Cos'è lo spread sui mutui

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se hai deciso di acquistare una casa e cerchi un mutuo su misura per le tue possibilità economiche, devi sapere che c’è da calcolare lo spread ovvero un tasso di interesse che l’ente erogatore richiede per il finanziamento. In questo caso più è alto, e maggiore è il rischio che il tuo esborso in denaro sarà di conseguenza più elevato. In riferimento a ciò, vediamo nel dettaglio cos’è lo spread sui mutui e come viene calcolato.

26

Determinare il tasso di interesse base

Una banca o un qualsiasi intermediario finanziario quando eroga un mutuo può ottenere dei guadagni proprio in base allo spread che viene applicato, e che si va ad aggiungere al tasso di interesse base. Tra l’altro per la determinazione di quest’ultimo, i suddetti erogatori del mutuo hanno dei tassi di riferimento tra cui quelli denominati Euribor ed Eurirs, ai cui va sommata una specifica percentuale ovvero il suddetto spread.

36

Moltiplicare importo e durata del mutuo per il tasso nominale annuo

In genere le banche ma anche gli istituti finanziari privati, optano in modo autonomo per una percentuale che oscilla tra l'1 e il 3%, quindi dovendo accedere ad un mutuo devi scegliere tenendo conto anche che lo spread varia in relazione alla sua tipologia. Un mutuo ipotecario in tal caso può essere l'opzione giusta, tenendo conto che in genere questa tipologia ha un tasso di base decisamente inferiore rispetto a qualsiasi altra. Per fare un esempio di calcolo dello spread su un mutuo diciamo che gli interessi vengono calcolati annualmente, in relazione all'importo e alla sua durata, e poi moltiplicati per il tasso annuale nominale. Una formula esplicativa in questo caso è la seguente: Interessi = capitale prestato X il tasso annuo nominale X la durata del mutuo. Nello specifico il tasso annuo nominale indicato con la sigla TAN, non è altro che la somma dello spread con un indice di riferimento variabile in base al costo del denaro. Tra più diffusi vanno citati gli Eurirs quando si tratta di mutui a tasso fisso, mentre gli Euribor se sono a tasso variabile.

Continua la lettura
46

Calcolare lo spread in base a specifici parametri

I primi due sono subordinati alla durata del mutuo, e ciò significa che più è lungo e maggiore risulteranno gli indici di riferimento. Il tasso BCE ovvero quello imposta dalla Banca Centrale Europea è ottimo poiché sempre prossimo allo 0%, in quanto costantemente monitorato e relazionato al costo del denaro stabilito dalla stessa BCE. A margine di questa guida, sapendo che cos’è lo spread e quali sono i suoi specifici parametri di calcolo, è chiaro che per un risultato preciso ti basta semplicemente stabilire l’importo del mutuo che intendi richiedere, la sua durata in anni e calcolare poi il valore del costo del denaro.

56

Guarda il video

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Mutui: quale scegliere?

Molto spesso, soprattutto a causa della crisi economica, le persone fanno affidamento ai mutui. In poche parole quando non si hanno tante disponibilità economiche, il soggetto per far fronte ad una determinata spesa (acquisto di casa, ristrutturazione...
Case e Mutui

Mutui prima casa: come scegliere

Comprare una casa per i giovani è diventato veramente difficilissimo, a causa dei vari problemi lavorativi che oggi sono presenti nella maggior parte delle situazioni familiari. Acquistare una casa è uno degli investimenti più importanti che un giovane...
Case e Mutui

Mutui: 5 buone ragioni per scegliere il tasso fisso

Negli ultimi anni, complice la crisi economica, sono aumentate le richieste per la concessione di un mutuo. Il mutuo è un finanziamento a lungo o breve termine, erogato da una banca o da un intermediario autorizzato, per l'acquisto di un immobile o di...
Case e Mutui

Mutui Inpdap per i dipendenti statali: come ottenerli

I mutui sono dei particolari contratti tra un soggetto che presta una somma di denaro ad un altro soggetto che a sua volta si impegna a restituire la somma prestata più gli interessi. Se abbiamo intenzione di chiedere un mutuo ma non lo abbiamo mai fatto...
Case e Mutui

Come accedere ai mutui agevolati per giovani coppie

In questa guida pratica illustreremo come riuscire ad accedere ad un mutuo agevolato per giovani coppie. Oggi, infatti, uno degli ostacoli più duri da affrontare dopo il matrimonio è l'acquisto della soluzione abitativa. Il Ministero della Gioventù...
Case e Mutui

Mutui prima casa: 10 consigli

Il mercato immobiliare sembra essersi definitivamente sbloccato dopo la crisi economica che ha colpito inizialmente gli Stati Uniti, nel 2007. Oggi paghiamo ancora parte di quel dissesto finanziario, facendo trasparire una flebile ripresa. Le case continuano...
Case e Mutui

Mutui: 5 buone ragioni per scegliere il tasso variabile

Nel momento in cui è necessario stipulare un contratto di mutuo, molte persone si chiedono quale sia l'opzione maggiormente conveniente in tema di tasso d'interesse, ovvero se conviene scegliere il tasso variabile o al contrario quello fisso. Come vedremo...
Case e Mutui

5 regole per risparmiare sul mutuo

Per cercare un mutuo per la casa conveniente è bene seguire alcune semplici regole, in maniera tale da poter scegliere l'opzione più adeguata alle vostre esigenze, come la scelta dello Spread o la valutazione del TAEG, o le varie agevolazioni che si...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.