ma di non sapere mai con precisione cosa significa.ub">Sopratutto se non siamo esperti in questo settore riuscire a comprendere tutti i vari termini economici può risultare abbastanza...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.