Cos'è e come funziona l'anagrafe tributaria

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'anagrafe tributaria è una banca dati contenente tutti i dati utili al fisco per monitorare i contribuenti italiani. Istituita nel 1973, possiede oggi la maggior parte delle informazioni relative a prestiti, mutui, bonifichi bancari, assegni ecc. Ecc.
Ma come viene tutelata la nostra privacy? Come funziona questo servizio e che uso viene fatto dei nostri dati? Tutte domande che cercheremo di chiarirvi nel corso di questa guida. Oggi infatti parleremo dettagliatamente dell'anagrafe tributaria, cercando di chiarire cos'è e come funziona.

26

A cosa serve

Di norma ogni Stato preleva un'imposta sul reddito di ogni singolo lavoratore e di ogni singola impresa. Il requisito fiscale dipende dalla struttura giuridica del proprio business. Se la vostra attività è una società a responsabilità limitata, viene tassata separatamente; le imprese individuali riferiscono le loro tasse personali e il reddito d'impresa utilizzando lo stesso modulo. L'anagrafe tributaria giunge dopo il redditometro, per combattere l'evasione fiscale, mettendo sotto la lente d'ingrandimento i conti correnti, i fondi pensionistici, i depositi e gli acquisti di oro e preziosi. Si tratta di uno strumento che l'amministrazione finanziaria ha ingegnato, con lo scopo di ricercare delle anomalie, tra i movimenti finanziari dei contribuenti e quanto gli stessi utenti dichiarano al fisco. È un controllo retroattivo, infatti, si parte dall'anno 2011 e i cittadini non devono preoccuparsi di conservare le ricevute fiscali o altri dati di pagamento.

36

Come opera

Gli imprenditori con i dipendenti sono anche responsabili per il pagamento di alcune imposte richieste da parte dello Stato. Tutti gli Stati richiedono il pagamento dell'assicurazione contro gli infortuni e un'assicurazione contro la disoccupazione dei lavoratori statali. Invece di verificare le singole operazioni, il controllore analizza il saldo che è stato incassato, quindi in entrata e quanto è stato speso, dalla persona giuridica o fisica, chiamato saldo in uscita. Prende in considerazione l'ammontare delle operazioni, anche quelle di altri conti correnti, o carte di credito o debito, o movimenti eseguiti come investimenti o acquisto di beni materiali, ad esempio ori e preziosi.

Continua la lettura
46

Quando agisce

Per essere soggetti ad approfondimenti da parte di questo ente, devono sussistere delle operazioni poco chiare che si discostano di almeno il 20%. Per fare un esempio, una persona che guadagna circa 20 mila euro all'anno e ne spende 18 mila euro sul conto corrente, apparentemente sembra tutto nella norma. Nel caso in cui, è anche titolare di una carta di credito e ne spende un totale di 30 mila euro, allora scattano gli accertamenti e controlli maggiormente accurati.

56

Guarda il video

66

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come richiedere la tessera sanitaria on line

La tessera sanitaria è una carta personale per l'assicurazione sanitaria, che di recente ha sostituito il codice fiscale. A tale tessera hanno diritto tutti i cittadini italiani in possesso di un codice fiscale e viene emessa dal Ministero dell'Economia...
Richieste e Moduli

Come compilare una nota di deposito alla commissione tributaria

Compilare della modulistica da consegnare ad Enti Regionali o Provinciali non è sempre semplice. Spesso infatti questi documenti risultano complessi e poco comprensibili per chi si approccia a compilarli per la prima volta. Per questo motivo nella seguente...
Richieste e Moduli

Come richiedere il codice fiscale per stranieri

Non sempre il processo di integrazione opera tramite un'unica via e molte volte se è già ben difficile riuscire ad integrarsi in uno specifico contesto sociale a noi nuovo e del tutto sconosciuto, ancora più complesso risulta per molti capire che l'integrazione...
Aziende e Imprese

Come Accedere Alla Mediazione Tributaria

In passato, in caso di notifica da parte dell’Agenzia delle Entrate o di qualsiasi altra società di riscossione, il contribuente impugnava la richiesta di pagamento davanti alla commissione tributaria, oppure davanti al giudice di pace. Oggi non è...
Richieste e Moduli

Come richiedere il certificato di regolarità fiscale

Il certificato di regolarità fiscale, a seguito dell'entrata in vigore del D. Lgs. 163/2006, serve alle aziende a certificare che non hanno commesso violazioni relative al pagamento di tasse e imposte, in quanto, il sopra citato D. Lgs. 163/2006 dispone...
Richieste e Moduli

Come presentare un ricorso alla Commissione Tributaria

La Commissione Tributaria è un organo giurisdizionale italiano istituito per risolvere le controversie in ambito tributario. Rivolgendosi a questo, i soggetti potranno ottenere una attenta revisione dell'ammontare di una cifra di denaro pretesa da un...
Richieste e Moduli

Come richiedere online la tessera sanitaria

È ormai dal 2004 che utilizziamo la tessera sanitaria per accedere alle prestazioni del Servizio Sanitario Nazionale. Questo documento è uno strumento rilasciato automaticamente dal Ministero dell'Economia tramite l'Agenzia delle Entrate ad ogni cittadino...
Aziende e Imprese

Come verificare la partita iva nazionale

Con questa guida vogliamo illustrare come verificate la partita iva nazionale eseguendo pochi e semplici passaggi. Ricordiamo che Partita Iva deve essere aperta solamente qualora qualcuno svolga l'attività di consulente o libero-professionista. Questo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.